The 4 Freedoms Library

It takes a nation to protect the nation

Mondo islamico - Considerazione, Condizione e Trattamento delle Donne: la Sfida del nostro Tempo

Eguaglianza delle Donne: la Sfida globale del nostro Tempo
27 Agosto 2009, Jeffry Imm

Persino nel nostro cosiddetto Mondo civilizzato del XXI Secolo, l’Eguaglianza delle Donne rimane un’ardua Sfida …

Non c’è Sfida o Priorità più grande per la nostra Generazione della continua e globale Oppressione delle Donne, che rappresentano Metà dell’Umanità. Questa Sfida per l’Eguaglianza delle Donne e per la Libertà delle Donne deve essere uno Sforzo comune di Uomini e Donne assieme, per il Futuro delle nostre Figlie, Sorelle, o Nipoti, e per il Bilione di Donne ( billions of women ) che contano sul nostro Coraggio per difendere i loro Diritti umani universali ( universal human rights ). Vediamo l’Oppressione delle Donne su Base quotidiana attorno al Mondo, incluso lo Stupro pandemico e la Violenza sessuale in Congo ( pandemic rape and sexual violence in the Congo ), i cosiddetti “Delitti d’Onore” ( so-called "honor killings," ), e l’Oppressione delle Donne di Tipo religioso supremazista ( religious supremacist ) e misogino ( misogynist ). Dobbiamo stare uniti su tutti i Fronti sfidando il Traffico in Esseri umani ( human trafficking ), l’Oppressione ( oppression ), la Violenza sessuale ( sexual violence ) e il Feminicidio ( femicide ) contro le Donne attorno al Mondo.

La Chiave in questa Lotta per l’Eguaglianza delle Donne rimane la Coerenza.

Non possiamo decidere che l’Eguaglianza delle Donne conta in qualche Parte del Mondo, ma non in altre. L’Eguaglianza umana è un Diritto umano universale ( universal human right ), e si applica Ovunque e a Chiunque. Pure non possiamo decidere che ci opponiamo all’Eguaglianza delle Donne perché potremmo non gradire alcune delle Decisioni che alcune Donne potrebbero prendere se avessero Eguaglianza. L’Eguaglianza umana è un Diritto umano universale (universal human right ), il Fatto che amiamo o meno le Decisioni che alcune Persone fanno in quanto ed Esseri umani eguali, non è Mai un Motivo contro l’Eguaglianza in sé.

La nostra Speranza per l’Eguaglianza delle Donne sta nella Costruzione di Comunità che hanno la Volontà di condividere il nostro Amore per i nostri Compagni Esseri umani, come pure di condividere un Impegno responsabile per l’Eguaglianza e la Libertà delle Donne – in America e attorno al Mondo.

L’Eguaglianza per le Donne deve essere garantita costituzionalmente in America

Ieri era il Giorno per l’Eguaglianza della Donna, che commemora ( commemorates ) il Passaggio del 19esimo Emendamento ( 19th Amendment ), l’Emendamento per il Suffragio delle Donne nella Costituzione degli Stati Uniti, che ha dato alle Donne degli Stati Uniti i pieni Diritti di Voto nel 1920. Circa 90 Anni più Tardi, rimane una Disgrazia il Fatto che alle Donne non sia ancora stata data piena Eguaglianza costituzionale, e Ciò deve cambiare. Negli Stati Uniti, dobbiamo dichiarare inequivocabilmente e senza Riserve nella nostra Costituzione che tutti gli Uomini E Donne sono eguali sotto la nostra Legge nazionale.

Una simile Questione fondamentale dell’Eguaglianza delle Donne non vedere essere una Scelta “interpretabile” da parte del Governo statale o dalla Legislatura di Turno, ma deve essere un Diritto costituzionale, inequivocabile, per tutte le Donne americane. Una simile Eguaglianza umana è fondamentale per l’Identità vera dell’America in quanto a Nazione ( very identity as a nation ), ed è un Diritto umano universale ( universal human right ).

Perciò, fa Parte del Passato per il Governo degli Stati Uniti, quello di passare ed appoggiare l’Equal Rights Amendment (E.R.A.) per garantire una simile Eguaglianza costituzionale delle Donne. Ogni Giorno, le Donne nelle nostre Forze armate ( women in our armed forces ), più di 200'000 ( over 200,000 ) e altre Ramificazioni del nostro Governo ( other branches ), lavorano per difendere una Costituzione degli Stati Uniti, dove la loro inerente Eguaglianza non è garantita. Le Donne d’America meritano di Meglio, e è nostra Responsabilità di assicurare loro piena Eguaglianza costituzionale.
Per Coloro di voi che sono poco familiari con l’Emendamento per gli Eguali Diritti ( Equal Rights Amendment ), vi chiedo premurosamente di leggere Cosa esso stabilisca. Esso stabilisce che ( states ): “L’Eguaglianza di Diritti sotto la Legge non deve essere negata o abrogata dagli Stati Uniti o da un qualsiasi altro Stato, in Base al Sesso. Il Congresso deve avere il Potere di far applicare, tramite Leggi appropriate, Ciò che prevede questo Articolo. Questo Emendamento deve diventare Effettivo dopo due Anni dalla Data di Ratifica.”

