The 4 Freedoms Library

It takes a nation to protect the nation

Mondo - Affidamento Figli secondo Sharia e Omicidi secondo la Cultura della Vergogna-e-dell'Onore

15 giugno 2010

I miei Viaggi nel Medio Oriente islamico, in Afghanistan, e a Montréal: tutto in un Giorno

Madre americana e figlia in Trappola – Figlia afghana sopravvive ad un tentato Delitto d’Onore a Montréal

Benvenuti nella mia vita, quieta, relativamente sedentaria, ed interamente libresca.

Ieri, ho passato metà della giornata al telefono con il Medio Oriente islamico, cercando di aiutare una madre cittadina americana e la sua giovane figlia cittadina americana ad uscire dalla trappola. Come Betty Mahmoody, che è stata tenuta in ostaggio nell’Iran di Khomeini, questa madre non se ne andrà “senza sua figlia”. Il problema è che il padre della ragazza è un uomo arabo islamico ed il suo Paese, come altri Paesi islamici, non ha sottoscritto la Convenzione di Le Hague, ciò significa che i Paesi islamici non sono sotto alcuna obbligazione internazionale di ricercare e restituire bambini rapiti da genitori. Sotto la legge della Sharia, i bambini appartengono automaticamente ai loro padri comunque – persino se sono nati in un Paese occidentale, persino che i loro padri non li hanno mai supportati finanziariamente o non hanno mai passato del tempo con loro.

Le madri sono donne, ed in quanto tali sono interamente sacrificabili. Una suocera, una seconda moglie, una sorella più anziana, una zia – una serva femmina – svolgeranno il ruolo altrettanto bene. Ho udito tante storie simili a questa. E voi?

In questo argomento, ho deciso di gettarmi sulla mia spada da giornalista (per così dire) e di girare questo caso e le mie fonti ad un reporter presso un network d’informazioni principale, nella speranza che una notizia stampa folgorante abbia migliori possibilità di finire sulla scrivania dell’Ambasciatore americano, di quanto non lo ha il testo più appassionato ed informato scritto sul mio blog. Almeno, attualmente.

Poi, senza muovere un muscolo, sono stata in Afghanistan di nuovo. Abbastanza stranamente, l’annuncio delle scoperte di gas sia in Israele ( Israel ) che in Afghanistan, sono state fatte quasi nello stesso momento. Ahimè, l’Afghanistan ha ben più del solo gas. Ha pure il ferro, e molti altri minerali ( minerals ) come l’oro, il litio, il rame e il cobalto. Sulla base dell’Afghanistan che ho conosciuto un tempo, e dell’Afghanistan che su cui sto attualmente facendo ricerche – predirei che la criminalità e la corruzione che hanno fino ad ora accompagnato il commercio di oppio in Afghanistan, raggiungerà nuove altezze, con maggiore ricchezza in gioco. Il selvaggio, selvaggio Oriente diventerà un po’ più selvaggio ora, come lo farà l’avidità della Cina, della Russia, dell’India, del Pakistan, degli Stati del Golfo – e l’Occidente. Qualcuno dovrà finanziare l’estrazione. Ci vorrà un decennio. Qualcuno dovrà sorvegliare tutti gli antagonisti.

Missione impossibile.

Ieri, l’Afghanistan è pure arrivato in Nord America. Verso la fine della mia giornata, ho ricevuto una chiamata dalla trasmissione di una rete televisiva, riguardante un tentato delitto d’onore a Montreal questo fine settimana passato. Una madre afghana aveva gravemente pugnalato sua figlia con un enorme coltello da cucina, perché era stata fuori troppo a lungo il sabato sera. Mi sarei presentata ai loro studi televisivi al fine di andare in onda alle 7 del mattino per discuterlo? Ho assicurato loro che sarei stata lì in un battibaleno se fosse stato alle 7 di sera, ma che non potevo più “fare” spettacoli nudi e crudi la mattina presto. Abbiamo parlato. Gli ho spedito i miei due studi ( two studies ) sul Middle East Quarterly, in merito ai delitti d’onore. Ha detto che mi avrebbe chiamato in futuro: “registriamo i nostri Esperti in anticipo, abitualmente nel pomeriggio”, un’orario molto più civile, secondo me.

Il caso? Una famiglia afghana, fortunata abbastanza da essere uscita ed essersi spostata fra un piacevole vicinato a Montréal. Prima cosa da notare: quanto piacevoli e normali appaiono questi genitori – amichevoli, buoni, attraenti. Seconda cosa da notare: l’età della madre è 37-38 anni, e la sua figlia più anziana ha diciannove anni. Perciò, questa madre; Johra Keleki, è rimasta probabilmente incinta a diciassette anni, possibilmente si è persino sposata a sedici, se non prima. Ora, lei ha quattro figlie, di 19, 16, 14 e 10 anni. Se la più anziana “si comporta male”, le altre seguiranno presto a ruota e tutto sarà rovinato. Dal punto di vista della madre, stava solo difendendo “l’onore” della famiglia, cercando di assicurare alle altre figlie di poter sposare un piacevole uomo, afghano, islamico. Il padre della ragazza, Ebrahimi Ebrahim, era presumibilmente a casa con le altre tre ragazze mentre l’attacco ha avuto luogo.


