The 4 Freedoms Library

It takes a nation to protect the nation

Occidente - "Discorso del Cairo" del Presidente statunitense al Mondo islamico: Critiche

Lettera aperta al Presidente Obama
Di Brigitte Gabriel

Caro signor Presidente,

lei affronta delle Sfide difficili in Campi quali la Realizzazione della Pace in Medio Oriente e la Protezione dell’America dalla Minaccia dell’Islam radicale e dal Terrorismo. Queste Sfide hanno afflitto anche i nostri Presidenti passati, indietro fino al nostro Presidente John Adams. Non ho alcun Dubbio che lei sia consapevole sia della Serietà di queste Sfide che degli enormi Ostacoli che esistono per il loro Superamento.

Non ho pure alcun Dubbio che lei e il suo Staff capite che, nessuna Importanza a quel che ha detto nel suo Discorso Giovedì passato al Cairo, ci saranno quelli che saranno contro di lei. Questo è sempre il Caso quando si cerca di risolvere i Problemi che sono tanto profondi e emotivamente carichi come lo sono queste Sfide.
Presumo che sia sua sincera Speranza che l’Approccio che lei ha scelto di adottare, come evidenziato in quello che sono certa è stato un Discorso accuratamente forgiato, risulti infine di Successo. Comunque, mi duole dirle questo, Signore, ma mentre lei ha detto nel suo Discorso che lei è uno “Studente di Storia”, è abbondantemente chiaro che, in queste Questioni, lei non conosce la Storia e perciò, come ha fatto notare Santayana, lei è votato a ripeterla. Facendo così, i suoi Sforzi, sebbene ben-intenzionati, potrebbe essere che non producano quello che lei professa di sperare che producano.

Un uomo saggio un Tempo disse che se si inizia con le Premesse sbagliate, indipendentemente a quanto logico sia il proprio Ragionamento, si finirà con le Conclusioni sbagliate. Con tutto il dovuto Rispetto, signor Presidente, lei inizia con certe Premesse che sono non-supportate dalla Storia e dallo Studio oggettivo dell’Ideologia dell’Islam politico.

Lei ha iniziato il suo Discorso asserendo che “Tensioni” esistono fra gli Stati Uniti e gli islamici attorno al Mondo, il che, naturalmente, è corretto. Sfortunatamente, lei ha poi proceduto, in Modo scorretto, addossando virtualmente tutti i Biasimi per queste Tensioni all’America e all’Occidente. Lei ha biasimato il Colonialismo occidentale, la Guerra Fredda, e persino la Modernità e la Globalizzazione.

Uno Studente di Storia americana, che non sta cercando di ricostruirla in Modo adattato alla moderna Narrativa politicamente corretta, affermerebbe che le Tensioni fra l’America è gli islamici sono iniziate con lunghi Assalti non-provocati, durati quattro Decadi, da parte di Pirati islamici barbari contro le Navi americane nel tardo XVIII Secolo – Inizio XIX Secolo. Ho notate nel suo Discorso che lei ha citato il Trattato di Tripoli ma che ha ignorato le Circostanze che hanno condotto ad esso. Questo Trattato è stato nient’altro che uno dei Tentativi da parte degli Stati Uniti di realizzare la Pace con i Jihadisti della Costa barbara, che attaccavano le nostre Navi, ed uccidevano e rendevano Schiavi i nostri Cittadini e i nostri Soldati – e che, per loro stessa Ammissione, stavano facendo questo per realizzare la Chiamata alla Jihad.
Questi Jihadisti non agivano in Protesta alla Politica estera americana, che era decisamente isolazionista, e non c’era alcuno Stato di Israele quale Capro espiatorio. Essi stavano facendo quello che in Modo innumerevole hanno fatto i Jihadisti islamici attraverso la Storia – agire in Base alle centinaia di Passaggi del Corano e degli Ahadith che chiamano i Fedeli islamici ad uccidere, conquistare e soggiogare gli Infedeli.

Uno Studente di Storia mondiale saprebbe che, pur con il Riconoscimento di tutti i Mali relativi al Colonialismo occidentale, questi Mali impallidiscono in Rapporto ai circa 14 secoli di Colonialismo islamico, che è iniziato in Arabia sotto la Leadership di Mohammed. Lo Studente di Storia saprebbe che le Forze islamiche hanno sradicato la Presenza di tutti gli ebrei e i cristiani dall’Arabia dopo la Morte di Mohammed, e poi hanno avuto Successo nel conquistare tutto il Nord Africa e la maggior Parte del Medio Oriente, molto dell’Asia Minore e Porzioni significanti d’Europa e India – creando infine un Impero più grande di quello romano al suo Apogeo.
Il Numero di Morti e Schiavizzati durante questi numerosi Secoli di Conquiste imperiali islamiche sono stati stimati ad un Totale di più di 300 milioni di Persone. In più, il Benessere di molte delle Nazioni conquistate e delle Culture è stato saccheggiato dai Conquistatori islamici, e milioni e milioni di Non-islamici che sono sopravvissuti sono stati forzati a pagare delle Tasse onerose, quali la Jizya, che è una Tassa umiliante da versare ai Califfi islamici. E pure, in alcune Aree, ai cristiani e agli ebrei era fatta indossare attorno al Collo la Ricevuta per la Jizya, quale Marchio disonorante.

Questi Fatti non sono stati inventati dai Revisionisti storici cristiani o ebrei, ma sono stati registrati nelle Cronache di Testimoni oculari islamici, attraverso i 14 Secoli passati, e sono a Disposizione di qualsiasi Persona ricercatrice, che anela ad una Comprensione oggettiva di come l’Islam si sia diffuso nel Mondo.

Lei ha detto nel suo Discorso che dobbiamo affrontare apertamente le Tensioni che esistono fra l’America e il Mondo islamico. Questa è una Nozione lodevole con cui concordo, ma definendo l’Islam quale Vittima storica e l’Occidente (e, per implicito, l’America) quale Aggressore, lei non affronta queste Tensioni apertamente, ma allevia il Mondo islamico dal giungere a fare i Conti con l’Ideologia jihadista di cui sono imbevuti i suoi sacri Testi, la quale ha agito nell’Arco di 1 400 Anni.

Persino Peggio, lei rafforza e galvanizza gli Islamisti militanti che considerano le sue Gesta quale Segno di Debolezza e Capitolazione.

La Questione non è che tutti gli Islamici sono Terroristi, o Radicali, o Estremisti. Tutti sappiamo che la Maggioranza degli Islamici non lo sono. Sappiamo pure che molti Islamici amanti della Pace sono Vittime della Violenza islamista.

La Questione è: Cosa conduce Centinaia di milioni di Islamici mondialmente a chiamare alla Morte degli Ebrei?

Cosa conduce milioni di Islamici a fare Sommosse, distruggere Proprietà, e prendere Vite innocenti in Reazione alle Vignette danesi?

Cosa conduce decine di migliaia di Islamici a chiedere l’Esecuzione di un Docente britannico il cui unico “Crimine” è stato autorizzare i suoi Studenti a dare il Nome “Mohammed” ai loro Orsetti?

Cosa conduce innumerevoli Islamici mondialmente a partecipare attivamente a, o finanziare, o fornire Nutrimento a, Organizzazioni terroristiche?
Cosa conduce gli Islamici nelle Moschee in America a pubblicizzare e distribuire Materiali che chiamano all’Odio per gli Infedeli e alla loro Distruzione?

Cosa conduce interi Paesi islamici a proibire la Costruzione di Chiese cristiane e Sinagoghe?

Assumere, come lei apparentemente fa, che Ciò che conduce queste Azioni non sia un’Ideologia di cui sono imbevuti i Libri sacri dell’Islam, ma piuttosto altre “Radici causali”, la maggior Parte delle quali sono riconducibili all’America e all’Occidente, è al Meglio ingenuo e al Peggio pericoloso.

Infine, devo affrontare la sua Dichiarazione che “l’Islam ha un’orgogliosa Tradizione di Tolleranza”. Sfortunatamente, gli Esempi che lei ha fornito sono l’Eccezione piuttosto che la Regola.

Storicamente parlando, io dubito seriamente che i Copti egiziani, i Maroniti libanesi, i Cristiani di Betlemme, gli Assiri, gli Induisti, gli Ebrei e tanti altri che sono stati perseguitati dalla Violenza islamica e dal Supremazismo islamico, sarebbero d’Accordo con la sua Affermazione.

Per Esempio, i cristiani e gli ebrei sono diventati Dhimmi, un Gruppo di seconda Classe sotto l’Islam. I Dhimmi sono stati forzati ad indossare Abiti distintivi: è stato il Califfo di Baghdad, AlMutawakkil, nel IX Secolo, che ha designato una Fascia gialla per gli Ebrei sotto l’Islam, che Hitler ha copiato e duplicato nella Germania nazista circa un migliaio di Anni più tardi.

Sono stata Testimone di prima Mano della “Tolleranza” dell’Islam quando gli Islamisti hanno devastato il mio Paese di Nascita, il Libano, negli Anni Settanta, lasciando diffusa Morte e Distruzione al loro Passaggio. Ho visto come hanno ri-pagato la Tolleranza che i cristiani libanesi hanno esteso a loro. La mia Esperienza non è isolata. Quando lei fa un’infondata Affermazione circa “l’orgogliosa Tradizione” di Tolleranza nell’Islam, lei fa un gran Disservizio alle centinaia di milioni di Non-islamici che sono stati uccisi, mutilati, schiavizzati, conquistati, soggiogati o dispersi – in Nome della Causa della Jihad islamica. Signor Presidente, coloro di noi, come me, che stanno suonando l’Allarme in America in merito alla Minaccia dell’Islam radicale, vorrebbero niente di Meglio che co-esistere pacificamente con il Mondo islamico. La maggior Parte degli Americani non vorrebbe niente di Meglio che co-esistere pacificamente con il Mondo islamico. L’Ostacolo alla Realizzazione di Ciò non risiede presso di noi in America e in Occidente. Risiede con le Centinaia di milioni di Islamici nel Mondo, inclusi molti dei loro Leaders spirituali, che prendono seriamente i ripetuti Richiami alla Jihad, che stanno nel Corano e negli Ahadith. I quali considerano gli “Infedeli” quali inferiori, i quali vale la Pena di conquistare, soggiogare e forzatamente convertire. I quali supportano la “Jihad culturale” quale Mezzo per sovvertire le Società non-islamiche dal loro Interno. I quali prendono seriamente gli Ammonimenti che ci sono attraverso il Corano e gli Ahadith di convertire il Mondo all’Islam – con la Forza, se necessario – e metterlo sotto il Regime di AlLah.

A meno che lei non voglia coraggiosamente ed onestamente accettare Ciò, le sue Aspirazioni per l’Armonia mondiale e la Pace in Medio Oriente, sono votate al Fallimento.

Sinceramente,

Brigitte Gabriel

Brigitte Gabriel è l’Autrice del Bestseller del New York Times They Must Be Stopped: Why We Must Defeat Radical Islam and How We Can Do It (Devono essere fermanti: perché dobbiamo sconfiggere l’Islam radicale e come possiamo farlo). È la Fondatrice e Presidente di ACT! for America (AGISCI! Per l’America), www.ActforAmerica.org.

***

Sabato, 5 Settembre 2009 – Tarek Fatah
Obama sta ricevendo Consigli mono-dimensionali sull’Islam da Dalia Mogahed

Quante di noi hanno visto Ragazzine di sei o nove Anni indossare l’Hijab? Quando abbiamo iniziato a vedere Cose come Ragazzine coperte dalla Testa ai Piedi? Negli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta, abbiamo sognato di avvolgere le Ragazzine in questo Modo? Naturalmente No!

Amici,

ElHam Manea è di Ascendenti yemeniti, è nata in Egitto ed Ora vive in Svizzera, dove è Professoressa presso l’Istituto di Scienze politiche all’Università di Zurigo, e presso l’Istituto di Studi islamici all’Università di Berna.

Ha un Dottorato in Scienze politiche ottenuto all’Università di Zurigo ed è Autrice di diversi Libri, inclusi due Romanzi in Arabo e un nuovo Libro sull’Islam che è stato pubblicato a Marzo 2009, dall’Editore tedesco Herder Verlad. Il suo Titolo è “Rompere il Muro del Silenzio: l’Islam, l’Occidente, e i Diritti umani”.

In questo Pezzo, per il Giornale on-line ME Transparent, la Dottoressa ElHam Manea riflette sulla Decisione del Presidente Obama di qualificare un Islamista quale Consigliere.

Dice che il suo Discorso al Mondo islamico ha turbato lei ed altri Islamici che si oppongono alla Spinta misogina dell’Islam politico. La Dr.ssa Manea suggerisce che il Discorso di Obama sia stato un Risultato diretto dell’Influenza che gli Islamisti portano nella Casa Bianca.

Lei scrive: “Per il Governo degli Stati Uniti, andare in Tribunale a proteggere il Diritto delle Ragazze (islamiche) di indossare l’Hijab è un Atto sconcertante, per non dire repellente – poiché non è un Atto di Protezione dei Diritti umani. Piuttosto, equivale a partecipare alla Violazione dei Diritti di queste giovani Donne”.

Leggete e riflettete.

Tarek

----------

Obama sta ricevendo Consigli mono-dimensionali sull’Islam
Di ElHam Mane’a – ME Transparent
http://www.metransparent.com/spip.php?page=article&id_article=7...

Il Resoconto secondo cui Dalia Mogahed è stata qualificata presso il Concilio per i Consigli in materia di Partenariato basato sulla Fede e di Vicinato, che consiglia il Presidente statunitense Barack Obama, mi ha veramente sconvolto e disturbato.

Ad essere Onesti, sono entrata in Ansia per due Motivi.

Primo, quando qualcuno che cresce in un Ambiente occidentale decide di indossare l’Hijab, è abitualmente un Segno che è influenzato da un’Ideologia religiosa che è persino più conservatrice che quella che prevale nei Paesi arabi ….

La seconda Ragione è stato l’Entusiasmo mostrato dai Media finanziati dai Sauditi, come pure il Messaggio di Congratulazioni sortito da una certa Organizzazione islamo-americana conosciuta per la sua Affiliazione con la Fratellanza Musulmana. Le numerosi Voci che hanno benvenuto la Qualifica mi hanno reso perplessa, e spaventata.

Comunque, ho cercato di prendere Distanza dalle mie proprie Opinioni. Mi sono detta: “Aspetta. Solo il Tempo rivelerà l’Orientamento e i Punti di Vista (di Mogahed)”.