Il Modo in cui l’Emendamento per gli eguali Diritti è espresso riflette il Linguaggio costituzionale del 19esimo Emendamento ( 19th Amendment ) che dichiara: “Il Diritto dei Cittadini degli Stati Uniti di votare non dovrebbe essere negato o limitato dagli Stati Uniti o da un qualsiasi altro Stato a Causa del Sesso. Il Congresso dovrebbe avere il Potere di far applicare questo Articolo tramite una Legislazione appropriata”.

Alcuni continueranno ad opinare che una simile Eguaglianza costituzionale statunitense per le Donne non dovrebbe essere supportata tramite l’Emendamento per gli eguali Diritti, poiché essi sono preoccupati per l’Impatto che un simile Emendamento avrebbe sulla Società americana. Abbiamo già udito Ciò. Delle Opinioni contro l’Emendamento costituzionale ( heard this before. Arguments against a Constitutional amendment ) per i Diritti delle Donne - in quanto sarebbe una Minaccia per la “Civiltà” americana -, sono state espresse tante Volte, come se il Fatto di dare il Diritto di Voto alle Donne americane fosse contro il 19esimo Emendamento della Costituzione ( 19th Amendment ).

Coloro che cercarono di negare alle Donne il Diritto di Voto, dichiararono ( claimed ) che il 19esimo Emendamento ( 19th Amendment ) avrebbe condotto alla Guerra, avrebbe minato la Sicurezza nazionale americana, avrebbe creato “Disordine mentale” nelle Donne, avrebbe condotto a Frodi elettorali compiute dalle Donne, e avrebbe indubbiamente minacciato la Salute delle Donne poiché esse erano troppo “Fragili” per votare. Coloro che cercarono di negare alle donne il diritto di Voto, dichiararono ( claimed ) che il 19esimo Emendamento “avrebbe prodotto una Nazione di Travestiti”, e sarebbe risultato nel “Licenziamento della Mascolinità”. Nonostante le Dichiarazioni di coloro che si opposero al 19esimo Emendamento, l’America commemora il Giorno dell’Eguaglianza delle Donne ( Women's Equality Day ), il 26 Agosto, ricordando quei Legislatori e Stati americani che ebbero il Coraggio delle loro Convinzioni, ed agirono al Fine di assicurare alle Donne il Diritto di votare, tramite il 19esimo Emendamento ( 19th Amendment ), che fu Infine ratificato il 18 Agosto 1920.

È più che Tempo di completare l’Affare in concluso sull’Eguaglianza costituzionale delle Donne in America. Il 19esimo Emendamento è stato ratificato la prima Volta ( first ratified ) dall’Illinois, eppure ad Oggi l’Emendamento per gli eguali Diritti non è ancora stato ratificato dall’Illinois e da 14 altri Stati ( not been ratified by Illinois and 14 other states today ), inclusi l’Alabama, l’Ariziona, l’Arkansas, la Florida, la Georgia, la Louisiana, il Mississippi, il Missouri, il Nevada, il Nord Carolina, l’Oklahoma, il Sud Carolina, l’Utah, e la Virginia. L’Eguaglianza della Donna è un Diritto umano universale ( universal human right ), sotto la Dichiarazione universale dei Diritti umani ( Universal Declaration of Human Rights ), che gli Stati Uniti hanno raggiunto adottandola ( adopting ) in quanto Parte delle Nazioni Unite. La Dichiarazione universale per i Diritti umani riconosce specificatamente “eguali Diritti per Uomini e Donne”. Riconoscendo questi Diritti umani universali ( universal human rights ), chiediamo con Urgenza ai nostri Compagni americani di supportare l’Emendamento per eguali Diritti. Chiediamo al Presidente Obama di chiedere ai suoi Compagni cittadini in Illinois e nel Paese, quando ratificheranno l’Emendamento per gli eguali Diritti? Ad Interim, chiediamo con Urgenza al Presidente Obama di mostrare storica Iniziativa dichiarando un Ordine esecutivo che riconosca l’Uguaglianza delle Donne in America.

Nella nostra Sfida generazionale all’Odio misogino contro le Donne attorno al Mondo, l’America non può permettersi alcuna Eccezione, partendo da Casa sua. Non possiamo permettere che l’avere l’Eguaglianza costituzionale delle Donne in America continui a fallire, a Causa di quella Razionalizzazione che giustifica l’Oppressione delle Donne in America e Ovunque nel Mondo.

Una Sfida globale contro la Misoginia: nessuna Eccezione, Nessuna Scusa, nessuna Razionalizzazione

Di tutte le Forme di Odio istituzionalizzato, che la nostra Società affronta Oggi, Nessuna è più auto-distruttiva per la Sopravvivenza dell’Umanità che l’Odio per le Donne, o Misoginia.

Eppure, vediamo un Aumento di Omicidi misogini, di Violenza, Odio, Oppressione ed Intolleranza, Ovunque nel Mondo. È nostra Responsabilità di consistentemente e incessantemente sfidare questo Odio e questa Violenza contro le Donne. Non possiamo lasciare che questo Mondo di Misoginia diventi l’Eredità della nostra Generazione per le nostre Figlie, Sorelle, e per le Donne nel Mondo.

Se continuiamo ad aspettarci il Minimo, da Parte altrui, in merito all’Odio e alla Violenza contro le Donne, Ciò è precisamente quello che avremo. È Tempo di smetterla di aspettarci il Minimo dagli Altri in America e attorno al Mondo, in merito alla Misoginia, e di cominciare a chiedere il Massimo in Termini di consistente Eguaglianza, Libertà, e Rispetto per le Donne.