[FOTO]
Johra Keleki e Ebrahimi Ebrahim

 

Prego ricordate un altro recente (2009) mini delitto d’onore di massa afghano-canadese a Kingston, Ontario, che ha incluso un falso incidente d’auto in cui la prima moglie e tre figlie “che si comportavano male” sono state ammazzate per onore dal loro padre, fratello, e con la collusione della seconda moglie.

Sì, pure le madri partecipano agli omicidi d’onore delle loro figlie, in diversi modi. Quale Autrice di Woman’s Inhumanity to Woman [versione italiana “Donna contro Donna”], ciò non mi sorprende – sebbene mi rattristi.

Una madre può attrarre sua figlia verso la sua morte “disonorevole”, con false promesse ed espressioni d’amore, come è avvenuto nel caso di Aqsa Parvez a Toronto, e alle sorelle Said a Dallas. Le madri possono pure assumere un ruolo un diretto, manuale, nel loro omicidio – o possono partecipare ai “concili” di famiglia, dove una sentenza di morte per onore viene decisa. In questo caso, forse il padre ha spedito sua moglie a “mettere a posto il disordine che aveva fatto”, per così dire.

Il fatto che la madre abbia pugnalato sua figlia sulla testa, in faccia, e sulle spalle, suggerisce una rabbia enorme, primitiva, che caratterizza un delitto d’onore. Ci dice pure che la madre non sentiva vergogna e nemmeno senso di colpa nel tentare di perpetrare questo omicidio d’onore. Voleva che sua figlia la vedesse in azione. È stato un assalto totalmente frontale. Il messaggio è stato uno: questa madre voleva “farla vedere” a sua figlia – e alle sue altre figlie –, per capire pienamente. Tra l’altro, ciò mi ricorda di un altro delitto d’onore canadese, capitanato da una madre canadese-sikh, e portato a termine in Pakistan – la madre aveva assoldato due teppisti ed era stata al telefono con lei proprio prima che quelli somministrassero il colpo di grazia.

Gli omicidi d’onore si sentono giustificati e sono spesso valorizzato per le loro azioni. Essi non sono visti come mentalmente malati, secondo i loro propri standard culturali. La decisione canadese di spedire questa madre in osservazione psichiatrica presso l’Istituto Phillip Pinel è clemente, umanitaria, ma manca pure di cogliere il punto. Questa donna non è canadese e non è nemmeno occidentale. È stata cresciuta in una cultura della vergogna-e-dell’onore, in cui il comportamento della femmina viene strettamente monitorato e punito. Io sto dalla parte di uno dei vicini degli Ebrahimi.

“Un uomo che lavora presso un vicino ristorante libanese ha detto di sentirci dispiaciuto per la vittima”.

“Stanno cercando di farla vivere nel modo in cui essi fanno in Afghanistan”, ha detto.

Perciò, tutto sommato, è stata una buona giornata. La madre americana intrappolata nel Medio Oriente islamico può ora avere una qualche piccola causa di speranza. La figlia afghana in Montréal è sopravvissuta al brutale attacco per delitto d’onore. L’Afghanistan (un Paese che certamente necessita di una tregua) è ora chiaramente in possesso di ben più che dell’oppio. Sfortunatamente, i suoi guai ora moltiplicheranno.

 

Fonte: http://pajamasmedia.com/phyllischesler/2010/06/15/my-travels-to-the-muslim-middle-east-to-afghanistan-and-to-montreal-all-in-one-day

Tag: Afghanistan, Canada, ConsiderazioneDelleDonne, DelittiOnore, DirittiDelleDonne, FigliDaRelazioniBiCulturali, Immigrazione, ImmigrazioneIslamica, MedioOriente, MondoIslamico, Altro...Occidente, PhyllisChesler, RelazioniBiCulturali, Sharia, StatiUniti, TrattamentoDelleDonne

Visualizzazioni: 150

Risposte a questa discussione

16 giugno 2010
Censura “velata”: i Delitti d’Onore di cui non leggerai mai niente

I media principali li coprono raramente. Più spesso vengono coperti dai media locali, ma persino i media locali lo fanno camminando sulle uova, curandosi di citare da almeno un apologeta e da un ignorantone. Abitualmente, i media principali (cartacei) coprono simili eventi settimane dopo, solo brevemente, o quale “testa-coda” per evitare ogni qualsiasi pregiudizio contro i perpetratori. A volte essi vengono menzionati, ma solo en passant. Raramente appare il seguito. Abitualmente, viene usato un articolo telegrafico, e non c’è alcun reportage originale. A volte, il blog del giornale potrebbe riferirsi ad un pezzo che dapprima è apparso in un altro giornale che, da parte sua, ha citato il soggetto solo en passant.
Sto parlando di quanto raramente i media principali americani coprano i delitti d’onore commessi in Nord America.
Per esempio, non c’è stata menzione dell’omicidio d’onore avvenuto nel 2006 della 20enne canadese-afghana islamica Khatera Sadiqi, e del suo fidanzato, Feroz Mangal, da parte del fratello di lei, Habibullah, né sui New York Times, Washington Post, Los Angeles Times, e nemmeno sul Wall Street Journal.