Poi è giunto il Discorso di Obama all’Università del Cairo, indirizzato al Mondo islamico. Sono stata generalmente compiaciuta del Discorso – eccetto per una breve Dichiarazione …. Obama è stato così orgoglioso delle Libertà garantite alle Donne islamiche negli Stati Uniti, che ha chiesto con Urgenza al suo Governo di “andare in Tribunale per proteggere il Diritto delle Donne e Ragazze di indossare l’Hijab, e per punire coloro che lo negherebbero”.

Ho capito Allora che Obama aveva udito solo un’Opinione a questo Riguardo, che pretende di riflettere in Modo esclusivo “Quel che gli Uomini e le Donne islamici pensano” e “Cosa gli Uomini e le Donne islamici vogliono”. E Forse, effettivamente, lei sta solo reiterando la sua Percezione dell’Islam – una Percezione islamista.

Per il Governo statunitense andare in Tribunale per proteggere il Diritto delle Ragazze islamiche ad indossare l’Hijab è un Atto sconcertante, per non dire repellente – poiché non è un Atto di Protezione dei Diritti umani. Piuttosto, equivale a partecipare alla Violazione dei Diritti di queste giovani Donne.

Ci sono quelli che dicono che il Velo sia Parte della Religione. Molte delle Donne che indossano l’Hijab lo fanno perché sono realmente convinte che è Parte della loro Religione.

In Contrasto, Oggi, molte Voci dall’Interno dei Paesi arabi e islamici, insistono che il Velo copricapo è un Simbolo politico dell’Islam politico, e infatti ha Niente a che vedere con la Religione. È il Simbolo della Fratellanza Musulmana di Hassan AlBanna, il cui Schema si oppone all’Immagine delle Donne adottata da Kemal Atatürk in Turchia.

Quanti di noi hanno visto Ragazze di sei o nove Anni indossare l’Hijab? Quando abbiamo iniziato a vedere simili Visioni quali una Ragazzina coperta dalla Testa ai Piedi? Negli anni Cinquanta, Sessanta, e Settanta, avremmo sognato di avvolgere Ragazzine in questo Modo? Naturalmente No!

Persino Oggi, Persone nelle Società urbane arabe non hanno mai udito di una di sei Anni che deve indossare l’Hijab. E Ciò, Amici miei, è perché le Ragazzine vogliono giocare, correre e saltellare in Giro, non fasciate in un Pezzo di Stoffa che le soffoca e limita ogni qualsiasi loro Movimento.

Sorelle, lasciate che usiamo l’Intelligenza. Coloro che difendono l’indossare l’Hijab desiderano occultare la Parte femminile delle Donne, al fine di evitare di suscitare il Desiderio negli Uomini, le cui Urgenze, essi pensano, li portano alla Rovina.

Persino se accettiamo questa Percezione bestiale degli Esseri umani … la Logica detta che non si applica alle Ragazzine …. Le Ragazze non sono Donne maritabili. Vi chiedo di tenere per voi le Opinioni di vari Clerici riguardanti il Permesso relativo ai Matrimoni infantili – perché queste Opinioni sono vergognose, deprecabili e umilianti per i Clerici che le promuovono e per coloro che le accettano.

L’Ondata ascendente dell’Islam politico, e l’Ondata popolare dell’Islam estremista, che si sono diffuse in certi Circoli islamici in Occidente, hanno spinto gli Islamici ad un simile Radicalismo che essi mancano di vedere una particolare Differenza fra una Bambina e una Donna …. Qualsiasi Cosa femminile è pericolosa e deve essere coperta e avvolta in un Sudario ….

Questo è il Motivo per cui la Dichiarazione del Presidente Obama è stata infelice. L’Uomo ha effettivamente messo in Risalto il Fatto che il suo Governo stava violando i Diritti dei Bambini nella sua Società. E questa Affermazione … è stata un Riflesso della Percezione del suo Consigliere (Dalia Mogahed) ….

Il Libro della Mogahed non è credibile

Ho cercato il Libro che ha reso Famosa la Mogahed – un Libro scritto in Inglese intitolato “Chi parla per l’Islam?” (New York, 2007). Il Libro presenta uno Studio sul Campo condotto da Dalia Mogahed e dal suo Collega John Esposito, condotto nel Raggio d’Azione dell’Organizzazione Gallup, che ha dichiarato di riflettere le Opinioni di più di 1 bilione di Islamici, provenienti da numerosi Paesi ….
Non Cosa ne pensiate, Sorelle, ma il lavoro nel Campo della Ricerca scientifica, e non penso che sia possibile per un’Indagine di riflettere l’Opinione di più di 1 bilione di Persone. Chiunque dichiari una Cosa simile sta non solo esagerando, ma ignorando i Principi più basilari della Ricerca.

Ho cercato nel Libro una Definizione del Termine “Shari’a” … ho trovato che gli Autori difendono la Shari’a spiegando che c’è Confusione fra questo Concetto e il Concetto di Legge islamica. La Shari’a, essi dicono, è “una Bussola morale che riflette Principi validi in ogni Era, che non possono essere cambiati”, mentre la Legge islamica, o Giurisprudenza, è “una Mappa che deve conformarsi a questa Bussola”.

Considerando questa Distinzione fra la Shari’a e la Legge islamica, sono stata sorpresa di trovare che la Sezione dei Diritti delle Donne non includesse alcuna Discussione sulla Legge di Statuto personale nei Paesi arabi. Secondo il Rapporto arabo di Sviluppo umano per il 2005, queste Leggi devono essere emendate al Fine di migliorare la Condizione delle Donne arabe, che sono attualmente in uno stato di Arretratezza. Queste Leggi sono bastate sui Testi coranici, così, secondo l’Approccio personale della Mogahed, esse sono Parte della Shari’a. Comunque, queste Leggi perpetuano la Discriminazione verso le Donne in seno alla Famiglia.

Poiché queste Leggi sono opprimenti, secondo la nostra attuale Percezione di Diritti umani, esse sono per Definizione dei Principi che riflettono le Norme del Tempo in cui sono apparse, e perciò possono essere cambiate al Fine di garantire il Diritto delle Donne alla Dignità e all’Indipendenza. Ciò significa che la Shari’a può essere cambiata ….

Trovo persino più strano che lei e il suo Collega insistano sulla Separazione dei Sessi, e che insistano sull’Immagine stereotipata delle Donne, che viola i Concetti di Eguaglianza e della Condizione di queste Comunità dopo centinaia di Anni di Lotte. Ho trovato tutto Ciò strano.

Obama sta ignorando la Diversità di Vedute fra gli Islamici

La Cosa stranissima è che, lanciando un Dialogo con il Mondo islamico, il Presidente statunitense Obama abbia scelto un Consigliere che non esprime la Diversità di Opinioni e Posizioni nei Paesi islamici. Ha scelto un Consigliere che gli sta dicendo: “questo è l’Islam, e questo è il Modo in cui gli Uomini e le Donne islamici sono”, invece di dirgli: “questo è il Modo in cui io percepisco l’Islam, e questo è Ciò che credo che gli Uomini e le Donne islamici pensano …”. La Differenza fra le due Frasi è immensa.

Sarei stata Felice che il Presidente statunitense avesse qualificato più di una Figura islamica per il suo Concilio consigliere, e non solo Dalia Mogahed … che, nel suo Libro, presume di parlare per bilioni di Islamici ….

Lei non riflette la Pluralità d’Opinioni ed Attitudini personali della Società civile e secolare, nei Paesi arabi e islamici. Gente che se venisse incontrata durante gli Appuntamenti del Concilio, sarebbe in Grado di fornire la Visione bilanciata della Realtà che Obama sta cercando di comprendere. Credo che gli Stati Uniti molte Menti e Personalità sono in Grado di fare il Lavoro nel Modo più completo. Voi capite la Causa del mio Allarme?

La grande Preoccupazione di Obama, che non vuole essere come il Presidente statunitense precedente Bush, con le sue Vedute mono-dimensionali, adotterà il Tipo opposto di Veduta mono-dimensionale.

Fonte: http://www.averroespress.com/AverroesPress/Main/Entries/2009/9/5_Ob...

Tag: DiscorsoDelCairo, Europa, MondoIslamico, Occidente, PoliticaOccidentaleVersoMondoIslamico, StatiUniti

Visualizzazioni: 179

Risposte a questa discussione

La Guida scettica al Discorso del Presidente Obama al Cairo
[ http://occidentalsoapbox.blogspot.com/2009/06/skeptics-guide-to-pre... ]
Inviato da Abraham – Sabato 6 giugno 2009

Video: http://www.youtube.com/watch?v=TbV9ZIJhlO0&feature=player_embedded

Traduzione della Trascrizione

Devo dirlo: questo Discorso è stato un Pugno nello Stomaco. Così tante Cessioni, così tante Inaccuratezze storiche, così tante Mezze-verità, Distorsioni e aperte Bugie. Uno potrebbe scrivere un Libro sui Difetti di questo vergognoso Pretesto per tenere un Discorso, ma per Ora analizzerò le Inaccuratezze più lampanti dei primi 10 Minuti di esso.

Come d’abitudine la Trascrizione (del Video):

“Sono onorato di essere nella Città senza Tempo del Cairo”

Cairo non è una Città senza Tempo. Gerusalemme è stata un Insediamento permanente per stimati 5 000 anni. Roma è stata fondata circa 2 800 anni fa. Ci sono Città senza Tempo. Cairo ha circa 1 000 anni. L’antica Capitale dell’Egitto si è mossa dozzine di Volte verso Posti che si trovavano su tutta la Valle del Fiume Nilo, e nessuna Volta è stata il Cairo. Poi Alessandria, fondata da Alessandro il Grande, è servita da Capitale egiziana per circa 1 000 anni (332 avanti Cristo – 641 dopo Cristo), fino alla Conquista islamo-araba nel 641 dopo Cristo. A quel Punto il Commando militare arabo aveva fondato una Guarnigione chiamata “fustat” per amministrare il Territorio appena conquistato. Fu solo dal 969 dopo Cristo che la Città del Cairo è stata fondata lì vicino, e solo nel 1169 dopo Cristo è diventata la Capitale dell’Egitto.

“La Relazione fra l’Islam e l’Occidente include Secoli di Coesistenza e Cooperazione, ma anche Conflitti e Guerre religiose.”

Il Conflitto e le Guerre religiose di cui lei parla sono iniziate appena dopo la Morte di Mohammed, nel 632 dopo Cristo. Le Armate islamiche hanno invaso, protraendovisi, circa la Metà dell’esistente Mondo cristiano, nello Spazio di un Secolo. Il Califfato islamico si è esteso fino al Regno mediorientale e nordafricano dell’Impero bizantino, e le Armate islamiche sono entrate in Spagna nel 711 dopo Cristo, invadendo il Territorio europeo senza essere provocate, e questo è avvenuto 300 anni prima della prima Crociata, e circa 800 anni prima dell’Inizio del Periodo coloniale europeo. Ma naturalmente l’Aggressione non è stata diretta solo verso l’Occidente e i cristiani. Le Armate islamiche hanno pure conquistato l’antico Impero persiano [*] e al tramontare dell’VIII. Secolo si erano creato un Punto d’Appoggio nel Subcontinente indiano, ammazzando, durante il loro Passaggio, zoroastriani, buddisti e induisti.

“In seguito, la Tensione è stata nutrita dal Colonialismo che ha negato Diritti e Opportunità a molti islamici, e dalla Guerra Fredda in cui i Paesi a Maggioranza islamica sono stati troppo spesso trattati quali Procuratori, senza Riguardo per le loro proprie Aspirazioni.”

E cosa dire dei Diritti negati agli infedeli nei Territori dominati dagli islamici durante i passati 1 400 Anni? Cosa dire delle loro Aspirazioni? I cristiani e gli ebrei nel Mondo mediterraneo sono stati relativamente fortunati. Il Corano ha garantito loro lo Statuto “protetto” di “dhimmi”. Questa Protezione è intesa nel Senso mafioso del Termine - a parte il Fatto che le Condizioni a cui sottostare erano molto più dure -. Quali Gente del Libro, a loro era permesso vivere finché avessero pagato Tasse esorbitanti, si fossero sottomessi a costante Umiliazione pubblica, e avessero limitato i loro Diritti legali e non avessero costruito nuove Chiese o Sinagoghe, o persino non avessero riparato le Strutture esistenti. Le Civiltà non-monoteiste dell’Est se la sono vista molto peggio. La Compassione era l’Eccezione; la Regola era il loro Assassinio e l’abietta Distruzione dei loro Luoghi sacri.

E perché lei menziona solo il Colonialismo europeo? Perché non il Colonialismo islamico che è iniziato prima ed è durato più a lungo? Prendiamo ad Esempio il Paese da cui lei sceglie di indirizzarsi al Mondo islamico. L’Egitto è stato tenuto dagli Imperi coloniali europei per un totale di 43 anni; l’Armata di Napoleone ha tenuto brevemente il Territorio dal 1798 al 1801, e il Regno Unito l’ha gestito dal 1882 al 1922. Ora, diamo un’Occhiata a circa 200 Miglia di Distanza, nell’Area mediterranea, verso un Paese cristiano chiamato Grecia. La Grecia è stata occupata dall’Impero islamico ottomano dalla Metà del 1400 fino all’Anno 1821: circa 400 Anni, o circa dieci Volte più a lungo di quanto l’Occidente abbia occupato l’Egitto. E la Grecia era solo una Provincia della Porzione europea dell’Impero ottomano, che ha occupato l’Interezza della Penisola balcanica e oltre. Esso ha gestito gli Abitanti cristiani di questa Zona per Secoli, spingendosi regolarmente verso l’Europa centrale, fino a Vienna, e minacciando di estinguere completamente la Civiltà cristiana in Europa. Eppure, Oggi, non vediamo greci o slavi dirottare aerei negli Edifici di Istambul, oppure far saltare in Aria bus al Cairo.

“Il nostro secondo Presidente, John Adams, ha scritto: “Gli Stati Uniti non ha in sé alcun Carattere di Inimicizia contro le Leggi, la Religione o la Tranquillità degli islamici."

Va benone, ma sfortunatamente per noi questo Sentimento non era mutuo. Johan Adams ha accompagnato Thomas Jefferson in Inghilterra nel 1786 per parlare all’Ambasciatore - a Londra - dello Stato islamico di Tripoli. Questi due riveriti Fondatori della nostra Nazione (statunitense) sono stati in Europa per accertarsi come mai i Pirati (islamici) stessero attaccando le Navi di Mercanti americani nell’Atlantico e nel Mediterraneo, e stessero schiavizzando il loro Equipaggio senza apparente Ragione. Hanno riportato le Ragioni dell’Ambasciatore di Tripoli al Congresso continentale:

“ ... ciò fu fondato nelle Leggi del loro Profeta, e fu scritto nel loro Corano, che tutte le Nazioni che non avessero riconosciuto la loro Autorità sarebbero state peccatrici, e che sarebbe stato il loro Diritto e il loro Dovere di fare la Guerra contro di esse ovunque esse fossero trovate, e di rendere Schiavi tutti i loro Cittadini che potevano essere fatti Prigionieri, e che ogni Uomo islamico che fosse stato ucciso in Battaglia era sicuro di andare in Paradiso.”