Come si cambia l’Atteggiamento pubblico verso la Misoginia? Iniziamo da noi stessi, dalle nostre Famiglie, dal nostro Vicinato, dalle nostre Città, dalla nostra Nazione, e poi da qui raggiungiamo il Resto del Mondo. Iniziamo aspettandoci Eguaglianza per le Donne sul Posto di Lavoro, nella nostra Costituzione, nel nostro Governo, e nella Società. Iniziamo rigettando l’Idea che le Donne sono Cittadini di seconda Classe o Esseri umani di seconda Classe in America o Ovunque nel Mondo. Noi scegliamo coscientemente una Sfida globale contro l’Odio misogino – senza Eccezioni, senza Scuse, e senza Razionalizzazioni. Noi riconosciamo le Attività misogine precisamente per Cosa sono – Crimini d’Odio.
Abbiamo Bisogno di impostare un nuovo Modello di Rigetto pubblico della Misoginia, come Qualcosa che è sempre inaccettabile, proprio come il Razzismo e qualsiasi altra Forma di Odio istituzionalizzato, che è sempre inaccettabile. Negli Stati Uniti, le nostre Priorità nazionali, i nostri Finanziamenti, e i nostri Programmi devono essere gestiti per promuovere l’Eguaglianza per le Donne e per sfidare consistentemente la Misoginia.

Nelle nostre Relazioni estere, dobbiamo mostrare Tolleranza Zero per la Misoginia, specialmente per la Misoginia istituzionalizzata. Quelle Nazioni i cui Leaders e Governi tollerano o supportano l’Odio e la Violenza contro le Donne sono Nazioni mascalzone che non sono da vedere, non si vuol veder essere, e non devono mai essere viste, quali “Alleati” degli Stati Uniti d’America. Il Terrorismo contro le Donne è Niente di meno che una Dichiarazione di Guerra contro metà dell’Umanità stessa.

Il New York Times ha recentemente riportato ( recently reported ) che le “Statistiche globali sull’Abuso di Ragazze sono raggelanti. Sembra che Ora più Ragazze e Donne mancano dal Pianeta, precisamente perché sono Femmine, rispetto al Numero di Uomini uccisi sul Campo di Battaglia, durante tutte le Guerre del XX. Secolo. Il Numero di Vittime di questo abituale “Genero-cidio” eccede di gran lunga il Numero di Persone che sono state uccise in tutti i Geno-cidi del XX. Secolo”.

I Dollari dei Contribuenti statunitensi e gli Investimenti aziendali statunitensi non devono beneficiare Nazioni con Odio istituzionalizzato contro le Donne. Ma lo fanno Oggi, e Ciò deve cambiare. Mentre Alcuni possono vedere questi Cambiamenti quali “radicali”, la nostra Generazione deve sviluppare una Cultura che ritiene l’Eguaglianza, la Libertà, e il Rispetto verso le Donne quale Modello basilare di un Comportamento umano civilizzato. Non possiamo continuare a guardare dall’altra Parte mentre le Donne vengono uccise, mutilate, stuprate, e oppresse intorno al Mondo. Dobbiamo sviluppare una Cultura in cui una simile Eguaglianza e Libertà sia una Priorità rispetto a Chi o Cosa siamo, non solo quali Individui, non solo quale Nazione, ma pure nel Modo in cui ci relazioniamo politicamente e economicamente con il Resto del Mondo.

La nostra Tolleranza verso l’Oppressione delle Ragazze e delle Donne nella Cina comunista, in Arabia Saudita, e in troppo tante Nazioni nel Mondo, è un’Eredità che dobbiamo cambiare. Nelle nostre Relazioni internazionali, troppo spesso abbiamo autorizzato il continuo Supporto di queste Nazioni, che praticano l’Odio istituzionalizzato contro le Donne, con la Razionalizzazione che abbiamo dovuto scegliere il meno Peggio. Ma queste cattive Scelte sono un Esempio di quanta Misoginia tollereremo, accetteremo, e a cui accondiscenderemo. Mandano un Messaggio molto chiaro che i Diritti umani non sono la nostra Priorità principale, e potrebbero persino essere la nostra ultima Priorità. I Diritti umani non sono mai la nostra ultima Priorità; essi sono sempre la prima Priorità per l’Umanità. Il Capitolo scuro nella nostra Storia che ha consapevolmente ignorato una simile Oppressione delle Donne al Mondo, mentre si facevano Affari con i peggiori Oppressori dei Diritti delle Donne al Mondo e li si finanziavano, deve giungere ad una Fine, così che possiamo avanzare insieme e portare l’Eguaglianza e Libertà alle Donne attorno al Mondo.

Gli Uomini e le Donne assieme devono riconoscere che il nostro “Standard di Vita” è grande soltanto in base al nostro “Standard dei Diritti umani”. È il nostro Standard di Diritti umani che definisce se siamo o no un Popolo civilizzato.
Non possiamo riacquistare le Violazioni dei Diritti umani delle Donne attorno al Mondo. Nessun Comfort materiale, nessun Piacere momentaneo, nessuna Prosperità economica giustificherà mai un Momento d’Ineguaglianza, di Degrado, di Oppressione, o di Violenza contro le Donne. Abbiamo bisogno di giungere alla Realizzazione societaria che non possiamo mettere un Prezzo all’Odio e alla Violenza contro le Donne. Abbiamo bisogno di realizzare che nessuna Politica estera produttiva, nessuna Tattica di Sicurezza nazionale produttiva, e nessun Obiettivo politico della Gente libera, è mai avanzato, ignorando l’Odio e la Violenza contro le Donne.