[FOTO] Khatera Sadiqi e Feroz Mangal

Va bene, questo è avvenuto in Canada, non negli Stati Uniti. Questa potrebbe essere una spiegazione. Ma alt, non corriamo.
Uno potrebbe semplicemente leggere degli altissimamente profilati delitti d’onore del 2008, a Dallas, delle due sorelle Said egiziane-americane islamiche, Sarah e Amina, in un unico paragrafo di 60 parole, che è stato sotterrato in un pezzo ( piece ) di 911 parole, sul New York Times. Non c’è stato niente sul Los Angeles Times e niente sulla versione cartacea del Washington Post, sebbene alcuni blog sono apparsi sul loro sito, i quali si riferivano all’articolo di un altro giornale, che aveva menzionato questi omicidi en passant.

[FOTO] Sarah e Amina Said

Indovinate cosa? Il Wall Street Journal era in pausa pranzo pure quando questo è avvenuto.
A loro credito, FOX News ha sistematicamente riportato sulle sorelle Said, ed ha pure girato un Documentario ( documentary ) dedicato al loro caso [*]. E, naturalmente, a nostro credito, la blogsfera è stata illuminata come Times Sqare in merito a questo caso. Speciali complimenti a PajamasMedia, FrontPage, NewsRealBlog, IslamInEurope, EuropeNews, HumanRightsService, WarToMobilizeDemocracy, AtlasShrug, JihadWatch, e tutti i tanti altri blog che sono stati sulle tracce dei delitti d’onore, mondialmente.
Ciò nonostante, il padre-omicida di queste due giovani ragazze che sono state ammazzate per essere “troppo occidentali” rimane uccel di bosco al sicuro, probabilmente è tornato in Egitto a mettere in piedi un’altra famiglia o due.
Pure il New York Times ha mancato di coprire i delitti d’onore del 2008 dell’americana-pakistana islamica Sandeela Kanwal, ad Atlanta, in Georgia, e dell’americana-etiope islamica Hawlett Mohammed, ad Alexandria, in Virginia – ma hanno coperto, lungamente, l’omicidio del 2008 della induista-americana Monika Rani, che è stata bruciata viva ( burned alive ) ad Oak Forest, in Illinois, da parte di suo padre, perché si era sposata con uno di casta inferiore. Questo delitto d’onore si è meritato 470 parole sulla Gray Lady (l’Anziana Signora).
Non ne sono sorpresa, perché quando si giunge ai delitti d’onore, i media principali sono molti più attenti agli omicidi d’onore induisti, che a quelli islamici. (La maggior parte di delitti d’onore induisti relativi a questioni di casta sembrano avvenire in India, non in seno alla diaspora indiana in Occidente).
Similmente, il Los Angeles Times ha fatto un breve commento in merito a Monika Rani, ma non ha coperto i delitti d’onore di Kanwal o di Mohammed. La copia cartacea del Washington Post non ha coperto Kanwal ma si sono riferiti al vicino delitto d’onore Mohammed, avvenuto in Virginia, brevemente.
Nel 2009, la crudele decapitazione di Aasiya Z. Hassan è stata coperta solo cinque giorni più tardi dal New York Times – e poi principalmente per spiegare che l’Islam non ci aveva niente a che fare, e che chiunque creda il contrario è traviato o ha dei pregiudizi. Il LA Times l’ha coperto un giorno più tardi, ma solo en passant in una sezione “News in Brief” (Notizie in Breve). Pure il New York Times ha discusso questo caso sul suo blog ma principalmente al fine di evidenziare la “ricerca interiore” ( soul searching ) che questa decapitazione ha causato fra degli islamici di buona volontà. Il Paper of Record (l’Illustre Giornale) ha mancato di discutere la lunga e terribile storia ( history ) di “Mo” Hassan, quale selvaggio picchiatore di tre mogli.

[FOTO] Aasiya Hassan

Aasiya Hassan si è meritata una breve pubblicità sul Los Angeles Times ed è stata meramente citata en passant su un blog del Wall Street Journal.
Cosa sta accadendo qui? Mi sembra che se qualcosa accade, apparentemente per la prima volta, un giornale la voglia coprire come “primizia”. Ciò non è accaduto. Va bene – ma se l’evento “primizia” è solo la “primizia” fra altri eventi susseguenti, simili, sia qui che in Europa, e il fenomeno sembra in crescendo nel tempo, un giornale responsabile dovrebbe volerlo coprire quale problema importante. Ciò pure, non è accaduto.
Forse, nessuno scrittore editore si è ancora fatto avanti, il quale sia in grado – ed abbia voglia di farlo – di mettere insieme i pezzi. No, non è vero. Per esempio, recentemente, io stessa ho cercato di interessare i quattro media principali citati sopra, tramite un pezzo editoriale in merito alle mie stesse recenti scoperte accademiche in merito a quanto e perché i delitti d’onore siano in ascesa ( escalating ) in Occidente, e quanto i delitti d’onore non siano la stessa cosa ( not the same ) del femminicidio domestico violento. Tutte e quattro le sedi dei media principali hanno rifiutato la mia richiesta – e separatamente, la richiesta di un collega che la pensa in modo simile.
Proprio ora, c’è una “notizia folgorante” in merito a tre casi di delitto d’onore avvenuti in Canada, che è, dopotutto, il nostro vicino di casa della porta accanto, e molto più vicino delle Hawaii e dell’Alaska, che sono Stati americani. Fin qui, tutto tace sul fronte meridionale canadese.
Domenica mattina, il 13 giugno 2010, una madre canadese-afghana islamica ha cercato di uccidere ( tried to kill ) la sua figlia 19enne, a Montréal, perché era stata fuori troppo tardi di sabato sera – ma voi probabilmente non avete letto di ciò sul New York Times, sul Washington Post, sul Los Angeles Times, o sul Wall Street Journal. (Naturalmente, i giornali canadesi stanno lo stanno coprendo).
Il 14 giugno 2010, il padre ed il fratello canadesi-pakistani islamici, che hanno ammazzato la 16enne Aqsa Parvez alla fine del 2007 (per essere “troppo occidentale”) sono stati infine giudicati colpevoli, e l’uomo indiano-canadese sikh che ha ammazzato la sua nuora 22enne nel 2009, perché lei voleva lasciare il matrimonio combinato con il figlio di lui, è stato sentenziato ( sentenced ) all’ergastolo senza condizionale, per almeno quindici anni. Non dovrete leggere ciò nei media principali americani.