E questo ci fa arrivare ai 10 Minuti del Discorso di Obama, che è durato 55 Minuti, e mi sta già venendo il Voltastomaco.

Nota

[*] “La Guida scettica al Discorso del Presidente Obama per “Nowruz” (il Capodanno persiano)”: http://occidentalsoapbox.blogspot.com/2009/03/skeptics-guide-to-pre...
Intervista a Andrew Bostom: il Discorso di Obama al Cairo è inquietante a molti Livelli …

L’Università di Al-Azhar è il Centro epico per la Diffusione dell’Ideologia della Jihad
[ http://tundratabloid.blogspot.com/2009/06/andrew-bostom-interview-o... ]

Dr. Andy Bostom:”Il Discorso di Obama ha assecondato la Storia del Cairo che è stata immersa nel Nazismo e nell’Ideologia della Jihad”

Il caro Collega di TundraTabloid.blogspot.com, Andrew Bostom, è stato intervistato ad una Radio statunitense (US radio station) appena dopo il Discorso al Cairo di Obama, tenutosi il 4 giugno 2009. Le Vedute di Andy sul Discorso del Cairo, come pure la sua interessante Lezione sulla Storia dell’Università di AlAzhar - la quale ha avuto un Ruolo tradizionale di prima Forza educativa alla Dottrina islamica della Jihad - mi hanno spinto a trascrivere l’intera Intervista al fine di preservarla per gli Archivi storici. Leggete ed apprendete.

KGS

Introduzione

Obama: … Troppo spesso è detto solo a Porte chiuse, che bisogna sostenere uno Sforzo finalizzato all’Ascolto reciproco, all’Apprendimento reciproco, al Rispetto reciproco, e alla Ricerca di Intese comuni. Come il sacro Corano ci dice: “Sii consapevole di Dio, e dì sempre la Verità”. >>

Seguito

Helen Glover: Questa è Radio 920 WHJJ, e sono Helen Glover. Queste sono state le Parole del Presidente ieri, che ha parlato al Cairo, dove ha detto – uh – che il Cambiamento non può avvenire dall’oggi al domani, e ha pure parlato della Necessità di un nuovo Inizio fra Stati Uniti e Islamici e che qualsiasi Ordine mondiale che elevi una Nazione sopra ad un’altra è destinato a fallire. Ha detto che l’Iran dovrebbe avere il Diritto di accedere al Potere nucleare pacifico, assumendosi le sue Responsabilità, e ha reiterato il suo Supporto per la Creazione dello Stato palestinese.
Mi sono annotata questo Punto perché qui, tutto quello che ho potuto pensare è stato “quo Veritas” – sapete, quel “Cosa è vero”, nello Scambio fra Gesù e Ponzio Pilato -. Cosa è Verità nel Corano, è uguale alle mie Verità? Ci ha raggiunti il Dr. Andrew Bostom dell’Ospedale Rhode Island, e Autore di “The Legacy of Jihad” (L’Eredità della Jihad), e pure Autore di “Legacy of Islamic Anti-semitism” (Eredità dell’Anti-semitismo islamico). Dr. Boston, benvenuto e buongiorno.

Dr. Andrew Bostom: Grazie tanto per avermi qui, Helen.

Helen Glover: Mi chiedo - abbiamo udito delle Parole, ieri, e possiamo sederci ed analizzarle, sezionarle e valutarle, ma, voglio sapere, come crede che queste Parole siano state viste nel Mondo arabo/islamico, nell’Area in cui ha parlato, specialmente in Arabia Saudita, Egitto ed Iran - lì lo si vede magari come un Presidente debole?

Dr. Andrew Bostom: Penso che, sfortunatamente, queste Parole abbiano minato qualsiasi Movimento riformista che avrebbe effettivamente potuto esistere nel Mondo islamico, eh …, perché quello che si evince è solo una Serie di compiacenti Banalità, se non addirittura di Fraintendimenti della Dottrina islamica e della Storia islamica - eh … che è stata inquietante in Passato e pure lo è nella nostra Era - cosa che rinforza solamente la Rigidità dell’Islam classico. Ho pensato che – essendo l’Università di AlAzhar uno degli Sponsors– il signor Obama abbia detto apertamente che essa era uno dei Sostenitori dell’Evento. E in effetti, lo è in Senso stretto, intendo: da più di 1 000 anni l’Università di AlAzhar del Cairo è veramente il Santuario accademico – come La Mecca è quello religioso - della Comunità islamica globale. Così: è stato altamente simbolico che egli sia stato lì (ed abbia detto quel che ha detto).

Helen Glover: Oh, questo è interessante, sentiamo ….

Dr. Andrew Bostom: (AlAzhar) È veramente il Pinnacolo dell’Educazione religiosa islamica. Um, John Roy Carlson, che ha messo insieme una notevole Serie di Rapporti investigativi durante a II. Guerra mondiale - in merito a questo Paese (gli Stati Uniti) -, e che ha seguito i Movimenti nazisti e fascisti in questo Paese, e quelli di Bundis, e che li ha portati allo scoperto, e che dopo la Guerra ne ha seguito il Seguito oltremare: dove l’ha condotto il Seguito? L’ha condotto al Cairo, perché l’Egitto divenne uno dei Santuari maggiori dei Nazisti a metà degli anni Cinquanta, sotto (Abdel) Nasser. Ma circa una Decade prima che Carlson andò lì – a fine anni Quaranta, inizio Cinquanta – egli aveva documentato non solo di Simpatie largamente diffuse, al Cairo, per i Nazisti, ma si era (anche) confrontato con un Fanatismo religioso islamico, (esistente) presso la stessa AlAzhar. Era andato là, ne aveva intervistato i Clerici, ed aveva provveduto ad una Descrizione veramente mirata della sua Tradizione.

[Bostom: Carlson ha provveduto una Descrizione mirata (nel suo Libro “Cairo to Damascus”) della “Tradizione” di AlAzhar]
(Carlson) Dice: “Ogni anno AlAzhar ha diplomato centinaia di Missionari che hanno predicato la sua fanatica Dottrina attraverso l’Asia, l’Africa e le Isole del Pacifico”.

Va avanti commentando: “Sebbene Mohamed, il Profeta islamico, morì nel 632, ho scoperto ad AlAzhar che le sue Predicazioni erano considerate fresche e applicabili Oggi, assolutamente senza Modifica.”

E poi va avanti descrivendo ulteriormente i suoi Incontri con l’allora Rettore dell’Università di AlAzhar, che naturalmente ha predicato la Jihad - la Guerra santa - contro il Sionismo, ed è stato Amico del Jihadista e Nazista ex-Muftì di Gerusalemme - Padrino del Movimento palestinese - Hajj Amin AlHusseini, il quale ha pure trovato Sepoltura al Cairo - dopo la II. Guerra mondiale -.

E la Ragione per cui ciò è rilevante, e per cui il Discorso di Obama è tanto inquietante, è che (questa Dottrina) avanza nella nostra Era. Ho appreso ciò  this plea  da un Sociologo egiziano (Sayyed AlQimni), un Sociologo in Egitto, un Egiziano, un Locale, il quale si lamentava di questo Fatto, Oggi - e questo è stato riportato a luglio 2004 -: “la Guerra della Jihad e il brutale Soggiogamento degli Infedeli alla Legge islamica della Shari’a, continuano ad essere insegnati ad AlAzhar”. Egli conclude - il Sociologo egiziano -, dicendo: “Che genere di cose stiamo insegnando alla prossima Generazione? Che ha il Diritto di attaccare altri Paesi al fine di convertirli all’Islam? E ci chiediamo da dove venga il Terrore?”

Questo è un Egiziano, e questo tipo di Persone è quello che sfortunatamente il signor Obama sta minando quando egli cita semplicemente quelle Banalità (che ha citato), eh … è veramente molto inquietante.

Helen Glover: sa - mi sto chiedendo - non c’è stato alcuno Stop in Israele durante questo Viaggio; egli si trova ora già alla Base delle Forze aeree di Landstuhl, in Germania, e sta andando a Buchenwald oggi, ah … non c’è stata alcuna Fermata in Israele. Egli chiede una Soluzione dei due Stati con Israele: ciò, in che Situazione lascerà Israele? Intendo: lascia che essi (gli israeliani) si muovano “là fuori” piuttosto da soli.

Dr. Andrew Bostom: Oh assolutamente, ma è peggio di così, perché (poi) sai che ci sono – e sono molto stanco, in quanto ad Ebreo, sono veramente stanco di questi Appelli di Massa, al Massacro degli Ebrei, (come) nelle passate Generazioni, tramite l’Olocausto – questi cosiddetti Viaggi simbolici ad Auschwitz e Buchenwald …. (Infatti) Egli ha avuto la Temerarietà, in quel Discorso, di fare l’immorale Equivalenza fra l’Olocausto degli Ebrei e la cosiddetta grave Situazione dei Palestinesi.

Helen Glover: Sì … sì …

Dr. Andrew Bostom: Questo è stato … questo è stato da non credere, per me, um …

Helen Glover: Intendo, la sua Chiesa ha supportato Hamas. Intendo, la loro Dottrina (di quelli di Hamas) era stampata nel Bollettino della sua Chiesa, la Chiesa di Jerimiah Wright. Si sapeva che loro erano così, … tanto che non mi sorprende che egli sia …. Ho detto ciò durante le Elezioni: non potevo credere che avesse il Supporto di Sostenitori ebrei in questo Paese, quando era molto evidente – non ha nascosto ciò durante le Elezioni – che supportava Hamas.

Dr. Andrew Bostom: Oh assolutamente … ascolta, il Fatto è che Wright è stato un anti-Semita molto virulento, ed è ancora un anti-Semita molto virulento, e così è (Bill) Ayers. Ah sì, questo è molto preoccupante, non so cosa stia accadendo nella Mente dei Leaders ebrei che semplicemente hanno scelto di ignorare tutto ciò. Ma credo che nel Discorso ci sia l’immorale Equivalenza fra l’Olocausto e la grave Situazione del Popolo palestinese ….

Helen Glover: (Questo) La direbbe lunga ….

Dr.Andrew Bostom: Sî, la direbbe lunga.

Helen Glover: Dr. Andrew Bostom del Rhode Island Hospital e Autore di “The Legacy of Jihad” e pure Autore di “Legacy of Islamic Anti-Semitism”, grazie tanto di averci raggiunto. Mi piacerebbe parlarle di nuovo con lei su questo Soggetto, perché esso avrà certamente un Impatto - quantomeno - sull’immediato Futuro. Grazie tanto.

Dr. Andrew Bostom: Grazie per avermi avuto qui.

Helen Glover: È il benvenuto.
Tuoni Fulmini e Saette sul Cairo
[ http://gatesofvienna.blogspot.com/2009/06/sound-and-fury-in-cairo.h... ]
Venerdì 5 giugno 2009 – Di Baron Bodissey

Almeno il 95% del Discorso (speech) di Barak Hussein Obama ieri al Cairo è stato una Maglietta della Salute. È stato Biada per tutti quei portatori di Birkenstock e quei Bianchi viziati cannaioli che sono rimasti negli Stati Uniti, e che sono responsabili per la sua Elezione.

Ma per il Resto …. Bene, per il Resto si è trattato di una vistosa Capitolazione al “mondo islamico”. E ci sono state alcune Parti spaventose, quali la Frase seguente - che ha comunque niente a che fare con l’Islam -: “E voglio particolarmente dire a questi Giovani di ogni Fede, in ogni Paese – voi, più di Chiunque altro, avete la Capacità di reimmaginare il Mondo, di rifare questo Mondo” (Enfasi aggiunta).

Rifare questo Mondo.

Signore e signori: questa è una Frase fascista. La Gente che vuole rifare il Mondo casca inesorabilmente nel Totalitarismo, perchè deve agire contro questo seccante e persisente Impedimento che si chiama “Natura umana”. Il XX. Secolo è stato disseminato di milioni di Cadaveri, di Fosse comuni e di Campi di Sterminio, quale Risultato di una Varietà di Ideologie che hanno cercato di rifare il Mondo.

Grazie a Dio per la Crisi finanziaria attuale, che servirà a ridurre la Capacità di Barak Hussein Obama di realizzare i suoi Sogni grandiosi.

Altri Bloggers e Scrittori hanno fornito eccellenti Analisi di questo Discorso. Robert Spencer l’ha fischiato su Jihad Watch, e Melanie Phillips e Caroline Glick ne hanno fornito un Commento pertinente.

Il signor Obama ha detto: “Ora: tanto è stato fatto, tanto che un americano africano di Nome Barak Hussein Obama ha potuto essere eletto Presidente”.

Ma in effetti, questo Elemento era vietato nei Salotti-bene prima dell’Elezione. Pamela di Atlas Shrugs ci ricorda che non è stato fatto molto grazie ad “Hussein”: “Obama ha ingannevolmente mascherato il suo Passato islamico, la sua Scolarizzazione e la sua Agenda. L’America aveva saputo poco degli Obiettivi di Obama relativi al convertire questa Nazione nel “più grande Paese islamico al Mondo”.”

Il Presidente ha parlato a lungo del Conflitto arabo-israeliano, snocciolando l’appiccicosa “Equivalenza morale”, che è così spesso caratterizzante della Retorica dei Leaders occidentali: “Per Decadi, ci si è trovati in un Punto di Stallo fra due Popoli, con Aspirazioni legittime, con una Storia dolorosa, la quale rende difficile il Compromesso”.

Ma non tutti questi Esempi sono lampanti. Come segnala Yid With Lid, il Presidente ha segnalato l’Olocausto e l’Anti-semitismo europeo senza nemmeno accennare all’unico grande Bacino di Anti-semitismo dei nostri Tempi: il Medioriente islamico.

Il signor Obama ha orgogliosamente citato il Corano: “Il sacro Corano insegna che chiunque uccida un innocente – è come se abbia ucciso tutta l’Umanità”.

Il Passaggio riferito sopra è Parte del Versetto 5:32: “Perciò prescrivenno per i Figli di Israele che chiunque uccida un’Anima - la quale non debba sottomettersi al Taglione per aver ucciso un’Anima, o per aver sparso Corruzione nel Territorio - è come se avesse ucciso il Genere umano intero, e chiunque dia Vita ad un’Anima, è come se avesse dato Vita al Genere umano intero. I nostri Messaggeri sono già venuti a loro con dei chari Segni; poi molti di loro, in seguito, hanno commesso Eccessi sulla Terra.”