La nostra Responsabilità per l’Eguaglianza e la Libertà delle Donne

Non neghiamo Chi e Cosa siamo collettivamente. Collettivamente, siamo quelli che creiamo i Governi del Mondo. Collettivamente, siamo quelli che formiamo le Multinazionali del Mondo. Collettivamente, siamo le Razze, le Religioni, le Coscienze, e le Nazioni del Mondo. Ciò non è Responsabilità di qualcun Altro. Questa è nostra Responsabilità: l’Eguaglianza e la Libertà delle Donne. È nostra Responsabilità personale di sfidare coloro che giustificherebbero o razionalizzerebbero l’Odio, la Violenza, e l’Oppressione contro le Donne.

Ma se non siamo coerenti nella nostra Sfida contro la Misoginia, allora diremo semplicemente a quelli che odiano le Donne che noi non tolleriamo l’Odio contro le Donne in ALCUNE Circostanze. Questo è il Cambiamento che deve incidere la nostra Generazione. Una Politica di Tolleranza Zero contro la Misoginia deve sfidare l’Odio contro le Donne consistentemente e globalmente.

Senza una Cultura di Tolleranza Zero verso la Misoginia, Dove finirà la nostra Società? I Rapporti dal Mondo ci danno una Previsione dell’Inumanità che continua a crescere su Base quotidiana contro le Donne. L’Odio misogino cerca di dis-umanizzare le Donne sia tramite Atti di Guerra o Atti d’Oppressione.

Secondo i Rapporti di V-Day sulla Guerra del Congo ( V-Day reports on the Congo war ): “Una Cifra stimata a 5 milioni di Persone è morta qui dal 1996, con più di 250'000 Vittime di Stupro”. Il Segretario del Dipartimento di Stato statunitense Hillary Clinton ha recentemente riportato ( recently reported ) da un Viaggio in Congo: “Le Donne e le Ragazze in Particolare sono state vittimizzate su Scala inimmaginabile, da quando la Violenza sessuale e basata sul Genere è diventata una Tattica di Guerra e ha raggiunto Proporzioni epidemiche. Circa 1'100 Stupri sono riportati ogni Mese, con una Media di 36 Donne e Ragazze stuprate ogni Giorno”.

Questa Misoginia contro le Donne in Africa include l’Uso dello Stupro quale Atto di Guerra da Parte di Organizzazioni militari e terroristiche. Circa il Decorso della Guerra nella Repubblica Democratica del Congo (RDC), le Nazioni Unite riportano che ( United Nations reports ): “L’Esercito congolese, il Personale del Settore della Sicurezza, e diversi Gruppi armati continuano ad utilizzare la Violenza sessuale quale Arma di Guerra nella RDC. Inoltre, gli Attori internazionali, incluso il Personale delle Nazioni Unite, è stato implicato nel perpetrare Violenza sessuale nella RDC”. Mentre gli Stati Uniti provvedono a Finanziamenti per le Cure mediche e per il Supporto delle Vittime di Stupro nel Congo, devono pure pianificare delle Aspettative per il Presidente Kabila, perché prosegua i Militari congolesi coinvolti in simili coinvolti in una simile Violenza sessuale, e per il Segretario delle Nazioni Unite, perché assicuri Azioni contro il Personale delle Nazioni Unite coinvolto in una simile Violenza sessuale.

La Violenza nel Congo è collegata alla Violenza in Sudan (dove il Genocidio umano continua ad infuriare) ( in Sudan (where a human genocide continues to rage) ) e in Uganda, sui suoi Confini. Inoltre, questi Stupri sono pure perpetrati dall’Organizzazione terroristica ribelle ugandese ( performed by the Uganda rebel terrorist organization ), la “Lords Resistance Army” (LRA). L’Organizzazione terroristica LRA ( LRA terrorist organization ) dice di cercare di creare uno Stato teocratico basato sui Dieci Comandamenti, mentre uccidono e stuprano altri Cristiani e distruggono le loro Chiese ( murdering and raping other Christians and destroying their churches ). Inoltre, per pianificare Aspettative per il Congo e i Leaders delle Nazioni Unite, dobbiamo avere un Impegno continuo contro l’Organizzazione terroristica ugandese LRA, e le Organizzazioni cristiane devono pubblicamente ed aggressivamente rigettare ( reject ) le Azioni del LRA. I continui Conflitti nel Congo, in Uganda, e in Sudan, devono essere una Priorità per gli Africani, i Cristiani, gli Islamici e gli Esseri umani attorno al Mondo.

Il Regno d’Arabia Saudita è stato descritto da una Donna islamica quale “la più grande Prigione per Donne al Mondo” ( "world's largest prison for women," ), ma gli infiniti Rapporti di Abusi misogini da Parte di Ufficiali del governo e Clerici sauditi non hanno avuto Impatto sul continuo Commercio o Supporto per il Governo misogino d’Arabia Saudita. Alcune Organizzazioni per i Diritti umani continuano persino a cercare Finanziamenti da Parte degli Ambienti d’Arabia Saudita, mentre l’Arabia Saudita continua a rifiutare di dare Fine alla sua Segregazione ( segregation ) e Oppressione ( oppression ) delle Donne, e rifiuta di dar Fine ai Matrimoni infantili ( to end child marriages ). Le Donne che sono riuscite a fuggire Fuori dall’Arabia Saudita, chiedono Asilo ( Women who have managed to escape outside of Saudi Arabia file for asylum ) dalle Leggi misogine d’Arabia Saudita, e anche perché hanno Paura di essere lapidate a Morte ( being stoned to death ).