[FOTO] Aqsa Parvez

Perché questa censura “velata” è importante? Perché gli ufficiali che si occupano di fare applicare la legge, gli esperti di politica pubblica, i professori, i giornali minori, le vittime in pericolo, e sia i loro aiutanti che avvocati, potrebbero non aver assolutamente alcuna idea del fatto che il problema è serio, quindi i loro tentativi a livello legislativo e la loro ricerca di fondi non verranno presi seriamente, e saranno visti come sollevanti dei “falsi problemi”, o che se li inventano.
La nostra paura di criticare un omicidio perché è stato commesso da un immigrato di colore, che potrebbe essere un islamico (non vogliamo essere visti come “islamofobici razzisti”), trionfa sul nostro impegno verso il rispetto – qui - della legge in favore di tutti, persino in favore di coloro che, pure loro, sono immigrati, sono di colore, e che – vuole il caso – sono islamici. Ed in genere, femmine.
—————————————————————————————————————————————
Prego, sottoscrivetevi alla Mailing List su: http://www.phyllis-chesler.com/list_subscribe.php

Fonte: http://pajamasmedia.com/phyllischesler/2010/06/16/%E2%80%9Csoft%E2%...

NOTE

[*] DOCUMENTARIO DI FOXNEWS, 2008 SU DELITTI D’ONORE REALI

Omicidio in Famiglia: Delitti d’Onore in America
sabato, 26 luglio 2008 – FoxNews
[ http://www.foxnews.com/story/0,2933,391531,00.html ]

[FOTO DI LUI] AP - 7 luglio: Chaudhry Rashid aspetta con altri carcerati di fare la sua prima apparizione nel Tribunale del Distretto di Clayton, a Jonesboro.

Quando aveva appena 19 anni, Sandeela Kanwal ha viaggiato dall'America al Pakistan per un matrimonio combinato con un cugino che aveva il doppio dei suoi anni.

Dopo meno di 6 anni, lei era morta -strangolata- e suo padre, Chaudhry Rashid, è stato arrestato dalla Polizia quale sospettato per quello che è stato chiamato un Delitto d'onore.

Dopo il loro matrimonio, Kanwal è vissuta negli Stati Uniti separata da suo marito, che è rimasto in Pakistan. Si è ricongiunta a lui ad aprile presso la sua famiglia ad Atalanta, ma lui è andato a Chicago qualche giorno dopo, lasciandola sola di nuovo.

Il 1. luglio, Kanwal ha chiesto il divorzio, una prospettiva che suo padre, 52enne immigrato dal Pakistan, non avrebbe sostenuto.

Gli investigatori dicono che dopo una lite il 5 luglio, lui ha strangolato Kanwal con una corda per bungee. Secondo la Polizia: egli non poteva accettare la 'disgrazia' che un divorzio o una scappatella avrebbe portato alla sua famiglia.

Le Nazioni Unite stimano che 5000 donne vengono assassinate annualmente in questi Delitti d'onore, per offese [all'onore di famiglia] quali 'immodestia' o 'rifiuto di un matrimonio combinato'.

Crimini inimmaginabili
[ http://eye-on-the-world.blogspot.com/2008/07/foxnews-special-murder-in-family-honor.html ]

Padri che uccidono le figlie, fratelli che uccidono le sorelle - per ristabilire il loro 'onore' di famiglia. Il tutto è fin troppo comune in luoghi come Afghanistan, Pakistan e nel Medio Oriente. Ma ora un'indagine di FoxNews mette in evidenza come questo crimine di primo grado contro le donne sia arrivato in America.
Ospitato da Megyn Kelly:

Omicidio in Famiglia: Delitti d'Onore in America

Traduzione e trascrizione riassunta dei Video:

Parte 1) http://www.youtube.com/watch?v=S5yHUfw89cc&eurl=http%3A%2F%2Fey...