Il Presidente ha trascurato di menzionare il Verso immediatamente seguente (5:33), che dice: “Questa è la Ricompensa per coloro che combattono contro Dio e il suo Messaggero, e si precipitano per la Terra, per corromperla: essi dovrebbero essere ammazzati, o crocifissi, o dovrebbero essere tagliati loro via mani e piedi alternati, o dovrebbero essere esiliati dal Territorio. Questa è una Degradazione per loro in questo Mondo; e nel Mondo a venire li attende un potente Castigo.”

Questo Testo è sufficientemente brutto in sé stesso, ma dovrebbe essere pure notato che la Frase “coloro che combattono contro Dio e il suo Messaggero” è vastamente interpretata dagli Scolari islamici dei Media principali con il Significato di chiunque si oppone agli islamici e resiste alla Diffusione dell’Islam.

Eppure, se credete a Barak Hussein Obama, Islam significa “Tolleranza”. Ha detto: “l’Islam ha una fiera Tradizione di Tolleranza. Lo vediamo nella Storia di Andalusia e Cordoba durante l’Inquisizione. L’ho visto di prima Mano quando ero Bambino in Indonesia, dove i devoti cristiani praticavano liberamente in un Paese a Maggioranza islamico. Questo è lo Spirito che abbiamo bisogno Oggi. La Gente in ogni Paese dovrebbe essere libera di scegliere e vivere la sua Fede in base alle Convinzioni della Mente e dell’Anima. Questa Tolleranza è essenziale perché la Religione prosperi - ma essa è sfidata in molti Modi diversi -.”

Rivediamo un po’ la presunta Tolleranza del Passato e consideriamo i Fatti che avvengono al Suolo proprio Ora, nel decimo Anno del XXI. Secolo. Se l’Islam è così tollerante, perchè abbiamo visto i Paesi a Maggioranza islamici – Pakistan, Egitto, Arabia Saudita, Iraq, Iran, Turchia, eccetera – sostituire a poco a poco le loro Popolazioni cristiane, ebree e induiste?

Storie come questa (this one) riportata da Asia News sono diventate sempre più frequenti nei Paesi islamici sotto l’Influenza della Dottrina salafita: “I non-islamici dei Villaggi lungo il Confine afghano-pakistano sono obbligati a pagare la Jizya. Lashkar-e-Islam vuole un migliaio di Rupie per Maschio adulto al fine di permettere ai non-islamici di vivere Là, con il Diritto di viaggiare. Nell’Area di Orakzai, i talebani si sono impossessati di due Negozi e di varie Case possedute dai sikh. Alcune Famiglie sono obbligate a pagare fino a 20 milioni di Rupie per poter rimanere.”

I non-islamici devono pagare se vogliono mantenere la loro Religione e vivere fra gli islamici.

E ciò è nient’altro che esattamente lo stesso Sistema che era in Vigore a Cordoba e Andalusia un migliaio di Anni fa, durante “l’Epoca d’Oro dell’Islam”.

* * * * * * * * * * * * * * *

Un paio di Lettori di GatesOfVienna hanno contribuito con le loro proprie Osservazioni in merito al Discorso del Presidente.

Dapprima la Reazione a questo Passaggio del Discorso: “Quale Studente di Storia, conosco pure io i Debiti che la Civiltà ha con l’Islam. È stato l’Islam – in Luoghi come l’Università di Al-Azhar – che ha mantenuto accesa la Luce dello Studio per così tanti Secoli, preparando la Strada per il Rinascimento europeo e l’Illuminismo. Sono state le Innovazioni nelle Comunità islamiche che hanno sviluppato l’Ordinamento algebrico; la nostra Bussola magnetica e gli Strumenti di Navigazione; la nostra Maestrìa con Penne e Stampe; la nostra Comprensione di come si diffonde la Malattia e di come può essere curata. La Cultura islamica ci ha dato Archi magnifici e Guglie impennate; Poesia senza Tempo e Musica apprezzata; Calligrafia elegante e Posti di pacifica Contemplazione. E durante tutta la Storia, l’Islam ha dimostrato attraverso Parole e Fatti le Possibilità di Tolleranza religiosa e Eguaglianza razziale.”

La Risposta di Fjordman a ciò: “C’è anche anche solo una Dichiarazione veritiera in questo intero Paragrafo? Forse la Calligrafia è apprezzabile, e pochi Scolari islamici - specialmente Al-Khwarizmi e Omar Khayyam - hanno dato Contributi all’Algebra. Ma a parte ciò si tratta praticamente di una totale Assurdità. La Bussola magnetica è stata inventata dai cinesi, e probabilmente dagli europei in Modo indipendente. La Stampa di Libri è stata inventata dai cinesi e ostinatamente e persistentemente rigettata dagli islamici per un migliaio di Anni o più, a Causa della Resistenza religiosa islamica. Al-Azhar si è focalizzata sugli Studi religiosi islamici – la Legge della Shari’a – non sulla Filosofia naturale o sulle Scienze, come hanno invece fatto le Università europee. Ciò è forse il Motivo per cui il Lavoro scientifico originale più grande mai scritto in Lingua araba, il Libro dell’Ottica di Al-Hazen, è stato scritto al Cairo ma in seguito quasi totalmente ignorato dal Mondo di Lingua araba, inclusa Al-Azhar del Cairo. È stato studiato in Europa.L’Algebra moderna pure, è stata sviluppata in Europa. Gli Scolari islamici non hanno capito come si diffondono le Malattie o come si possano curare. Questo è stato dimostrato nel tardo XIX. Secolo con Scolari quali il grande Uomo francese Louis Pasteu e il tedesco Robert Koch. La Teoria dei Germi ha potuto essere dimostrata solo dopo la Creazione di Microscopi sufficientemente potenti. Il Microscopio è stata un’Invenzione esclusivamente europea con equivalente in nessun’altra parte del Mondo.”

In merito alla Donazione caritatevole islamica, o zakat, il Presidente ha detto: “Per Esempio, negli Stati Uniti, le Regole sulle Donazioni caritatevoli hanno reso difficile per gli islamici l’Adempimento dei loro Obblighi religiosi. È perciò che mi impegno a lavorare con gli islamici americani per assicurarci che possano adempiere alla zakat.”

Un Lettore ha inviato questa Risposta via E-mail: “Dato per scontato che si sa che la zakat è usata per “la Causa di AlLah” (per Esempio, per i mujahideen, questi Combattenti di Battaglia santa, o Jihad) potrebbe essere che il Supporto di Barak Hussein Obama ad essa – se egli propone una Legge a tale Scopo – costituisca un Motivo per essere denunciato per aver fallito nella Protezione degli Stati Uniti, dal Momento che la zakat è intrinsecamente sediziosa contro i Governi non-islamici e i loro Popoli?

Naturalmente, e sarebbe un Motivo per cui qualsiasi Congressista si opponga a una simile Legge, perciò è essenziale che noi si diffonda questa Informazione sul maggior Numero di Siti possibile.

Dunque, se possiamo diffondere questo Fatto in merito alla zakat, ciò può creare le Basi per citare in Giudizio Moschee o altre Organizzazioni recipienti della zakat, chiamandoli in Causa quali Terzi in Casi legali contro il Terrorismo islamico. Ho notato pochi anni fa che un Tribunale statunitense si è fatto garante in Favore di Gente i cui Parenti erano stati uccisi da Terroristi islamici, ed è stato trovato che l’Iran era “colpevole” - ma naturalmente nessuna Multa ha potuto essere recuperata -. Se possiamo dimostrare che tutte le Moschee raccolgono la zakat, allora abbiamo le Basi per aiutare lo Smantellamento della Forza finanziaria della Jihad nel Mondo intero. Queste Moschee e “Carità” sono le Condizioni per cui esiste il Terrorismo; vanno smantellate tramite Procedimenti penali e va esposta la loro Natura sediziosa, che è Metà della Battaglia.

Shariah Finance Watch (l’Osservatorio della Jihad finanziaria) sta pensando negli stessi Termini: qualsiasi Legge che permetta la Finanza della Shari’a è, per definizione, incostituzionale, ed è vulnerabile per Motivi legati al primo Emendamento.

* * * * * * * * * * * * * * *

C’è tanto, tanto altro che potrebbe essere detto in merito al Discorso di ieri al Cairo. Possono essere scritti intere Dissertazioni in merito alle Dissimulazioni, Esagerazioni, e Non-verità contenute nelle Parole del signor Obama.

Comunque, mi fermo qui per adesso.

Vorrei pensare che questa è l’ultima Parte delle Cessioni all’Islam che vedremo da parte del nostro attuale Presidente statunitense. Sfortunatamente, è con tutta Probabilità appena l’Inizio della Caduta della sua Amministrazione nella Dhimmitudine completa.

L’Illustrazione [vedi Documento originale] in cima è dal Jyllands-Posten. Grazie a TB per il Suggerimento.
Obama distorce certi Fatti, ne omette altri
[ http://www.islam-watch.org/index.php?option=com_content&view=ar... ]
9 giugno 2009 – Di Sami AlRabaa

O Obama non conosce quel che sta nel Corano e negli Ahadith, e cosa realmente accade nei Paesi islamici e nelle Comunità islamiche, oppure egli intende semplicemente compiacere gli islamici, come fa la maggior Parte dei Fantocci pro-Islam in Occidente.

La prima Cosa che devo far notare è che gli Islamisti vogliono creare un Fronte islamico contro il Resto del Mondo. E il Discorso di Obama al Cairo, focalizzandosi sulla Divisione del Mondo in “Islamici” e “Non-islamici”, si mette esattamente al Servizio dell’Agenda islamista.

Per quanto concerne la Religione islamica e le Società islamiche, le Possibilità sono due: o Obama non ha letto il Corano e gli Ahadith, e non conosce realmente cosa sta accadendo nei Paesi islamici e nelle Comunità islamiche, oppure vuole semplicemente compiacere gli Islamici, coma fa la maggior Parte dei Fantocci pro-Islam nel Mondo occidentale, rispecchiando un Detto arabo: “La Mano che non puoi condannare: baciala”.

Vediamo come il Presidente degli Stati Uniti ha distorto alcuni dei Fatti che ha citato, e ne abbia omessi molti altri. Ha detto: “L’America e l’Islam non sono esclusivi, e non hanno bisogno di essere in Competizione. Invece, si sovrappongono e condividono Princìpi comuni, Princìpi di Giustizia e Progresso, Tolleranza e Dignità per tutti gli Esseri umani”. Ha pure detto: “Attraverso la Storia, l’Islam ha dimostrato a Parole e Fatti le Possibilità di Tolleranza religiosa e Eguaglianza razziale” (Enfasi mia)

L’Islam è “Giustizia e Tolleranza e Dignità per tutti gli Esseri umani”? L’Islam ha “dimostrato tramite Parole e Fatti, Tolleranza religiosa e Eguaglianza razziale”? Questo è assolutamente ridicolo. Qui è la Prova, dal Corano e dagli Ahadith, che questo è assolutamente non-vero: Uccidi i Cristiani e gli Ebrei … (“Surah” 2 : Verso 191) - Non prendere gli Ebrei e i Cristiani quali Amici … (5:51) - Gli Uomini sono superiori alle Donne perché AlLah ha reso loro così …(4:34) - Picchiale (le Donne) … (4:34). Il Corano è pieno di Passaggi come questi. Per maggiori Dettagli, leggere “L’Islam è una Fede violenta?” [1]. Gli Ahadith dicono: Le Donne sono deficienti in Intelligenza (Hadith 301) – Le Donne sono truffatrici e Creature inutili (3455) – Se Donne, Ebrei, Cani e Asini passano accanto ad un Islamico che sta pregando, essi annullano la sua Preghiera (493 e 704) – I Non-islamici devono soggiogarsi alla Shari’a (413). La Lista di atroci Ahadith come questi è lunga. Per più Ahadith, leggere “Donne negli Ahadith” [2].

In Pratica, se indossate una Croce o portate con voi una Bibbia in Arabia Saudita, voi rischiate di essere incarcerati, torturati, frustati e poi deportati. Prominenti Cappellani islamisti quali gli egiziani AlQaradhawi e Ali Gom’a (Gran-muftì d’Egitto) e il saudita AlLahedan (Capo del Concilio delle Fatwa in Arabia Saudita) chiedono con urgenza agli islamici di ammazzare i Soldati stranieri in Territori arabi e islamici, incluso Israele. AlQaradhawi ha detto, dopo l’Invasione dell’Iraq: “Se non lo facciamo, allora siamo una Manica di Asini”. Questi Cappellani e Imam attorno al Mondo islamico approvano le Bombe-suicide e le Auto-bomba in Israele, Iraq e Afghanistan. AlLehedan ha detto: “Il nostro Profeta, Pace sia su di lui, ha chiesto urgentemente di uccidere gli Infedeli. Essi sono i Nemici di AlLah. Il sacro Corano pure ci chiede con urgenza di uccidere i Nemici dell’Islam”.

Una delle più grandi Bugie che Obama ha presentato. nel suo Discorso al Cairo è stato l’aver detto: “È stato l’Islam in Luoghi quali AlAzhar, che ha portato la Luce dello Studio attraverso così tanti Secoli, preparando la Via per il Rinascimento europeo e l’Illuminismo. È stata l’Innovazione nelle Comunità islamiche.”

È stata AlAzhar che ha forzato Nasser Hamed Abu Zeid a divorziare da sua Moglie per aver interpretato l’Islam in un Modo moderno. È stato AlTantawi, il Gran-imam di AlAzhar che ha sortito una Fatwa che proibiva agli Islamici di donare una qualsiasi Parte del loro Corpo ai Copti, Non-islamici.

Obama ha pure detto: “Nessun Discorso singolo può sradicare Anni di Sfiducia (fra l’America e gli islamici)”. Chi sta in effetti mancando di Fiducia a chi, e chi non è degno di Fiducia? Voi avreste Fiducia di uno che nega la (Liceità della) vostra Esistenza e che è determinato a soggiogarvi? Sono gli Islamici o il Resto del Mondo? Chi predica e pratica il Dispotismo religioso? Sono gli Islamici ortodossi che mancano di Fiducia nell’Occidente e rigettano il suo Sistema valoriale.

Poi Obama si è messo a parlare del “Debito della Civiltà verso l’Islam”. Pure questo non è vero. Gli Scolari arabi quali Ibn Rushd e Ibn Khaldun sono stati proseguiti nei cosiddetti “Anni d’Oro” dell’Impero islamico per aver discusso del Razionalismo e del Secolarismo, a cui l’Islam si opponeva e che erano rigettati dall’Islam. I Lavori medici dello Scolaro Ibn Sina sono dovuti ai suoi Studi dei Libri scientifici greci e romani e non sono dovuti all’Islam. L’Eredità islamica è piena di Oppressione, Violenza e Discriminazione.