La Prigione statale saudita è difficilmente unica nel Medio Oriente e in Asia, in termini di Oppressione delle Donne. L’Iran continua a tenere le Donne in Prigione ( hold women in prison ) per i loro Credo religiosi, permette lo Stupro di Donne prigioniere ( raping of women prisoners ), ed ha una lunga Storia di Oppressione e di Violenza contro le Donne, inclusa la Lapidazione ( including stoning ), con Donne quali Sakine Mohammadi Ashtiani che attendono di morire per Lapidazione ( women such as Sakine Mohammadi Ashtiani awaiting death by stoning ). Attorno al Medio Oriente, i cosiddetti “Delitti d’Onore” delle Donne sono rampanti ( rampant ) con Punizioni veramente limitate di Coloro che hanno commesso una simile Violenza, con la Siria che ha recentemente deciso di aumentare la Penalità per Omicidio di una Donna, in quanto a “Delitto d’Onore”, da un Anno a solamente due Anni in Prigione ( from one year to merely two years in prison ). In Iraq, le Donne non sono protette in quanto a Vittime di Stupro, e il “Delitto d’Onore” di una Donna irakena è punibile da tre a sei Mesi in Prigione, Cosa che è sfociata nella Creazione di una “Ferrovia sotterranea” per le Donne irakene che cercano di fuggire ( the creation of an "underground railroad" for Iraqi women to try to escape. ). In Afghanistan, il Governo ha recentemente adottato una Legge che permette di far soffrire la Fame ( government recently adopted a law permitting starvation ) di una Donna islamica shiita se lei non fornisce Sesso a suo Marito, mentre un Chierico in Afghanistan difende lo Stupro coniugale quale “Diritto democratico” ( defends marital rape as a "democratic right." ). Ci viene detto dai Media d’Informazione che le Donne sono state prevenute dal votare a Causa dell’Assenza di Cabine di Voto segregate, Cosa razionalizzata da un Giornale quale semplice “Norma strettamente culturale” ( "strict cultural norms." ). Le Donne continuano a vivere nel Terrore in Afghanistan e in Pakistan, Dove le Donne vengono abitualmente ammazzate ( routinely murdered ), mutilate ( mutilated ), spruzzate con l’Acido ( sprayed with acid ), e stuprate ( raped ), sulla Base della Razionalizzazione che esse hanno meritato di morire per aver commesso una qualche “Offesa” a Danno dell’Islam.
Generazioni di Donne si sono abituate ad essere picchiate, abusate, e uccise, tanto che Alcune non sanno nemmeno ( some don't even know ) che c’è Qualcosa di sbagliato in Ciò. Il Cancro dell’Odio misogino si è diffuso dalla Somalia africana ( dove una Ragazza 13enne è stata lapidata a Morte - 13-year-old girl was stoned to death – per il “Crimine” di essere stata stuprata, e 1'000 Persone hanno guardato la Lapidazione), fino alla Turchia europea (dove il 25% della Popolazione approva i “Delitti d’Onore” - 25 percent of the population approves of "honor killings" -). Inoltre, simili “Delitti d’Onore” e Violenza contro le Donne si sono diffusi attraverso tutta l’Europa ( spread throughout all of Europe ), il Regno Unito ( United Kingdom ), e Dentro gli Stati Untii d’America ( Indianapolis, Atlanta, Dallas, Cleveland, Buffalo ). Questa Violenza non è nemmeno riservata solo alle Donne islamiche, siccome Donne cristiane in Medio Oriente e in Asia diventano frequentemente Obiettivi di un simile Odio. Le Donne cristiane egiziane vengono rapite, stuprate e obbligate ( kidnapped, raped, and forced ) a convertirsi ( convert ) all’Islam. Le Donne cristiane pakistane vengono torturate, spogliate, stuprate ( tortured, stripped, raped ) e bruciate vive ( burned alive ) da Parte di Islamici, in Pakistan. La Violenza globale contro le Donne deve essere una Priorità per gli Islamici, i Cristiani, e gli Esseri umani attorno al Mondo.
La consistente Negazione da Parte dei Governi mondiali di queste Minacce misogine contro le Donne può essere vista questa Settimana in Russia, dove Lunedì, 24 Agosto 2009, Reuters ha riportato ( Reuters reported ) della Visita del Primo Ministro russo Vladimir Putin per supportare il Presidente Ramzan Kadyrov. Kadyrov è stato denunciato dalle Organizzazioni per i Diritti umani per la Storia della Chechnya relativa alle Uccisioni e ai Rapimenti di Attivisti per i Diritti umani. La Responsible for Equality And Liberty ha criticato Kadyrov dalla nostra Protesta di Marzo 2009 ( March 2009 protest ) presso la Capitol Hill statunitense, nella Giornata internazionale della Donna, per il suo Supporto ai “Delitti d’Onore” delle Donne in Chechnya. Il 28 Febbraio 2009, AP ha riportato ( AP reported ) che “il Presidente checheno dal Collo taurino è emerso dalle sue Preghiere pomeridiane presso la Moschea e con Compostezza raggelante ha spiegato Perché le sette giovani Donne a cui era stato sparato in Testa meritassero di morire. Ramzan Kadyrov ha detto che le Donne, i cui Corpi sono stati trovati ammassati a Bordo Strada, avevano “perso Moralità” ed a loro è stato correttamente sparato da Parte di Parenti maschi, quali “Delitti d’Onore””. Il 7 Aprile 2009, Interfax ha riportato ( Interfax reported ) che Kadyrov giustificava l’Assassinio di Donne che erano “promiscue”. Eppure, il Primo Ministro russo Putin supporta apertamente e pubblicamente Ramzan Kadyrov, senza visibile Protesta da Parte dei Gruppi internazionali di Donne, senza Denuncie da Parte del Governo statunitense, e senza Proteste (per Ora) presso l’Ambasciata russa. Alcuni vedono Kadyrov quale la Scelta meno peggiore. Ma se crediamo nell’Eguaglianza e nella Libertà delle Donne, quale Priorità, dobbiamo sempre e consistentemente obiettare in merito al Supporto istituzionalizzato e governativo della Misoginia. Chiudere un Occhio sull’Odio e sulla Violenza contro le Donne non assicurerà mai la Sicurezza alla Russia o a qualsiasi altra Nazione.