'Aiuto aiuto, mi spara! sto morendo!' - 'Vengono dal Pakistan, non mi parlano inglese, non mi dicono niente!' - 'Dice che lei era una europea-islamica' - 'La loro Fede li conduce anche a uccidere'

(La parola) 'onore' significa cose diverse in diversi Posti. Si dice che l'onore è sacro: Oggi per gli americani è un codice personale di onestà, patriottismo, eccetera, ma in Pakistan e nei Paesi del Medio Oriente ha un altro senso. Porta la gente ad uccidere le donne della famiglia perchè accusate di immodestia o perchè hanno rifiutato un matrimonio combinato.

Distretto di Clayton, 9 settembre: 'Qualcuno è morto.' 'Chi?'

Rashid di 53 anni ha ucciso la figlia. Dal Pakistan è immigrato in America, si è fatto raggiungere da parenti e hanno aperto una pizzeria. La gente lo descrive come molto religioso, pregava tutte le cinque volte al giorno. Qualcuno crede che questo tipo d'omicidi (d'onore) siano dovuti ad un'Ideologia pericolosa (islamica) che sta raggiungendo l'Occidente.

'Sandeela è morta'

Sandeela è stata sposata in Pakistan a 19 anni, tramite matrimonio combinato, e solo dopo 6 anni suo marito l'ha raggiunta in America. Ma (una volta in America) è andato a Chicago lasciandola sola. Allora lei ha parlato di divorzio. Il padre l'ha licenziata dalla pizzeria così lei si è cercata un proprio lavoro (supermarket). Poi lei ha chiesto ufficialmente il divorzio e suo padre si è infuriato. Parente: 'Il padre era molto arrabbiato. C'è stata una lite, e alla sera, quando è tornato a casa era molto agressivo.' Ha ucciso la figlia con la corda per il bungee. Dopodiché Rashid ha avvisato uno dei fratelli di lei, dicendogli che Sandeela era morta. Jina, la matrigna sudamericana di Sandeela (che abitava vicino) ha chiamato la Polizia: 'Mi sono svegliata perchè ho sentito tante urla. Ho chiesto alla mia famiglia cosa fosse successo ma vengono dal Pakistan e si rifiutano di parlare inglese con me e non mi raccontano niente. Per favore, mandate qualcuno, per favore'. Polizia: 'Cosa è successo?' Rashid: 'Qualcuno è morto. Mia figlia.' Polizia: 'Ci ha detto che aveva ucciso la figlia perchè aveva disonorato la famiglia chiedendo il divorzio, contraddicendo la sua Religione.' È un Delitto d'onore. Parenti: 'Ma non bisogna prendersela con l'Islam. L'omicidio è stato commesso perchè lui era ammalato o depresso. Qualsiasi cosa ha fatto non è relazionabile agli islamici o all'Islam.' Non è il primo Delitto d'onore in America. In una prossima storia si racconta del fratello che ha accoltellato la sorella 11 volte perchè era una cattiva-islamica. Lei è sopravvissuta. E una storia di due adolescenti uccise dal padre, appena fuori Dallas.

Parte 2) http://www.youtube.com/watch?v=3j220xGjXcU&eurl=http%3A%2F%2Fey...

Megyn Kelly (conduttrice di FoxNews): 'Gli islamici immigrati si rifiutano di seguire lo stile di vita americano ma vogliono mantenere il loro proprio stile di vita'. Entrambi le ragazze erano carine e dolci, sorridenti e vive.

'Aiuto aiuto mio padre mi spara! Sto morendo!' 'Cosa succede?' 'Sto morendo, ecco cosa succede. Oh mio Dio! Basta! Basta!'

Amina e Sarah Sa'yd sono morte in adolescenza, uccise a colpi di pistola dal padre immigrato egiziano, Yasser Sa'yd, che viveva con la moglie americana appena fuori Dallas. La sorella della madre di Amina e Sarah dice: 'Mia sorella (Tissy) si è fidanzata con Yasser molto giovane, mentre lui era più anziano di lei, ma in famiglia abbiamo pensato che andasse bene, anche perchè i miei genitori non erano razzisti. Eravamo tutti preoccupati solo per la giovane età di lei. Tissy aveva 15 anni.' Una zia di Amina e Sarah: 'Mi chiedevo come mio fratello potesse permettere il matrimonio di sua figlia in così giovane età. Ma lui (il futuro marito di lei) era un egiziano, aveva molti soldi, veniva dall'Egitto, ....' Un'altra zia: 'Hanno fatto un matrimonio sia cristiano che islamico. Il ricevimento è stato strano: tutte le donne erano in cucina a preparare il cibo, Tissy inclusa, mentre gli uomini erano tutti seduti in soggiorno, sul pavimento, che ci giravano la schiena, e mangiavano il cibo.' Zia: 'Yasser stressava sulla Jihad, aveva un coltello, e minacciava Tissy di sgozzarla. Mi chiedevo cosa succedesse fra le pareti domestiche.' Sorella di Tissy: 'Tissy mi tranquillizzava, mentre io ero terrorizzata. Poi ho chiesto alla mia sorella più giovane se Yasser l'avesse toccata in modo sgradevole e lei ha iniziato a piangere e ha detto di sì. Mia madre era orrificata, diceva di non dir niente a nostro padre perchè avrebbe ucciso Yasser. Era preoccupata che niente venisse detto alla Polizia.' Gli abusi sono diventati più gravi: quanto Amina e Sarah avevano 17 e 18 anni Yasser viene accusato di molestie sessuali aggravate. Stupro. Poi la denuncia è stata ritirata. La sorella di Tissy dice: 'Credo che (Tissy) fosse spaventata. Yasser aveva tanti soldi, e lei non sapeva dove andare a vivere. Amina e Sarah erano il tipo di ragazze che avrebbero reso qualsiasi genitore texano (americano) orgoglioso di loro: gentili, studentesse eccellenti, ....' Yasser ha sposato sua moglie quando lei era molto giovane: 'Amina e Sarah erano carine, popolari, brave, ....' Zia: 'Amina aveva un ragazzo, e Yasser l'ha saputo. Non erano autorizzate a frequentare americani. E le ragazze incontravano i ragazzi di nascosto. Yasser ha minacciato di ucciderle, legalmente -secondo lui-, quale Delitto d'onore. Amina è stata costretta ad un matrimonio combinato in Egitto, e lei non voleva più tornare in Egitto.' Tissy ha tentato di portarle da parenti in Oklahoma. Sorella di Tissy: 'Ma lui l'ha chiamata dicendo che aveva cambiato idea, che era bravo, che lavorava come guidatore di taxi e che avrebbe lasciato loro la casa. Sembrava sincero, Tissy e tutti gli abbiamo creduto.' Zia di Amina e Sara: 'Sebbene Amina e Sarah avevano paura di lui (Yasser), sono comunque salite su un taxi con lui. Lui le controllava (mentalmente).'