Obama ha riprodotto nel suo Discorso quello che l’Istituzione islamica, attorno al Mondo islamico, ha sempre predicato: “L’Islam è incompreso in Occidente. È infamato con Stereotipi”.

Ha pure detto: “La Collaborazione fra l’America è l’Islam deve essere basata su quello che l’Islam è, non su quello che non è. E considero Parte della mia Responsabilità quale Presidente degli Stati Uniti quella di combattere contro gli Stereotipi negativi dell’Islam, ovunque essi appaiano.” Così, l’Ammazzare i non-islamici e il Discriminare contro le Donne nel Corano, negli Ahadith e in Pratica, sono tutti Stereotipi?

Obama vuole pure “proteggere il Diritto delle Donne e delle Ragazze (islamiche) di indossare l’Hijab, e punire coloro che lo negano”. Credo che Obama abbia dimenticato di aggiungere che gli islamici devono pure avere il Diritto di introdurre e praticare la Shari’a. È loro Diritto in base alla Libertà religiosa.

Obama deve essere accreditato per aver condannato gli Islamici radicali quali AlQaeda, ma allo stesso Tempo ha mancato di menzionare che questi Teppisti (AlQaeda) hanno agito semplicemente in Accordo con i “Comandamenti” del Corano e degli Ahadith.

Obama ha stressato nel suo Discorso che: “L’Islam non è parte del Problema - nel combattere l’Estremismo violento -; esso è una Parte importante nella Promozione della Pace”. E di nuovo e ancora: questo non è vero. Ripetere una Bugia non la trasformerà mai in Verità. Il Corano e gli Ahadith includono molti Passaggi che incitano i Seguaci alla Violenza.

Obama ha pure detto: “La Forza militare da sola non risolverà i Problemi in Afghanistan e in Pakistan”. Questo è vero fintanto che l’Occidente non intacca le Radici che causano il Terrorismo islamico, che è nutrito nelle Madrassah attorno al Mondo islamico, che è finanziato dai sauditi e dai Petrodollari di altri Paesi del Golfo arabo.

Poi Obama si è riferito a Guantanamo per giustificare la sua Chiusura e ha detto: “Ho inequivocabilmente proibito l’Uso della Tortura da parte degli Stati Uniti”. Questo va bene. Ma cosa dire della Tortura nelle Prigioni arabe, che è esercitata quotidianamente, specialmente in Arabia Saudita, Egitto e Giordania? Se Obama fosse onesto, avrebbe dovuto sollevare questa Questione nel suo Discorso. Ma non si è permesso di farlo. Questo avrebbe creato Antagonismo e avrebbe urtato i suoi Amici, Abdullah e Mubarak.

Invece, Obama ha lodato il Re Abdullah d’Arabia Saudita, uno dei peggiori Dittatori sulla Terra, e quale Ciliegina sulla Torta, gli ha chiesto di consigliarlo. Consigliarlo su Cosa? Consigli da un Despota? Su come compiacere gli islamici radicali? Una Volta di più, Obama è stato pieno di Lodi per il Re Abdullah. Ha detto: “Considero l’Amicizia del Re una gran Benedizione, e apprezzo molto che mi onorerà di essa durante questa Visita”. Obama ha pure ringraziato Abdullah per “la sua straordinaria Generosità e Ospitalità”. Pure, Obama ha lodato gli “Sforzi” di Re Abdullah in Relazione al “Dialogo interreligioso”. Mentre questo Re (Abdullah) vieta ai Seguaci di altre Religioni di praticare la loro propria Fede e di costruire i loro propri Templi in Arabia Saudita, e insegna Odio contro le altre Fedi nelle sue Scuole, egli chiama al Dialogo interreligioso. Questa è Ipocrisia bella e buona, che Obama, naturalmente, ha digerito avidamente.

Per Obama, la Democrazia è una Questione controversa. Ha detto nel suo Discorso del Cairo: “So che c’è stata della Controversia in merito alla Promozione della Democrazia, negli Anni recenti”. Invece di chiedere immediata Democrazia per l’Arabia Saudita, l’Egitto, la Giordania e gli altri Paesi arabi, Obama ha detto che era una Questione controversa, e ha ignorato il Fatto che islamici decenti e arabi anelano ad avere le loro Società (democratiche).

Tutto sommato, Obama ha distorto Fatti e ha evitato di nominare le Radici che causano i Bagni di Sangue e la Miseria nel Medio Oriente e nel Mondo islamico in generale. Invece, ha cercato di compiacere gli islamici radicali e i Regimi islamici.

Note

[1] “L’Islam è una “Fede” violenta”, Sami AlRabaa – in inglese -: http://europenews.dk/en/node/13862

[2] “Le Donne negli Ahadith”, Sami AlRabaa – in inglese -: http://www.faithfreedom.org/2009/03/16/women-in-hadith/
Il Rovesciamento di Verità, Giustizia e Tolleranza
[ http://www.faithfreedom.org/2009/06/06/truth-justice-and-tolerance-... ]

Walid Shoebat [Ex-terrorista dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina] e Keith Davies

Il nostro Presidente statunitense ha appena parlato al Cairo e ha detto che voleva dire la Verità ma il suo Discorso è stata una Bugia dall’Inizio alla Fine. Ha cercato di ritrarre l’Islam quale Religione tollerante. Provate a chiedere alle Famiglie del milione e mezzo di cristiani armeni macellati dai turchi in nome di AlLah, o agli induisti, che sono stati macellati a decine di milioni in India durante il Medioevo oppure provate a chiedere agli 850 000 ebrei che sono fuggiti dai Pesi arabi fra il 1948 e il 1973, o a vedere cosa dicono i milioni di cristiani e islamici neri (non veri islamici secondo gli arabi) macellati dagli islamici arabi in Darfur, Sudan. E questi sono appena pochi dei Momenti tolleranti dell’Islam. Magari possiamo esaminare la Persecuzione dei copti, dei maroniti e altri cristiani del Medioriente, durante i diversi Secoli passati, incluso il Tempo presente. Ho personalmente parlato a dozzine di Famiglie in merito alle loro Mogli, Figlie e Zie e Nipoti che sono state assoggettate a Stupri irripetibili, rapimenti ed imprigionamenti senza Possibilità d’Appello, da parte dei Seguaci dell’Islam.

John Adams, il secondo Presidente può anche aver firmato un Trattato di Pace con i Pirati di Tripoli (Marocco) ma non si è complimentato con l’Islam. Il Presidente Obama ha preso delle Parole di Adams fuori Contesto e poi, quale Ciliegina sulla Torta ha omesso la Condanna dell’Islam da parte del Figlio di John Adams: John Quincy Adam, il sesto Presidente degli Stati Uniti, che ha detto testualmente “l’Essenza della sua (di Mohammad) Dottrina è stata la Violenza e la Lussuria: (è stata) l’Esaltazione della parte brutale rispetto a quella spirituale della Natura umana”.

Il Presidente Obama continua con le sue Bugie in merito a “la Giustizia, il Progresso, la Dignità di tutti gli Esseri umani nell’Islam”. Bene, signor Presidente, provi a porre questa Domanda alle Mogli della maggior Parte degli islamici: provi a chiedere loro se hanno anche solo l’Occasione di provare la Libertà d’Espressione occidentale. Il nostro Presidente inganna Sé stesso e gli Altri. È una Disgrazia per la Causa dei Diritti civili, non solo per cristiani e ebrei, ma per tutti coloro che vivono sotto il Giogo dell’Islam. L’enorme Numero di Fatti che mostrano la Brutalità islamica Oggi e nel Passato, sono negati dal Presidente Obama per Omissione, e sfortunatamente pure negati da molti nella nostra Società, incluse molte Personalità della Chiesa in America e in Occidente.

Secondo la Filosofia di Sinistra e il nostro Presidente, se sei una Minoranza hai il Diritto di essere più privilegiata della Maggioranza a Causa delle passate Ingiustizie che ti sono state inflitte. Ciò si applica a tutte le Minoranze, a parte quella ebraica/israeliana: se sei un ebreo che vive in Medioriente o in Israele devi asservirti agli islamici e al nostro Presidente Barak Hussein Obama, che è “orgoglioso della sua Eredità islamica”.

Se dico che l’Islam non è una Religione pacifica e che il Sionismo ha ragione, allora vengo definito un orgoglioso Estremista. Il Presidente non dice la Verità e dovrebbe essere denunciato per Crimini d’Odio contro gli ebrei, per aver disprezzato e minato la nostra Costituzione, per aver cercato la Bancarotta del nostro Paese, per aver mentito alla Gente americana in merito a Quello che le ha promesso prima di essere eletto, e dovrebbe essere accusato di aver proposto l’Incarico di un Giudice razzista alla Corte suprema. L’America è ancora divisa e non unita perché la Verità è andata perduta e all’Ordine del Giorno sono stati messi le Bugie e l’Inganno.

In merito ad Israele il Presidente ha fatto una Dichiarazione chiara e inequivocabile presso l’AIPAC (Comitato americano-israeliano degli Affari pubblici), in merito ad una Gerusalemme indivisa ma - di ciò sono certo - la sua Posizione cambierà dopo aver martellato gli ebrei perché cedano la Giudea.

Se sei un vero liberale come puoi giustificare che gli ebrei diano via le loro Case o che espandano il loro Benessere economico, per il Fatto di essere ebrei? Gli arabi vogliono uno Stato chiamato Palestina, bene, se ciò è Quello che vogliono, perché gli ebrei non possono vivere in uno Stato chiamato Palestina quale Minoranza pacifica proprio come gli arabi vivono entro la Green Line di Israele? Se gli ebrei non possono essere parte della “Palestina” allora gli arabi non dovrebbero essere parte di Israele, calciateli fuori, lasciateli vivere nel loro utopico e terrorista Stato chiamato Palestina. Ma no, poiché se Israele facesse una Cosa del genere verrebbe definito uno Stato che pratica l’Apartheid, mentre è OK essere un arabo e rendersi colpevole di una Politica d’Apartheid, la quale viene chiamata “Combattimento per la Libertà” da parte della Sinistra e degli arabi. Ma quanto è tollerante, lei, signor Presidente! E per coloro che dicono che gli ebrei in primo luogo non dovrebbero vivere Là, questa è un’altra Bugia. Gli ebrei sono vissuti in GIUDEA in Modo continuativo per circa 4 000 anni, eccetto il Periodo che va dal 1948 al 1967 quando di ESSI è stata compiuta una Pulizia etnica da parte dei giordani. Nel 1967, dopo la Guerra dei sei Giorni, gli ebrei sono tornati a reclamare il Diritto di Nascita di Abramo, Isacco e Giacobbe. Hebron è in Giudea, Betlemme è il Luogo di sepoltura di Rachele ed è in Giudea. Se la Giudea non appartiene agli ebrei, allora non vi appartiene nemmeno Tel Aviv o Haifa. Alzatevi ebrei, e difendete la vostra Causa, smettetela di essere così pratici e ragionevoli. I vostri Nemici non sono interessati al Territorio, o allo Sviluppo economico, o a vivere in Armonia con vuoi. La loro Religione, l’Islam, lo proibisce loro. Essi sono solo interessati ad uccidervi. La Tolleranza islamica è un Mito, una Bugia e un Inganno. Quando hanno gridato idbah-al-Yahud (ammazzate gli ebrei) prima della Guerra del 1948, prima della Guerra del 1967 ed Oggi, in ogni Moschea del Medioriente, quale Parte di “ammazzate gli ebrei” - voi ebrei - non capite?

Quando Israele ha ritirato tutti gli ebrei da Gaza, tutto ciò che Questo ha portato è stato più Guerra, e meglio, sono morti più arabi palestinesi da quando Israele ha dato loro la “Libertà”; più arabi palestinesi sono stati ammazzati dalla loro stessa Gente, più arabi palestinesi sono stati imprigionati da Hamas, a Causa della folle Politica di Israele che ha pure causato la Morte di Dozzine di ebrei. Questa folle Politica ha fatto anche sì che l’intera Popolazione dei Villaggi a sud d’Israele venisse terrorizzata. Ed Ora, la nostra Rock Star presidenziale desidera convincere Israele a fare esattamente le stesse Concessioni in Giudea e in Samaria, e si aspetta un Risultato differente. Fattivamente, se Israele realizza i Progetti presidenziali, e si ritira dalla Giudea e dalla Samaria, possiamo aspettarci Pace oppure un’altra Gaza?

Non dovete essere aderenti di Destra o ideologi del Sionismo, ma se usate il Buonsenso sarete in grado di capire che il Risultato più probabile sarà un’altra Situazione come Gaza, con la Differenza che ‘stavolta sarà persino peggio, perché Ora avrete ogni singolo Abitante di Israele che potrà essere colpito da un Razzo di Hamas. Sì, i Razzi di Hamas, perché ogni Persona che capisce la Situazione relativa alla Sicurezza sa che se Israele abbandona nelle Mani di Abbas del PLO (Organizzazione per la Liberazione della Palestina), il Controllo di Giudea e Samaria, allora Hamas cercherà immediatamente di destituirlo e si avrà la stessa Situazione di Gaza. Abbas dipende dalla Forze di Sicurezza israeliane per il Mantenimento del suo Potere. L’intero Processo di Pace con Abbas è semplicemente vergognoso.

Se l’Amministrazione americana capisse veramente la Realtà allora dovrebbe mostrarsi razzista verso Hamas invece che verso gli ebrei, per esempio distruggendo i Terroristi con la Forza e senza Compromessi, ed allora si potrebbe avere la Pace, ma va neutralizzato il Nemico e sbudellata la sua Capacità di fare la Guerra, che sarebbe molto meglio dell’attuale Ordine di Cose.

Se Israele avesse del Buonsenso userebbe le Argomentazioni di cui sopra pubblicamente per difendere la sua Causa, ma – accidenti – rimane in Silenzio. Ma il suo Silenzio non porterà la Pace, esso non vivrà in Sicurezza e continuerà a soffrire. Gli israeliani soffrono perché si rifiutano di onorare la Verità, perché non vogliono Onorare la Promessa che D-o ha fatto loro.
Decifrando Obama al Cairo
Center for Security Policy | 5 giugno 2009 - Di Frank Gaffney, Jr.