La Magnitudo di questo Problema non può essere effettivamente trasmessa da questo breve Articolo. Sul Website di Responsible for Equality And Liberty, in merito a questa Violenza ( Responsible for Equality And Liberty's website on such violence ), mi è stato recentemente chiesto il Collegamento al Rapporto iniziale sul Caso di Aasiya Zubair Hassan ( initial report on Buffalo's Aasiya Zubair Hassan ), di metà Febbraio, e ho scoperto che abbiamo 12 Pagine di Testate su simili Attacchi soltanto nei passati sei Mesi. Queste sono più che semplicemente tragiche Statistiche di continue Storie dell’Orrore di Violenza misogina istituzionalizzata contro le Donne. Ogni Attacco è stato contro un’unica Ragazza o Donna individuale, che era la Madre, la Figlia, la Sorella di qualcuno, e che era amata; un Essere umano speciale. Ma questa consistente e globale Guerra contro le Donne deve ancora essere resa una Priorità dai Media d’Informazione nazionali. Simili Crimini d’Odio contro le Donne non sono ancora una Priorità consistente per molti dei Media d’Informazione principali. Ciò è precisamente quello che dobbiamo cambiare per essere responsabili dell’Eguaglianza e della Libertà delle Donne.

Rafforzarci vicendevolmente per stare uniti in Favore dell’Eguaglianza e della Libertà delle Donne

Il Problema che affrontiamo nello sfidare l’Odio misogino richiede Responsabilità da Parte dei Governi che eleggiamo, e dalle Nazioni, dalle Razze, e dalle Organizzazioni religiose a cui apparteniamo. Possiamo apportare dei Cambiamenti alla nostra Cultura supportando l’Eguaglianza e la Libertà delle Donne, ma dobbiamo aspettarci uno “Standard per i Diritti umani” che rispetti l’Eguaglianza, la Libertà, e la Dignità delle Donne, da Parte di tutte le Organizzazioni di cui facciamo Parte quali Individui.

Le Donne meritano meglio di Ciò. Dobbiamo decidere di rendere un simile Odio ed una simile Violenza contro le Donne una Priorità consistente per i Gruppi che si occupano di Diritti umani, delle Donne, e per noi stessi in quanto Individui.
Dobbiamo ricordare che la nostra Lotta contro l’Odio e la Violenza misogini è basata sul nostro Amore degli Uni verso gli Altri, quali Compagni Esseri umani, e non si deve perdere Sensibilità e Morale, credendo che il Terrorismo misogino non sia altro che Statistiche, che ci manca la Speranza di cambiare. Dobbiamo ricordare per Chi e per Cosa stiamo lavorando – l’Eguaglianza e la Libertà delle Donne e di noi stessi quali Esseri umani individuali. Ma soprattutto dobbiamo lavorare per costruire Comunità d’Amore, costruendo Relazioni con gli Altri, che condividano il nostro Impegno per l’Eguaglianza e la Libertà delle Donne e di noi stessi reciprocamente. La Gente ci rafforza – la Gente ci ispira – e la Gente ci spinge ad agire. Questo è il Motivo per cui dobbiamo lavorare dapprima nella Costruzione di Comunità fatte di coloro che condividono il nostro Amore per l’Umanità, a fine di organizzare i nostri Sforzi, e continuare a lavorare per la Difesa dei Diritti umani delle Donne e di tutta la Gente.

Insieme possiamo essere Responsible for Equality And Liberty (responsabili per l’Eguaglianza e la Libertà).

Questo Articolo è apparso su Family Security Matters. Jeffrey Imm, un Ex dell’FBI, ha il suo proprio web site anti Terrorismo presso UnitedStatesAction.com ed è Parte della Anti-Jihad League of America. È pure Capo di Responsible for Equality And Liberty.

Fonte: http://www.islam-watch.org/iw-new/index.php?option=com_content&;... da http://www.realcourage.org/2009/08/womens-equality-the-global-chall...

***
5 ottobre 2009 - di Valentina Colombo
Ricercatrice, Lucca

Diritti umani verso Shari’a: violenza contro le donne

La grande ironia della recente Conferenza internazionale sulla violenza contro le donne ospitata dal Ministro italiano per le pari opportunità, è che se la Convenzione per l’eliminazione di tutte le forme dio violenza contro le donne (CEDAW), ratificata da 185 Paesi, o più del 90% delle Nazioni Unite, fosse stata implementata, non ci sarebbe stato bisogno di questa Conferenza.