Parte 3) http://www.youtube.com/watch?v=tp0lHtiDVHU&eurl=http%3A%2F%2Fey...

Zia: 'Quando Amina ha saputo che sarebbero tornate a casa, ha detto che lei non ci voleva tornare. Ma Yasser era già nel taxi, e le ragazze sono salite. E sono partiti. Lui ha guidato fino vicino ad un hotel, ha parcheggiato e ha sparato.' La ragazza riesce a chiamare la Polizia con il telefono portatile: 'Mi spara, sto morendo!' 'Cosa succede?' 'Sto morendo, ecco cosa succede. Basta! Basta!' La Polizia è riuscita a localizzare approssimativamente il luogo da cui veniva la chiamata. Zia: '(Quando Tissy mi ha avvisato) non ho pensato che Yasser stesse ammazzando le mie nipoti, ho creduto le avesse picchiate. Ho chiesto a Tissy cosa accadeva (ma lei restava inerme). Allora ho detto a mio marito che temevo che Yasser stesse torturando le mie nipoti e lui ha detto di salire in auto (e di andare a cercarle).' Arrivata alla Polizia, la Polizia aveva localizzato il taxi di Yasser. Zia: 'E le ragazze erano morte.' Zia: 'E Tissy piangendo ha detto che lui le aveva ucciso le figlie, e quando le ho chiesto perchè lei ha risposto: in quanto incontravano i loro ragazzi di nascosto e lui era impazzito per questo.' Yasser ha sparato 2 volte ad Amina ed ha ucciso Sarah con 9 pallottole. Yasser è fuggito: ma con l'aiuto di chi? E dov'è andato?

(Ai parenti di Yasser in America) 'Sapete dov'è vostro fratello?' Parenti: 'Vaffanculo!'

Altro omicidio, di una sedicenne, registrato dall'inizio alla fine da un microfono piazzato dall'FBI nella casa dell'uomo (perchè egli era considerato membro di un Gruppo terroristico palestinese - Abu Nidal). Nello stesso appartamento viveva la moglie brasiliana di lui. Palestina (detta 'Tina'), la figlia, era una studentessa eccellente, ma i genitori erano furiosi perchè aveva un fidanzato di colore (americano), andava a lezioni di ballo e aveva trovato un lavoro in un supermarket. Quella sera era stato il suo primo ed ultimo giorno di lavoro. 5 novembre 1998: la registrazione inizia con una lite e Tina che urla. Il padre dice 'Stai ferma, Tina!' Tina dice: 'Madre aiutami per favore!' La madre (brasiliana) risponde: 'Taci!', e in effetti lei stava tenendo ferma Tina, mentre il marito l'accoltellava con un coltello da cucina. Alla fine Tina lascia l'ultimo sospiro, e suo padre esausto dice: 'Stai calma piccolina! Muori, figlia mia, muori.' Isa, il padre (pakistano), dice di aver agito per auto-difesa in quanto Palestina l'aveva aggredito per prima, ma la Giuria non l'ha bevuta e sia il padre che la madre sono stati accusati di omicidio. Le sorelle (islamiche, con velo) di Palestina dicono: 'Era una figlia cattiva che meritava di morire. Provo pena per i miei genitori, lei era una figlia veramente disobbediente. Aveva tutto quello che voleva e genitori amorevoli.' Un altro movente per l'omicidio può essere che il Gruppo terrorista temeva che Palestina li avrebbe smascherati, ma non si è mai riusciti a dimostrare questo movente. Agente della CIA: 'Questo modo di agire (uccidere figlie e madri) può essere l'attitudine ricercata dai leaders di AlQaeda per i suoi adepti, in quanto indica che ci si lascerebbero (anche) esplodere fra la gente.' L'FBI non dice che tutti gli islamici che commettono Delitti d'onore siano membri di Gruppi terroristici, ma negli scorsi anni un gran numero di questi Delitti sono stati portati a termine da islamici con un assetto mentale piuttosto radicale - anche per quanto attiene al trattamento da riservare alle donne. Nel prossimo servizio la testimonianza di una 19enne sopravvissuta per miracolo a quello che gli Agenti chiamano 'tentato Delitto d'onore', commesso dal fratello di lei.