Nell'insieme, il Discorso di ieri al Cairo è stato ben accolto sia dal cosiddetto "mondo islamico" che da altri. Nessuno si felicita di più, comunque, dei Fratelli Musulmani - l'Organizzazione globale che cerca di imporre il Programma teo-politico-legale autoritario conosciuto come "Shari'a", facendolo in modo furtivo, secondo il Principio che è vietato usare Violenza. Dei Fratelli Musulmani - e Organizzazioni a loro associate in America, come il CAIR (Council on American Islamic Relation – Concilio per le Relazioni fra America e Islam) - erano presenti in modo predominante fra gli Invitati presso l'Università del Cairo – e le Organizzazioni si sono subito apprestate a sostenere il Discorso -. La Fratellanza ha molti motivi per deliziarsi. Gli americani che amano la Libertà – e che si rendono conto di quale Minaccia alla Libertà rappresenti la "Shari'a" - hanno molti Motivi per mostrare Preoccupazione in merito a "il Discorso", e in merito alle sue Conseguenze per la Politica statunitense e per gli Interessi degli Stati Uniti.

Pubblicamente, il signor Obama ha disidentificato le Cause di quello che ha definito "un Periodo di Tensioni fra gli Stati Uniti e gli islamici attorno al Mondo". Ha attribuito il Problema principalmente e definitivamente a "gli estremisti violenti che hanno causato - pur essendo un Gruppo di Minoranza di islamici, ma essendo potente –queste Tensioni". Il Presidente non ha mai menzionato - nemmeno una volta - una Realtà centrale: la Minoranza in questione, di cui fa parte la Fratellanza Musulmana, sottoscrive gli Scritti autoritari, gli Insegnamenti, le Tradizioni ed Istituzioni della Fede che segue, in sintesi la Shari'a. Ed è il Fatto che essa sia Praticante che ha fatto sì che il signor Obama la descrivesse come "potente".

Dunque il Presidente caratterizza il Problema come "un Ciclo di Sospetti e Discordie", ovvero con un Giro di Parole che rievoca in modo inconfondibile il Termine "Ciclo di Violenza" utilizzato per il Processo di Pace in Medio Oriente. Non c'è stato alcun riferimento al Terrorismo, e tantomeno al Terrorismo islamico. Sicuramente, la Connessione fra i due viene attribuita a Delusione popolare. "Gli Attacchi dell'11 settembre 2001, e i continui Sforzi di questi estremisti di praticare Violenza contro i civili, ha lasciato credere a qualcuno nel mio Paese che l'Islam sia inevitabilmente ostile non solo all'America e ai Paesi occidentali, ma pure ai Diritti umani. Ciò ha fatto nutrire Paura e Sfiducia."

È poi c'è stata questa imbellettante, ma senza Senso, Blaterata: "Finché la nostra Relazione è definita dalle nostre Differenze, rinforzeremo quelli che mostrano Odio anziché Pace, e che promuovono Conflitti piuttosto che Cooperazione, che potrebbe (invece) aiutare tutta la nostra Gente a realizzare Giustizia e Prosperità."

Più spesso che raramente, il Presidente ha ritratto gli islamici esattamente come fa sempre la Fratellanza Musulmana, ovvero quali “Vittime dei Crimini perpetrati dall'Occidente contro di loro - dal Colonialismo alla Manipolazione durante la Guerra Fredda da parte delle Superpotenze –“ e quali “Vittime della Minaccia della Modernità e della Globalizzazione - che conduce molti islamici a considerare l'Occidente come ostile alle Tradizioni dell'Islam -". Di nuovo, nessuno cita l'Ostilità islamica verso l'infedele Occidente ingranata nelle "Tradizioni dell'Islam". Le Affermazioni di Obama collimano con quelle degli aderenti alla Shari'a ma non collimano con i Fatti.

L'Ironia sta qui: sebbene il Presidente Obama abbia professato la sua Determinazione a "dire la Verità", ha perpetrato una Frode. Ha falsamente ritratto l’autoritario Islam, ovvero la Shari'a islamica, come qualcosa di "non-esclusivo" - come qualcosa che "si sovrappone" e che "non è necessariamente in Competizione" con l'America -. Ma fattivamente la Shari'a è, per sua intrinseca natura, un Programma che obbliga i suoi aderenti a chiedere la Sottomissione ad essa degli altri, sia che siano islamici (specialmente quelli secolari e gli apostati), che non-islamici, indistintamente.

Questo Aspetto esclusivo (vedi: Supremazismo islamico) si applica specialmente in rapporto a Nazioni democratiche come l'America – ovvero Nazioni fondate sul Credo alternativo ed altamente competitivo che siano gli Esseri umani, e non Dio, che dovrebbero stabilire le Leggi -. Per contro, le Nazioni che intendono stabilire il Califfato – ovvero la Teocrazia globale imposta dalla Shari'a -, intendono imporre la loro Agenda legale medievale, a Livello mondiale. In Pratica, la Shari'a è esattamente l'Antitesi dell'Obiettivo dichiarato dal signor Obama, ovvero “il Progresso - che è Tolleranza e Dignità per tutti gli Esseri umani -". La "Giustizia" della Legge della Shari’a può essere considerata, da Società civilizzate, solo come un Tipo di Barbarismo codificato.

Altrettanto problematico è l’Utilizzo presidenziale della dawa (Proselitismo islamico – Termine arabo -). Per Esempio, il signor Obama si è riferito quattro volte a “il sacro Corano”. Sembra inimmaginabile anche il solo Pensiero che possa usare lo stesso Aggettivo per la Bibbia o il Libro dei mormoni.

Poi, l’Uomo - che ora è felice di chiamarsi Barak Hussein Obama (in contrasto alla sua Attitudine durante la Campagna elettorale) - si vanta di avere “conosciuto l’Islam in tre Continenti prima di giungere nella Regione in cui è stato inizialmente rivelato”. Un’interessante Scelta di Parole quella per cui è “stato rivelato”. Non “stabilito” o “fondato” o “inventato”. Il Presidente è, dopotutto, uno Scrittore attento, così deve aver scelto deliberatamente il Termine - adottando così volutamente quell’Attitudine umana che considera gli Eventi promossi dall’Islam in Modo teologico -. Perciò, il signor Obama, è andato oltre il “Linguaggio rispettoso” che ha chiesto di usare verso l’Islam. Sta impiegando un gran numero di Codici, che mostrano il genere di Attitudine sottomessa che l’Islam richiede a tutti, credenti e non-credenti, indistintamente.

In altre parti del Discorso il signor Obama dichiara infatti: “Considero parte della mia Responsabilità in quanto Presidente degli Stati Uniti, quella di combattere contro gli Stereotipi negativi dell’Islam, ovunque essi appaiano”. Notare che, sebbene si sia riferito a “vili Stereotipi” degli ebrei nel Contesto del Conflitto israelo-palestinese-arabo, egli non ha descritto come “parte della sua Responsabilità come Presidente”, quella di contrastare le Rappresentazioni anti-semite.
È rimasto inosservato il Fatto che gli Incitamenti anti-semiti sono Cosa servita quotidianamente sia dai Media controllati dal suo Ospite, il Presidente Hosni Mubarak, sia dall’Autorità palestinese Mahmoud Abbas, sia da ogni altro Despota della Regione con cui il signor Obama cerca di “impegnarsi”. E peggio di tutto è che non è stata fatta alcuna Menzione del Fatto che alcuni di questi “vili Stereotipi” – e precisamente che gli ebrei sono “Discendenti delle Scimmie e dei Maiali” – si trovano ne “il sacro Corano” stesso.

Forse il Pezzo più sorprendente della dawa è stata la Frase del Presidente impiegato che, mettendoci la sua Faccia, nega la divinità di Gesù – Qualcosa di soprendente da parte di un auto-descrittosi impegnato cristiano -. In connessione con la sua Discussione sulla “Situazione fra israeliani, palestinesi e arabi”, il signor Obama ha detto: “… Quando Gerusalemme sarà una Casa sicura e stabile per ebrei, cristiani e islamici, ed un Posto in cui tutti i Figli di Abramo possano mescolarsi pacificamente come nella storia di Esra, quando Mosé, Gesù e Mohammed (Pace sia su di loro) si unirono in preghiera …”.

Gli islamici usano il Termine “Pace sia su li loro” per chiedere Benedizioni per sant’Uomini deceduti. In altre Parole, il suo uso mette tutti e tre sul Livello in cui li mette l’Islam – quali Profeti morti – un Trattamento totalmente in contrasto con gli Insegnamenti della Cristianità che, naturalmente, ritengono Gesù quale immortale Figlio di Dio.

Se il signor Obama fosse genuinamente ignorante in merito all’Islam, tali Affermazioni potrebbero essere ascritte a nient’altro che a un Contentino al “Dialogo interreligioso”. Per un Uomo che ora orgogliosamente si vanta della sua familiare convivenza con gli islamici e la loro Fede, ciò solleva Questioni problematiche in merito ai suoi propri Credo religiosi. In ultima Analisi, egli recapita un Messaggio fortemente discordante al “mondo islamico” in merito ai Principi fondamentali della Fede che professa.

Infine, Cosa dobbiamo fare con le Affermazioni che il signor Obama ha fatto in merito all’America e all’Islam? Da quando ha preso Ufficio, il Presidente si è ripetutamente impegnato a parlare degli islamici e del loro Ruolo negli Stati Uniti, cosa che abitualmente è Affare proprio della Fratellanza Musulmana. Nel suo Discorso inaugurale, ha descritto la nostra Nazione (Stati Uniti) quale una Nazione di “cristiani, islamici e ebrei”. Poco dopo, nella sua prima Intervista (rilasciata al Canale Al-Arabiya, posseduto dai sauditi), ha ulteriormente sovvertito l’Ordine demografico di queste Popolazioni, citandole per Diffusione, chiamando l’America un Paese di “islamici, cristiani e ebrei”.

Ieri al Cairo, il Presidente ha dichiarato che “l’Islam è sempre stato parte della Storia americana”. Ora, sicuramente, gli islamici, come Gente di altre Fedi, hanno contribuito alla Storia degli Stati Uniti. Ma essi hanno fatto ciò nello stesso modo in cui l’hanno fatto gli altri, ovvero quali americani – non in quanto a qualche Comunità separata, ma quale parte del “E pluribus unum” (“Da molti, uno”), Concetto che il signor Obama ha (comunque) appropriatamente esaltato nel Discorso.

Sfortunatamente si sta creando un Precedente, dal Momento che il Presidente Obama esagera ripetutamente il Carattere islamico dell’America. Per Esempio, presso l’Università del Cairo, ha dichiarato che ci sono circa sette milioni di islamici in questo Paese – una Falsità promossa dalla Fratellanza Musulmana e dai suoi Amici - mentre infatti il Numero effettivo è ben meno che la Metà di essi. Appena prima del Discorso, in un’Intervista con un Canale francese, il signor Obama ha detto: “Se prendeste l’effettivo Numero degli islamici americani, avreste uno dei più grandi Paesi islamici al Mondo”.
Nonostante queste Dichiarazioni possano sembrare incredibili, ancora più sbalorditive sono le loro Implicazioni per coloro che aderiscono alla Shari’a. Le Affermazioni del Presidente in merito all’America quale Nazione islamica, faranno sì che essa venga trattata quale parte del Dar Al-Islam, il mondo islamico, opposto al Dar Al-Harb (il mondo non-islamico).
Se questo fosse il Caso, la Shari’a richiederebbe ai fedeli islamici di liberare gli Stati Uniti dal Controllo o dall’Occupazione degli infedeli. E sappiamo dalla Prosecuzione vittoriosa, dello scorso anno, della Holy Land Foundation (Fondazione della Terra Santa) – una cosiddetta Fondazione “caritatevole” impegnata in Realtà nel Lavaggio di Denaro per uno dei Bracci operativi della Fratellanza Musulmana, Hamas – che un simile Programma coincide esattamente con la Missione dei Fratelli Musulmani, che è: “Distruggere la Civiltà occidentale dall’interno dell’America, tramite le sue (stesse) miserabili mani”.

Questa Realtà rende una delle Promesse del signor Obama al Cairo particolarmente raggelanti. Verso la Fine del suo Discorso, il Presidente ha espresso Preoccupazione in merito alla Libertà religiosa negli Stati Uniti, che ha “Regole sulle Donazioni caritatevoli che hanno reso difficile agli islamici l’Adempimento delle loro Obbligazioni religiose”. È arrivato a promettere: “È perciò che mi impegno a lavorare con gli americani islamici al fine di assicurare che essi possano adempiere la zakat."

Siamo chiari: la Carità islamica ha avuto Problemi con “le Regole” perché gli islamici sono stati condannati, a livello di Tribunale federale, per aver usato le Obbligazioni della zakat (una Decima caritatevole) quale Serbatoio finanziario per i terroristi. Tramite il suo Scritto, resta oscuro cosa abbia precisamente in Mente il signor Obama – con Rispetto per il suo Impegno – quando dice “assicurare agli islamici di poter adempiere la zakat”. Ma ci potete scommettere che la Fratellanza cercherà di tradurre ciò in: Rilascio dei suoi Attivisti imprigionati e una nuova Era di Raccolta di Fondi per la loro Promozione della Shari’a, e quindi per le loro sedicenti Attività in America.

Potrei andare avanti, ma siete in possesso dell’Essenziale. Il Discorso ha incluso un Numero di Dichiarazioni in merito alle lodevoli Qualità dell’America, in merito alla Necessità di Libertà nel mondo islamico, e in merito ai Diritti delle Donne e alla Desiderabilità della Pace. Ma, il suo preponderante e più importante Messaggio è stato di quelli che avrebbe potuto essere confezionato dalla Fratellanza Musulmana: L’America ha un Presidente che sta, volenti o nolenti, portando avanti l’Agenda della Fratellanza Musulmana, mascherando al Pubblico la vera natura della Shari’a ed incoraggiando contemporaneamente la Sottomissione dell’Occidente ad essa.

Frank J. Gaffney, Jr. è il Presidente del Center for Security Policy a Washington. Una Versione abbreviata di questo Articolo è apparsa su Newsmax, il 5 giugno 2009.

Fonte: http://www.centerforsecuritypolicy.org/p18084.xml
L’Islam ufficiale (visto da Obama)
Venerdì, 3 Luglio 2009 - Bill Warner

La vera Natura dell’Islam è rivelata nei suoi sacri Testi e nella sua Storia. Ma, c’è un altro Islam – l’Islam ufficiale – che è stato rivelato da Obama al Cairo. Ha reso ufficiale quello che i Media, I Politici e le Università hanno promosso dall’11 settembre 2001.