Uno dei principali Problemi è la distanza fra le Leggi, le Convenzioni internazionali e i Trattati, e la loro implementazione.

Nei Paesi islamici, per esempio, sebbene 46 dei 57 membri dell’Organizzazione della Conferenza Islamica (OIC) l’abbiano ratificata, l’hanno fatto con “Riserve”. Sembra che ci siano intellettuali islamici e difensori dei Diritti umani che siano ancora ambivalenti in merito al perseguimento di un impegno relativamente all’Islam e alla Legge islamica, e per l’eguaglianza di genere e il rafforzamento femminile nelle società islamiche.

Sebbene la Dichiarazione sui Diritti umani nell’Islam del 1990, la Carta dei Diritti umani del 1994, e l’Accordo sui Diritti del Bambino nell’Islam dell’OIC del 2005, indichino che la relazione fra l’Islam e i Diritti umani sia cruciale – a causa del posto che l’Islam e la Legge islamica occupano negli affari sociali, culturali, politici e legali dei Paesi in questione – la CEDAW ha più “Riserve” piazzate su di sé che qualsiasi altro Trattato per i Diritti umani. Gli Stati in questione identificati come islamici hanno posto “Riserve” persino più abbondanti in quanto ad applicazione e principi, stabilendo che non implementeranno alcun articolo che va contro i principi della Shari’a. La Convenzione finisce per risultare, così, come se non l’avessero mai firmata.

Ad ottobre 2000, persino il Governo saudita ha firmato la Convenzione, ma ora l’Arabia Saudita, come qualcuno ha detto, ritiene che le donne non sono persone: non possono guidare – non possono fare niente – senza il permesso del loro “guardiano”. È questa una contraddizione? Niente affatto: l’Arabia Saudita ha firmato la CEDAW con le seguenti “Riserve”:

• “1. In caso di contraddizione fra un qualsiasi termine della Convenzione e le norme della Legge islamica, il Reame non ha l’obbligo di osservare i termini contradditori della Convenzione.”

• “2. Il Rema non si considera legato al paragrafo 2 dell’articolo 9 della Convenzione e dal paragrafo 1 dell’articolo 29 della Convenzione.”

Il paragrafo 2 dell’articolo 9 dice quanto segue:

“Gli Stati in questione devono garantire alle donne eguali diritti rispetto agli uomini in rapporto alla nazionalità dei loro figli.”

Il paragrafo 1 dell’articolo 29 dice:

“Qualsiasi disputa fra due o più Stati in questione concernente all’interpretazione o all’applicazione della presente Convenzione che non sia stata regolamentata da Negoziati dovrebbe, sulla richiesta di uno di essi, essere sottomessa ad arbitraggio. Se entro sei mesi dalla data della richiesta d’arbitraggio le due parti non sono in grado di concordare sull’organizzazione dell’arbitraggio, ognuna delle parti potrebbe portare la disputa davanti alla Tribunale internazionale di giustizia, su richiesta, conformemente allo Statuto del Tribunale.”

La conclusione è che l’Arabia Saudita potrebbe semplicemente non aver firmato la CEDAW.

Le Riserve che vengono dai Paesi arabo-islamici sono le ragioni maggiori per l’alta discriminazione contro le donne nelle Leggi elettorali, di nazionalità e di cittadinanza.

Il mondo arabo-islamico cerca di apparire come se non chiudesse gli occhi davanti ai Diritti delle donne, ma allo stesso tempo esita nella modificazione e nella riforma delle Tradizioni e Leggi.
Per esempio, i “Diritti e Doveri delle donne” sono stati la maggior trattando alla Conferenza di giugno 2004 presso il Centro Abd al-Aziz per il dialogo nazionale a Medina, in Arabia Saudita, circa “il costruire e favorire una cultura di dialogo nella società saudita”. Un’eguaglianza di superficie è stata garantita dalla presenza di 35 uomini e 35 donne, comunque essi hanno discusso tutte le questioni da due stanze separate, connesse da una televisione a circuito chiuso.

La Conferenza si è conclusa con una chiara vittoria della posizione conservatrice, rappresentata dalla dichiarazione dello Shaikh Abd AlLah ibn al-Munie in merito al diritto delle diritto delle donne di guidare: “Se le donne che volessero guidare fossero come le donne di questa Conferenza, non avremmo alcun dubbio nel permetterlo. Ma stiamo avendo a che fare con adolescenti …. Per questa ragione dobbiamo essere fermi nella nostra posizione di proteggerle dal male.”

La dichiarazione dell’attivista saudita Wajeha al-Huweidar potrebbe essere stata la risposta: “Tutti i Regimi arabi sono membri delle Nazioni Unite ed hanno ratificato la Dichiarazione universale dei Diritti umani, garantendo giustizia ed eguaglianza, doveri e diritti a tutti gli esseri umani. Comunque nei nostri Paesi maschilisti sciovinisti, le donne sono considerate una proprietà privata della famiglia. In tutti i Paesi arabi, senza eccezione, c’è chiara discriminazione contro le donne.”