I Delitti d'onore (conosciuti) aumentano nel Mondo

Un fratello ha accoltellato sua sorella (Maryam), e lei è riuscita a sopravvivere (per miracolo). Vive sotto minaccia perchè si teme che possa raccontare la sua storia. Ragazza: 'Sono nata in Afghanistan, siamo andati in Pakistan, e poi siamo venuti qui.' È bella, giovane e parla 4 lingue e descrive sè stessa come devota islamica. Ma anche tipica americana. La madre era emigrata in America con alcuni figli dopo che il marito era morto in Pakistan, dove era proprietario di un negozio. Presto la ragazza si è sentita americana, rifiutando la sua Cultura (afghana). Quando un altro fratello ha raggiunto la famiglia in America, ha scoperto che la sorella aveva rinunciato alla sua Cultura d'origine. Lei: 'Andavo al cinema, a fare shopping nei centri commerciali insieme alle amiche. E cercavo un lavoro.' Il fratello voleva che lei continuasse a studiare. Ma anche la scelta del curricolo di Studi della ragazza era un problema. Lei: 'Fossi stata figlia di una famiglia americana i genitori sarebbero stati molto fieri di me. Ma per la mia famiglia ero una vergogna, non erano fieri di me, erano imbarazzati.'

Parte 4) http://www.youtube.com/watch?v=qEkRIib__U0&eurl=http%3A%2F%2Fey...

Lei: 'Pensavano che la Comunità afghana avrebbe parlato della loro figlia che era diventata americana dimenticando la loro Cultura afghana [islamica], e che si sarebbe comportata in modo da portare vergogna alla famiglia.' Lei ha continuato ad andare a scuola ma ha cominciato ad avere paura e doveva controllare tutto quello che faceva (che non si vedessero le gambe dai vestiti, eccetera). Secondo gli investigatori la madre di Maryam, la signora Mohamed, ha chiesto al figlio di fare in modo che la figlia smettesse di andare a lavorare, ed è ciò che egli ha fatto. Lui ha preso su di sè il compito e ... l'ha accoltellata molte volte. Su tutto il corpo. E mentre veniva accoltellata gli altri membri della famiglia erano lì presenti. E l'unica preoccupazione della madre era che non fossero messi sotto processo. La ragazza (Maryam) dice: 'Ho pensato che stessi morendo'. I vicini hanno chiamato la Polizia e quando è arrivata l'ambulanza il fratello le ha fatto promettere che non avrebbe rivelato che era stato lui ad accoltellarla. Si suppone fortemente che Wahid, il fratello, intendeva ucciderla. Ma lui dice di non ricordare più niente. Lei: 'Mio fratello era normale, non aveva disagi psichici.' Agente: 'Non ho visto rimorso (in Wahid), ho visto solo che era preoccupato per il fatto di dover essere processato. Si considera che questo fosse un Delitto d'onore (tentato) perchè colui che l'ha commesso ha detto (alla vittima) che si trattava di ciò.' Maryam, devota islamica, dice che quanto è accaduto non ha nulla a che vedere con l'Islam. Dice che il fratello cerca delle scuse quando dice che ha fatto quello che ha fatto in nome della sua Religione. Phyllis Chesler dice questi Delitti sono collegati alla Religione (islamica). Phyllis Chelser ha vissuto in Afghanistan quando era sposata al marito afghano-islamico. È una psicologa, e ha scritto tanti libri su quella Cultura (dei Delitti d'onore islamici). Phyllis: 'C'è una quantità di politically-correctness che imperversa nel Mondo. Nessuno si permette di dire che questi crimini appartengono all'Islam perchè questo potrebbe condurli ad essere accusati di razzismo, ed essere accusati di razzismo è l'accusa considerata peggiore, Oggi. Ed invece persino gli attentatori dell'11 settembre erano islamici, e buoni-islamici.' Intervistatrice: 'Non tutti gli islamici sono terroristi e non tutti sono coinvolti in Delitti d'onore. Stiamo parlando di una Minoranza.' Phyllis: 'Ma i Delitti stanno aumentando. E questo perchè la Jihad sta crescendo, e l'Islam è un'Ideologia totalitarista, che si oppone all'Occidente. Ed il principale simbolo dell'Occidente è l'Emancipazione della donna, e la Libertà della donna.' Anche Maryam voleva essere una donna Libera. Paradossalmente quell'incidente l'ha liberata. Lei: 'Sì, mi ha liberata (sono scappata). E -per Dio- non permetterò più a nessuno di farmi una cosa simile.' Presentatrice: 'E per Yasser? Che ha sparato 11 volte alle sue figlie? Dove si è volatilizzato? (Da parte di Yasser) ad Amina e Sara Sa'yd è stato sparato 11 volte dal loro padre, in un taxi.' Polizia: 'Lui è sparito.' Tissy (la madre delle ragazze) diffonde foto di lui, anche cammuffato, perchè venga individuato. Ma il figlio (il primogenito di Tissy e Yasser) difende suo padre e su Internet diffonde la notizia che le sue sorelle sono state ammazzate da una Gang messicana. E dice che il padre è fuggito per paura di essere accusato di qualcosa che non aveva fatto. Ma in privato dice che le sorelle hanno avuto quello che meritavano, perchè vedevano i loro ragazzi di nascosto, sebbene conoscessero le Regole (islamiche). Polizia: 'Stiamo cercando anche nell'Ambiente culturale (islamico e egiziano) -di Yasser-, ma sappiamo che questo tipo di ricerca è soggetta a speculazioni.'