Qui i Punti principali dell’Islam ufficiale:

- l’Islam è una Religione simile alla Cristianità e all’Ebraismo. Tutti pregano lo stesso Dio.
- I bravi Islamici provano che l’Islam è buono.
- Non ci sono Jihadisti, solo Estremisti.
- L’Islam deve essere compiaciuto in tutti i Modi possibili.
- Una delle Prove della Grandezza islamica è l’Epoca d’Oro islamica, i migliori Giorni dell’Umanità.
- La Violenza da parte degli Islamici è dovuta al loro essere poveri e abusati.
- L’Islam ha dato all’Occidente le Basi per il nostro Mondo intellettuale.
- Le Crociate sono state un Gran Male da parte dei Cristiani.
- Ci sono Islamici moderati e pochi Islamici estremisti.
- L’”Estremismo” causa la Violenza.
- L’Islam si fonda sul Corano (mai discutere su Mohammed).
- I “brutti Passaggi” nel Corano sono solo dovuti alla sua Interpretazione.
- I bravi Islamici riformeranno gli “Estremisti”.
- L’islam è la Religione della Tolleranza.
- L’Islam ha la Regola d’Oro.
- L’Islam è la Religione della Libertà e della Giustizia.
-
Ma la Versione ufficiale dell’Islam è una *Grande Bugia. Il Fatto che l’Islam ufficiale non concorda con il Corano, la Sira (Vita del Profeta Mohammed) e gli Ahadith (Detti e Fatti del Profeta Mohammed), non è di alcuna Importanza, poiché esso non è basato su di questi. L’Islam ufficiale è basato sulla Propaganda della Fratellanza Musulmana. Non un Punto dell’Islam ufficiale è totalmente vero, e molti dei Punti sono complete Fabbricazioni.

Al Meglio, alcune Asserzioni sono parzialmente vere. Una Mezza-verità è una Bugia. Se testimoni in un Tribunale devi fare un Giuramento: “Giuro che dirò tutta la Verità e Nient’altro che la Verità”.

L’Islam ufficiale non è solo fatto di Mezze-verità, ma pure ha Punti che contengono nessuna Verità - per Esempio, l’Islam la Religione della Tolleranza –, perciò contiene Mezze-verità e Bugie totali. Non c’è una singola Affermazione in esso che sia completamente vera. È una Grande Bugia.

Chiunque non concordi con questi Punti è definito Bigotto e verrà condannato da tutti gli Ufficiali non-bigotti, coloro che credono nella Grande Bugia. La Cosa più bizzarra è che danno Giudizi morali di quelli che non credono. Dicono che se tu non credi nella Grande Bugia, sei un Islamofobo bigotto.

L’Islam ufficiale non può essere dimostrato ed è consegnato dalle “Autorità”. È basato su un Pensiero-Credenza autoritario, poiché coloro che hanno più Potere di te dicono che è vero. Dobbiamo usare la Verità e il Pensiero critico-scientifico per distruggere la Grande Bugia dell’Islam ufficiale. L’Islam ufficiale è la Mente della Negazione e della Delusione, e è la Base intellettuale della Distruzione della nostra Civiltà.

*GRANDE BUGIA:

Adolf Hitler, Mein Kampf, Houghton Mifflin Co., Boston, MA, 1971, Pagg. 231, 232.

Tutto ciò fu ispirato dal Principio – che è piuttosto vero in sé – che in una Grande Bugia c’è sempre una certa Forza di Credibilità; perché le vaste Masse di una Nazione sono sempre più facilmente corruttibili nel profondo Strato della loro Natura emozionale, che nella loro Coscienza o Volontà; e perciò, nella primitiva Semplicità delle loro Menti, essi cadono più prontamente Vittime della Grande Bugia che della piccola Bugia, poiché essi stessi dicono spesso piccole Bugie per Temi di poca Importanza, ma si vergognerebbero di esporre Falsità su larga Scala. Non passerebbe mai loro in Mente di fabbricare Non-verità colossali, e non crederebbero che Altri avrebbero l’Impudicizia di distorcere la Verità in modo tanto infame. Sebbene i Fatti che provano che le Cose stanno così potrebbero essere portati chiaramente alla loro Attenzione, essi continueranno a dubitare e a titubare, e continueranno a pensare che ci potrebbero essere altre Spiegazioni. Perlopiù, Bugie impudenti lasciano sempre Tracce dietro di loro, persino dopo che sono state accettate, un Fatto che è conosciuto da tutti i Mentitori esperti in questo Mondo, e da tutti coloro che cospirano assieme nell’Arte del Mentire.

Fonte: http://www.islam-watch.org/iw-new/index.php?option=com_content&... da Political Islam
Il Discorso di Obama al Cairo: la Rinuncia all’Illuminismo – di André Grjebine

Il Francese André Grjebine è Direttore di Ricerca Scienze Po-CERI (Centre d’Etudes et Recherches Internationales - Centro Studi e Ricerche Internazionali). Stima, a giusto titolo, che il Discorso al Mondo islamico recapitato da Obama al Cairo il 4 Giugno, sarà interpretato come una Dichiarazione di Debolezza, una Tappa maggiore sulla Via delle Concessioni, ciò che incoraggerà gli Estremisti.

Ayaan Hirsi Ali e Christopher Hitchens sono giunti alle stesse Conclusioni.

***

La Rinuncia all’Illuminismo

Le Monde, 3 juilleet 2009 (Le Monde, 3 luglio 2009): la gran Parte dei Commentatori si sono complimentati per il “Discorso di Pace” pronunciato il 4 Giugno al Cairo da Barack Obama, annunciando un Cambiamento della Politica americana verso il Mondo islamico. Ma le sue buone Intenzioni non implicano una Rinuncia alla Promozione di una Società fondata sulla Separazione della Politica dal religioso di fronte alle Società a Dominio religioso? Bisogna, con il Pretesto di non obbligare gli Altri al nostro Sistema di Valori, smettere di tentare di convincerli della validità di questi ultimi, e difenderli? La Mollezza con la quale, questi ultimi Anni, le Società europee hanno difeso i loro Valori, quando non li hanno messi fra Parentesi, ha suscitato già delle Inquietudini sull’Avvenire della Laicità. L’Evoluzione sarebbe ancor più preoccupante negli Stati Uniti dove i Predecessori del Signor Obama non hanno smesso di moltiplicare i Riferimenti religiosi. Il nuovo Presidente sembrerebbe stabilire una Tappa decisiva in questa Regressione.

Per instaurare una Coesistenza pacifica fra l’America e l’Islam, il Signor Obama ragiona come se la Dimensione religiosa fosse preponderante per tutti gli Uomini e tutte le Società. Gli sembra evidente che “noi aspiriamo tutti alla stessa Cosa: amare la nostra Famiglie e il nostro Dio”. Si sbarazza pure del principale Fattore di “shock delle Civiltà”: l’Opposizione fra le Società dominate da una Religione e quelle in cui tutti i Sistemi di Pensiero sono accettati ma nessuno imposto. Andando più in là, si de-solidarizza dai Paesi laici come la Francia. Parlando di Tolleranza “assalita in diversi Modi”, non esista a stigmatizzare i Paesi occidentali che ”impediscono agli Islamici di praticare la loro Religione come desiderano, per Esempio, dettando cosa un’Islamica dovrebbe indossare”. Arriva ad affermare che “non possiamo mascherare l’Ostilità verso la Religione definendola Liberalismo”. Il Signor Obama mette di precisare che portare il Velo è proibito in questi Paesi solo in Circostanze precise.

In Cambio, in nessun Momento parla degli Attentati alla Libertà delle Donne che sono forzate a velarsi da parte delle Autorità religiose o politiche, da parte dei loro Padri, dei loro Fratelli o dei loro Mariti. Come potranno resistere, quando i loro Oppressori potranno facilmente rinfacciare loro che il Presidente degli Stati Uniti stesso ha presentato il portare il Velo come una Manifestazione di Libertà religiosa? In Modo generale, se condanna gli Estremisti e chiama alla Riconciliazione degli shiiti e dei sunniti, il Signor Obama non cita mai gli altri Componenti del Mondo islamico, in particolare tutti quelli – senza Dubbio numerosi – che aspirano a separare la Religione e la Vita politica, che siano credenti o no. Fa così il Gioco degli Integralisti, che intendono parlare e agire in Nome di un Islam unico, percepito come una Comunità omogenea e immobile.

In Nome del Riavvicinamento con l’Islam, il nuovo Presidente fa suo il Relativismo che è servito nelle Università americane. Spinge l’Umiltà fino a pentirsi dei Crimini di cui gli Occidentali si sono resi colpevoli, senza evocare quelli perpetrati dalle altre Civiltà, attribuisce all’Islam innumerevoli Invenzioni, precisamente quelle della Stampa (generalmente attribuita ad un cinese, Bi Sheng e a Gutenberg), moltiplica le Affermazioni dubbiose o francamente false, come quelle che concernono la Storia delle Relazioni americane con il Mondo islamico. Prima di affermare che “l’Islam ha una Tradizione di Tolleranza di cui è fiero”, il Signor Obama che si dice “appassionato di Storia”, si sarebbe dovuto informare sullo Stato tradizionale d’Inferiorità dei Cristiani e degli Ebrei in Terra d’Islam (Dhimmi) e di paragonare le “più di 1’200 Moschee sul Territorio americano” con il Numero di Chiese e di Sinagoghe, per Esempio, in Arabia Saudita. È pure arrivato a promettere, a titolo di Scambio, di “incoraggiare anzi gli Americani a studiare in Comunità islamiche”. Vuol dire che mette sullo stesso piano, diciamo, Harvard o Yale e l’Università coranica di AlAzhar – dove ha pronunciato il suo Discorso – e che ammette solo Studenti islamici escludendo persino i Copti, vedere le Madrasah pakistane?

André Grjebine è Direttore di Ricerca a Scienze Po-CERI. Ultima Opera pubblicata: "La Guerre du doute et de la certitude " (“La Guerra del Dubbio e della Certezza”), Ed. Berg International, 2008.

Fonte: http://www.postedeveille.ca da http://www.lemonde.fr/opinions/article/2009/07/03/le-renoncement-au...

Quando il Discorso del Presidente è usato per promuovere la Suprema...
Di Tawfik Hamid

 

Compiacente Capo

 

Il Discorso del Presidente Obama del 4 Giugno 2009 dal Cario è stato storico; l’Abilità del Presidente Obama di girare una nuova Pagina con il Mondo islamico è un grande Sforzo. È importante fare Inventario dei Punti toccati, che dovrebbero essere applauditi. Primo, il Presidente Obama ha insistito che se il Mondo islamico si aspetta Rispetto dagli Stati Uniti, questo Rispetto deve essere reciprocato. Secondo, il Presidente Obama ha spiegato al Mondo islamico che l’Immagine negativa che circonda il Mondo islamico non è stata una Congiura fatta a casaccio da Individui in Occidente ma è stata causata da Atti violenti condotti da Islamici radicali e quale Risultato dell’Abuso dei Diritti umani in molte Parti del Mondo islamico. Il Presidente Obama ha chiarito il Fatto che la Relazione con Israele è indiscutibile, ha chiarito al Mondo islamico che è un Cristiano motivato da Ideali cristiani e Principi americani, ed ha inviato un Messaggio ambiguo ai Gruppi islamisti per cui mantenere i Diritti umani non è uno Stratagemma politico per guadagnare Consensi, ma piuttosto i Diritti umani sono Valori universali che superano i Limiti etnici e religiosi. Infatti, il Presidente Obama ha fatto bene a prendere ferma Posizione, comunicando la sua Politica amministrativa e i suoi Obiettivi. Il suo Discorso ha pure incoraggiato il Pensiero critico fra i Giovani islamici.

 

Comunque, il Discorso del Presidente Obama, è stato anche cesellato di Incorenze. Mentre il Presidente ha Consiglieri di alto Calibro che lo hanno chiaramente aiutato a creare un Discorso altamente rilevante e efficace, i Consigli che ha ricevuto in merito all’Uso di determinati Concetti islamici lo hanno condotto sulla Via sbagliata. Gli Esempi islamici usati nel suo Discorso sono Aneddoti che in effetti promuovono Concetti della Supremazia islamista! È scorretto aspettarsi che il Presidente Obama conosca i profondi Significati teologici e Simbolismi associati agli Esempi selezionati. Ogni Esempio scelto può essere visto come chiara Ammissione da parte del Presidente degli Stati Uniti di Inferiorità, Debolezza e definitiva Sottomissione all’Islam.

 

La prima Sortita mal-guidata è stata quando il Presidente si è riferito al Supporto per la Colletta della Zakat da parte di Organizzazioni caritatevoli islamiche. C’è una Differenza fra pagare la Zakat direttamente ai Poveri e alla Gente bisognosa a Livello individuale (che è permesso nell’Islam) e raccoglierla attraverso un “Collettore”. Pagare la Zakat (un tipo di Contributo monetario religioso) alla Gente svantaggiata non ha bisogno il Supporto del Governo degli Stati Uniti e non implica una qualsivoglia Minaccia per la Sicurezza nazionale degli Stati Uniti. Comunque, la Facilitazione governativa per la Colletta della Zakat – quale Tassa obbligatoria per gli Islamici – su così grande Scala, forma la Base fondante del Califfato islamico, dove i Non-islamici non beneficiano di eguali Diritti rispetto agli Islamici. Ciò tocca il Cuore della Supremazia islamica, e non dovrebbe essere confuso con l’offrire Tolleranza o Correttezza politica. Infatti, la prima Guerra nell’Islam dopo la Morte del Profeta Mohamed è stata in merito alla Questione di “raccogliere” la Zakat. Alcuni Islamici si sono rifiutati di pagare ad un Collettore dopo la Morte del Profeta ed hanno insistito per pagarla direttamente alla Gente nel Bisogno. Abu Bakr AlSedeek, il primo Califfo, ha considerato questa Gente “Apostati” perché si rifiutavano di dargli la Zakat e perciò ha dichiarato una Guerra per ucciderli (“Harb AlMurtadeen” o Guerra agli Apostati). Pagare la Zakat a Livello individuale invece di darla a un Collettore minacciava il Concetto di Stato islamico (o Califfato), in quanto avrebbe deprivato i Leaders islamici dei Fondi necessari a costruire uno Stato.

 

• Il Presidente Obama è consapevole che istituzionalizzando la Zakat quale Tassa può piantare il Seme per una Guerra religiosa in seno agli Stati Uniti?

• È sua Volontà supportare Gruppi domestici di Gente, in grado di ottenere Solidarietà finanziaria, al fine di dare Avvìo ad uno Stato islamico in seno agli Stati Uniti?

 

Se ognuno degli stimati 6 milioni di Islamici negli Stati Uniti pagassero 1'000 Dollari americani di Zakat annualmente ai Malati e ai Poveri, potrebbero essere dati 6 bilioni di Dollari all’Anno per aiutare i Bisognosi. Ma, se gli stessi 6 bilioni di Dollari annuali fossero raccolti da Associazioni caritatevoli islamiche, queste Organizzazioni guadagnerebbero enorme Potere utile ad iniziare un vero Califfato e ad implementare la Legge della Shari’a in diverse Parti del Mondo. La Legge della Shari’a discrimina fra Islamici e Non-islamici.