Volendo raggiungere Diritti universali

Allo stesso tempo dovremmo sempre assicurarci che quando discutiamo i Diritti umani con la gente di altre culture, quali gli islamici, noi parliamo lo stesso linguaggio: che le parole che usiamo significhino la stessa cosa e che abbiamo gli stessi valori. Per esempio, l’Ex-presidente della Società nazionale per i Diritti umani in Arabia Saudita ha detto una volta: “Ci sono persone che considerano alcuni comportamenti come violazioni dei Diritti umani, mentre noi li consideriamo un modo di salvaguardare i Diritti umani – per esempio le esecuzioni, l’amputazione della mano del ladro, la flagellazione delle adultere. Ci sono persone che credono che tutte le forme di punizioni coraniche violino i Diritti umani. Noi, in Arabia Saudita, apparteniamo al Mondo finché si tratta di principi generali dei Diritti umani. Ma nel nostro Paese noi seguiamo le Leggi di Allah, cosicché ciò che per altri è una violazione dei Diritti umani, per noi è un dovere contro chiunque abbia commesso un crimine.”

La firma della CEDAW da parte dell’Arabia Saudita è semplicemente inutile

Una dichiarazione fatta da un membro del Governo norvegese, il 16 luglio 1990, in risposta ad una simile giustificazione basata sulla Shari’a da parte della Libia, rimane attuale: “Il Governo norvegese sottolineerà che accedendo alla Convenzione, uno Stato si impegna ad adottare le misure richiesta per l’eliminazione della discriminazione, in tutte le sue forme e manifestazioni contro le donne. Una Riserva invocante la Legge religiosa (Shari’a), che è soggetta ad intepretazione, modificazioni ed applicazione selettiva nei differenti Stati aderenti ai principi islamici, potrebbe creare dubbi in merito agli impegni dello Stato che emette la Riserva, sull’oggetto e sui propositi della Convenzione. Essa potrebbe pure minare le basi di Trattati legali internazionali. Tutti gli Stati hanno interesse comune ad assicurare che tutte le parti rispettino i Trattati di cui hanno scelto di diventare parti.”

Esistono interpretazioni della Shari’a diverse da quella hanbalita-wahhabita. Per quanto concerne le donne, il Codice di famiglia marocchino riformato del 2004 (Mudawana) è un perfetto esempio del modo in cui le donne possono essere protette e in cui la loro condizione può essere migliorata in un Codice, seguendo l’interpretazione malikita della Shari’a. In Tunisia, il Codice di statuto personale del 1956, è un documento totalmente secolare – vietante la poligamia – che non è mai stato considerato anti-islamico.

Quando dibattiamo i Diritti umani e delle donne, dovremmo chiedere completo rispetto per le Convenzioni quali la CEDAW – senza eccezioni e senza Riserve. Inoltre, l’Occidente dovrebbe iniziare a chiedere il totale rispetto per i Diritti umani universali prima di cominciare relazioni economiche e politiche con Paesi come l’Arabia Saudita e l’Iran. In questo modo, l’Occidente aiuterebbe la società civile in generale, e le donne in particolare, a raggiungere quegli obiettivi assolutamente importanti: libertà e democrazia.

Fonte: http://www.hudsonny.org/2009/10/human-rights-vs-sharia-violence-aga...

Tag: CEDAW, CondizioneDelleDonne, ConsiderazioneDelleDonne, DirittiDelleDonne, JeffryJimm, MondoIslamico, NazioniUnite, Occidente, PoliticaOccidentaleVersoMondoIslamico, TrattamentoDelleDonne, Altro...TrattamentoDelleDonneOccidentali, ValentinaColombo

Visualizzazioni: 28

Page Monitor

Just fill in the box below on any 4F page to be notified when it changes.

Privacy & Unsubscribe respected

Muslim Terrorism Count

Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11

Mission Overview

Most Western societies are based on Secular Democracy, which itself is based on the concept that the open marketplace of ideas leads to the optimum government. Whilst that model has been very successful, it has defects. The 4 Freedoms address 4 of the principal vulnerabilities, and gives corrections to them. 

At the moment, one of the main actors exploiting these defects, is Islam, so this site pays particular attention to that threat.

Islam, operating at the micro and macro levels, is unstoppable by individuals, hence: "It takes a nation to protect the nation". There is not enough time to fight all its attacks, nor to read them nor even to record them. So the members of 4F try to curate a representative subset of these events.

We need to capture this information before it is removed.  The site already contains sufficient information to cover most issues, but our members add further updates when possible.

We hope that free nations will wake up to stop the threat, and force the separation of (Islamic) Church and State. This will also allow moderate Muslims to escape from their totalitarian political system.

The 4 Freedoms

These 4 freedoms are designed to close 4 vulnerabilities in Secular Democracy, by making them SP or Self-Protecting (see Hobbes's first law of nature). But Democracy also requires - in addition to the standard divisions of Executive, Legislature & Judiciary - a fourth body, Protector of the Open Society (POS), to monitor all its vulnerabilities (see also Popper). 
1. SP Freedom of Speech
Any speech is allowed - except that advocating the end of these freedoms
2. SP Freedom of Election
Any party is allowed - except one advocating the end of these freedoms
3. SP Freedom from Voter Importation
Immigration is allowed - except where that changes the political demography (this is electoral fraud)
4. SP Freedom from Debt
The Central Bank is allowed to create debt - except where that debt burden can pass across a generation (25 years).

An additional Freedom from Religion is deducible if the law is applied equally to everyone:

  • Religious and cultural activities are exempt from legal oversight except where they intrude into the public sphere (Res Publica)"

© 2022   Created by Netcon.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service