Part 5) http://www.youtube.com/watch?v=ViOHEZJbT-M&eurl=http%3A%2F%2Fey...

Phyllis Chesler dice che tutti quelli che indagano (in merito a questo tipo di Delitti) devono riconoscere che essi sono diversi da atti di Violenza domestica. I Delitti d'onore sono pianificati (da parte della famiglia della vittima), e spesso l'omicida torna nel suo Paese prima che il corpo della vittima sia trovato. Yasser è introvabile, e sembra che i suoi parenti lo proteggano. Sembra che lui sia rimasto in America, nascosto presso parenti, che lo coprono. Intervistatore: 'Siete i parenti di Yasser?' Parente: 'Non è affare tuo.' 'Posso intervistarla?' 'Vaffanculo, siete di FoxNews, dei razzisti. Andatevene fuori dai coglioni da questa proprietà, subito. Figli di puttana.' 'Sa dov'è suo fratello (Yasser)?' 'Fuori dai coglioni da qui!' Polizia (americana): 'È possibile che sia qui nei pressi eppure noi ci è possibile prenderlo.' Le zie di Amina e Sarah sono certe che si sia trattato di un Delitti d'onore. Una di loro: 'Credo che Yasser sia qui in America. Spero che la Polizia lo trovi. E spero che questo permetterà a loro (Amina e Sarah) di riposare in pace. E spero che tutte le ragazze possano vivere in modo sicuro, e che nessuno si permetta mai più di ucciderle, solo perchè sono considerate come -o meno- dei cani.' Ogni anno migliaia di donne islamiche vengono uccise in Delitti d'onore. Le Nazioni Unite hanno redatto una Risoluzione che condanna i Delitti d'onore. Soltanto che 22 Nazioni islamiche si sono rifiutate di sottoscriverla. Fra loro l'Arabia Saudita, l'Egitto, il Pakistan, l'Iran. Oggi Paesi come Siria e Giordania condannano gli uomini che compiono i Delitti d'onore. Dicono che ciò è disapprovato dall'Islam ma che comunque ci sono uomini che continuano a compierli (in nome della loro Religione). Nel Mondo deve essere reso chiaro che 'Delitto d'onore' è un ossimoro: solo quando questo accadrà, questa pratica (omicida) sparirà. Potete spedirmi le vostre mails a: fncspecials@foxnews.com (Megyn Kelly).

RSS

Page Monitor

Just fill in the box below on any 4F page to be notified when it changes.

Privacy & Unsubscribe respected

Muslim Terrorism Count

Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11

Mission Overview

Most Western societies are based on Secular Democracy, which itself is based on the concept that the open marketplace of ideas leads to the optimum government. Whilst that model has been very successful, it has defects. The 4 Freedoms address 4 of the principal vulnerabilities, and gives corrections to them. 

At the moment, one of the main actors exploiting these defects, is Islam, so this site pays particular attention to that threat.

Islam, operating at the micro and macro levels, is unstoppable by individuals, hence: "It takes a nation to protect the nation". There is not enough time to fight all its attacks, nor to read them nor even to record them. So the members of 4F try to curate a representative subset of these events.

We need to capture this information before it is removed.  The site already contains sufficient information to cover most issues, but our members add further updates when possible.

We hope that free nations will wake up to stop the threat, and force the separation of (Islamic) Church and State. This will also allow moderate Muslims to escape from their totalitarian political system.

The 4 Freedoms

These 4 freedoms are designed to close 4 vulnerabilities in Secular Democracy, by making them SP or Self-Protecting (see Hobbes's first law of nature). But Democracy also requires - in addition to the standard divisions of Executive, Legislature & Judiciary - a fourth body, Protector of the Open Society (POS), to monitor all its vulnerabilities (see also Popper). 
1. SP Freedom of Speech
Any speech is allowed - except that advocating the end of these freedoms
2. SP Freedom of Election
Any party is allowed - except one advocating the end of these freedoms
3. SP Freedom from Voter Importation
Immigration is allowed - except where that changes the political demography (this is electoral fraud)
4. SP Freedom from Debt
The Central Bank is allowed to create debt - except where that debt burden can pass across a generation (25 years).

An additional Freedom from Religion is deducible if the law is applied equally to everyone:

  • Religious and cultural activities are exempt from legal oversight except where they intrude into the public sphere (Res Publica)"

© 2022   Created by Netcon.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service