 

E perciò, uno si deve chiedere perché sono stati scelti specificatamente questi Esempi? Qual è la vera Visione di coloro che gli hanno suggerito di sceglierli? È importante qui chiarire che la Zakat non è considerata un semplice Atto di Carità, ma è un Dovere obbligatorio per ogni Islamico. L’Opzione per i Bisognosi che ha bisogno di un Collettore viene chiamata abitualmente Saddaka, non Zakat.


Il secondo Errore del Presidente Obama è stato di ripetere il suo Supporto per i Diritti delle Donne islamiche di indossare l’Hijab. L’Hijab, secondo la Legge della Shari’a islamica - e secondo gli Insegnamenti islamici principali approvati – è un Modo di distinguere le Donne libere e pie da Donne schiave, alle quali è stato vietato di indossarlo. L’Intenzione dell’Hijab come descritta dalle principali Fonti islamiche è di proteggere le Donne libere e “coperte” da Maltrattamento sessuale. Infatti, nel secondo Califfato islamico, Umar Ibn AlKhattab era solito picchiare le Donne schiave se cercavano di coprire i loro Corpi per emulare le Donne libere.


Il terzo Errore che il Presidente Obama ha fatto su questo Fronte è stato menzionare la Storia di Israa. Gli Islamici credono che il Profeta Mohamed abbia condotto la Preghiera con altri Profeti, a Gerusalemme. Questo è un classico Esempio usato da tanti Islamici per provare la Superiorità dell’Islam e di Mohamed su tutti gli altri Profeti, poiché lui – secondo questa Storia – è stato l’Imam (Leader della Preghiera) sopra tutti gli altri Profeti, durante questa Preghiera.

 

È solo una Coincidenza che TUTTI e tre gli Esempi islamici articolati nel Discorso del Presidente promuovano Concetti della Supremazia islamica?

 

Ci sono tonnellate di altri Esempi nell’Islam che avrebbero potuto recapitare lo stesso potente Messaggio senza promuovere una relativa Questione di Superiorità Per Esempio, il Presidente Obama avrebbe potuto promuovere i Diritti degli islamici di pregare o digiunare per il Ramadan e i Diritti delle Donne islamiche di avere uguale Riconoscimento. Questi Esempi sono Questioni importanti che non s’inchinano necessariamente davanti al Concetto di Superiorità.


Concludendo, il Discorso del Presidente Obama al Mondo islamico è stato di Successo su diversi Fronti, comunque è stato estremamente non-saggio negli Esempi selezionati che promuovono la Superiorità degli Islamici sugli Altri, e perciò contraddicono la Visione del Presidente per cui “qualsiasi Ordine mondiale che elevi una Nazione o un Gruppo di Gente sugli altri, fallirà inevitabilmente”.


Fonte: http://muslimsagainstsharia.blogspot.com da Tawfikhamid.com

 

 

******

 

 


A chi dovremmo credere?
[ http://muslimsagainstsharia.blogspot.com/2009/06/who-should-we-beli... ]
Di Wafa Sultan – 12 giugno 2009

 

Dopo il Discorso del Presidente Obama al Cairo, molti dei miei Lettori arabi del Medio Oriente hanno avuto una Reazione di Smarrimento. Come uno di loro ha espresso: “A chi dovremmo credere, ad Obama o a te?” – e Ciò, in particolare, in merito alla sua Affermazione: “L’America e l’Islam si sovrappongono e dividono Principi comuni, i Principi di Giustizia, Tolleranza e Dignità per tutti gli Esseri umani”.

Vero è che, leggendo la Reazione della Stampa araba al suo Discorso, ora molti Islamici amano Obama. Dopotutto, ha presentato loro una Narrativa che conferma le loro Teorie di Cospirazione e la loro Identità di Vittime dell’Occidente. Quindi, i Media arabi hanno espresso la loro Fiducia che il Discorso fornirà “una nuova Posizione verso l’Islam e gli Islamici, dopo Secoli di Aggressioni e Ostilità” (Al Ahram, Egitto - da Middle East Media Research Institute).

Più che altro, mi viene in Mente una Storia di Nizar Qubbani, il famoso Poeta siriano. Il suo giovane Figlio era un Fisico e soffriva di un Problema cardiaco acuto. Quando Nizar ha chiesto a suo Figlio in merito alle Condizioni del suo Cuore, il Figlio ha disegnato un Cuore rosso. Essendo un Poeta, il Padre ha interpretato il Disegno quale Segno di un Cuore vibrante e in Salute, ed è rimasto molto confortato credendo che questo fosse un Segno di Guarigione. Dopo la Morte di suo Figlio, Nizar ha scritto una Poesia che descriveva i suoi Sentimenti di Padre con il Cuore spezzato. Si sentiva insopportabilmente triste perché realizzava di aver frainteso il Disegno. Ovviamente, lo Schizzo del Figlio era inteso a non convogliare alcuna Speranza per il suo Cuore che sanguinava a profusione. Mentre la Comprensione del Padre quale Simbolo di Speranza era sbagliata.

Il Poeta e il Fisico percepiscono la Realtà in Modi totalmente diversi – e ciò similmente alla Dicotomia fra il Punto di Vista di Obama e il mio sul Mondo islamico.

La Verità è, comunque, che esiste solo una Realtà.

Il signor Obama è un Politico, e un Politico molto astuto. Comunque, il suo Discorso ha rivelato che la sua Veduta è indubbiamente influenzata da Desideri ingenui. La sua Percezione dell’Islam e la Realtà dell’Islam hanno bisogno di essere sincronizzate. Io sono un Fisico e una Realista che ha vissuto e sperimentato l’Effetto della mia Cultura araba e Religione islamica fin dall’Infanzia.

Il Presidente ha assecondato gli Islamici: ha lodato le loro Realizzazioni, li ha commiserati nelle loro Lagnanze, e si è scusato per le Ingiustizie compiute contro di loro in Secoli di Colonialismo – senza menzionare nemmeno una Volta la Storia di rampante e violento Colonialismo arabo. Ha evitato di menzionare i Princìpi jihadisti, o l’Ideologia politica islamica di Supremazia sui Non-islamici – Princìpi di cui la Legge della Shari’a è impregnata. Questi sono insegnati e sanciti apertamente da AlAzhar, l’Università che l’ha ospitato, il Centro principale di Studio della Shari’a. Obama ha sottolineato il supposto Maltrattamento americano dei Terroristi e si è scusato per la Tortura a Guantanamo, dimenticando che i Regimi islamici sono brutali con il loro stesso Popolo. Il Presidente ha pure ripudiato i Contributi significativi degli Stati Uniti - sia in Vite dei suoi Soldati che in Aiuti umanitari, in Favore degli Islamici attorno al Mondo - fatti durante tutta la Storia – nonostante gli Attacchi islamici contro l’America e gli americani -. In breve, Parti del suo Discorso sono suonate come quelle di un nuovo Messia pan-arabo, venuto ad inaugurare l’avvento della giusta Dominazione del Mondo arabo sul Mondo. La Cosa più inquietante è stata la Chiamata del Presidente in Difesa degli Islamici contro gli Stereotipi negativi. Un pericoloso Precedente è stato posto per far tacere la Libertà d’Espressione e per proibire la Critica ideologica. Questo, nuovamente, è Roba da Regimi totalitari da Incubo. La Bellezza della Costituzione statunitense è il suo Bilanciamento, la Saggezza che adotta facendo Distinzione fra ciò che dovrebbe essere protetto e difeso e ciò che dovrebbe essere perseguito e deprezzato. Incoraggiare Leggi che rendono la Critica all’Islam un’Offesa punibile dalla Legge, è preoccupante.  

Dal Momento che sono arrivata negli Stati Uniti, ho beneficiato della Libertà di educare i miei Fratelli e Sorelle arabi in Medio Oriente, che bramano la reale Libertà – ed ho visto dei Successi. Il signor Obama mette in Questione questi reali Successi piuttosto che difendere la Libertà.

E quando il Presidente s’imbarca nel suo nuovo Progetto di difendere gli Islamici “contro Stereotipi negativi”, significa che cercherà in qualche Modo di interferire e minare quei Messaggi? O, forse, significa che potrebbe raggiungere l’Organizzazione della Conferenza Islamica, i 57 Paesi che lavorano instancabilmente per promuovere nelle Nazioni Unite una Risoluzione che sopprima le Voci dei Dissidenti contro l’Islam? Sono certa che noi tutti arriveremmo a pentirci di Ciò.

Obama elude il grave stato di Cose nel Mondo islamico con la Lusinga, mostra Mancanza di Coraggio in Favore della Retorica, di Pratiche e di Comportamenti che nutrono questi Stereotipi. Non ho udito alcuna Esortazione al Mondo islamico ad aprirsi alla Diversità, ad accettare le Donne quali eguali Cittadini, con gli stessi Diritti e la stessa Protezione legale che hanno gli Uomini. Non ho udito sfidare il Mondo islamico ad accettare altre Religioni e a permettere loro di essere praticate apertamente entro il Mondo islamico – dove praticare la Cristianità, l’Ebraismo e altre Religioni può costare ad un Individuo, Maschio o Femmina, la sua Vita. Non ho udito alcuna Chiamata a cancellare una Volta per tutte il razzista stato di Dhimmi – la Legge della Shari’a detta che i Cristiani e gli Ebrei sono inferiori e dovrebbero essere soppressi. Sono questi i “… Princìpi di Giustizia, Tolleranza e Dignità per tutti gli Esseri umani”?

In contrasto, io vedo il Cuore della mia Gente sanguinare e conosco l’Urgenza di Auto-correzione e onesto Esame in Nome di un’urgente Sanamento. Obama mostra la Carota ma svincola da Questioni imperative che bollono sotto la Superficie.

La Realtà di Obama rende una Sfida più grande il mio Lavoro e quello di altri, che si espongono contro le Dottrine islamiche intolleranti. Egli mina questa Missione placando Politiche abusive e xenofobe, autorizzando quelle nel Mondo islamico a soggiogare gli Altri, ad obbligare gli Altri alle sue Credenze, e a portare avanti questi Propositi, con le sue Benedizioni.

Il Presidente ha mancano di raggiungere gli Amanti della Libertà, Arabi liberati come me. Ha mancato di condurre il Mondo islamico verso la Modernizzazione e la vitale Riforma.

Piuttosto che gridare “la Casa va a Fuoco”, Obama sorride e ci dice quanto bella sia la Casa mentre brucia senza Controllo e minaccia di distruggerci. Alla Domanda che ho ricevuto per E-mail: “A chi dovremmo credere, ad Obama o a te?”, ho elaborato in Risposta al mio Lettore marocchino che Obama è un Politico che desidera usare dolci Parole e cancellare la Realtà al fine di fare Ammenda con gli Islamici.

Io, dall’altra Parte, sono una Donna araba pragmatica che è fuggita dalla Prigione dell’Islam verso il Mondo libero e che ora dedica la sua Vita ad esprimere Vedute liberamente, per vedere una genuina Differenza nell’Islam. Non possiamo avere entrambi. L’Intolleranza non tollererà mai la Libertà.

 

Fonte: Hudson New York

 

Assecondando la Fratellanza Musulmana

Nonie Darwish, FrontPageMagazine, April 20, 2010
[
http://formermuslimsunited.americancommunityexchange.org/2010/04/20/appeasing-the-muslim-brotherhood/ ]

Quando il Presidente Obama ha parlato al mondo islamico al Cairo il giugno passato, una gran parte dei suoi ospiti erano leader e membri della Fratellanza Musulmana. Il discorso era designato a compiacerli, piuttosto che a supportare il movimento riformista in Egitto e attorno al mondo islamico.

L’Amministrazione Obama ha preso in prestito il consigliere islamico della Casa Bianca, Dalia Mogahed, che ha aiutato a scrivere il discorso di Obama. Mogahed stessa è un’ideologa islamica che supporta la Shari’a islamica e nega qualsiasi connessione fra l’Islam radicale e il Terrorismo. Mogahed, che è nata in Egitto, è pure stata un fermo difensore del Council on American-Islamic Relations (CAIR) e l’Islamic Society of North America (ISNA). Entrambi questi gruppi statunitensi sono legati alla Fratellanza Musulmana.

Quale americana di origine egiziana io stessa, posso dire chi è un riformista e chi è un simpatizzante islamico radicale, e non credo che le vedute della signora Mogahed supportino in alcun modo una riforma dell’Islam o del suo concetto di Jihad. Al contrario, lei nega l’esistenza di qualsiasi problema con l’ideologia islamica e agisce in completa armonia con l’ideologia dei Fratelli Musulmani. Le sue scuse sono le stesse vecchie scuse che noi egiziani abbiamo imparato giorno dopo giorno, in difesa della Jihad islamica, biasimando gli altri per il fraintendimento dell’Islam. Le sue risposte sono sempre date con totale fiducia in sé e convinzione, quando dice al suo auditorio che qualsiasi violenta azione da parte di islamici non ha niente a che vedere con l’Islam. Non importa che le moschee islamiche, l’educazione, l’arte e le canzoni, tutti glorifichino la Jihad quale Guerra santa per il bene di Allah.

Mogahed non porta nulla di nuovo alla propaganda islamica, ma certamente suona interessante agli americani, che non sono familiari con la stessa vecchia propaganda islamica, e che trovano difficile mettere in questione una Religione. La verità in merito a Mogahed è che lei combina la retorica dei buoni vecchi sceicchi islamici, con una migliore presentazione che gli americani possano comprendere. Gli sceicchi non accettano alcuna critica dell’Islam, e ridicolizzano coloro che mettono in questione l’Islam con affermazioni quali: “Chi sei tu per parlare per l’islam? Lascia le analisi ad esperti dell’Islam”. La logica della Mogahed è molto simile e, per coincidenza, il suo libro è intitolato: “Chi parla per l’Islam”. È un titolo senza senso, che mostra statistiche che sono designate a mostrare che gli islamici sono differenti e non tutti terroristi, che non è nuovo.

Naturalmente fra gli islamici c’è gente buona e cattiva, come in ogni altro gruppo. Ciò che Mogahed rifiuta di ammettere è che critici dell’Islam reputabili non hanno niente contro la gente islamica, ma essi decifrano correttamente che il problema fiorisce dall’ideologia dell’Islam, e dalle sue scritture e dai suoi comandamenti. Ciò che Mogahed rifiuta di discutere sono le effettive leggi della Shari’a, la storia della Jihad, l’ideologia e l’educazione che ha prodotto il 11/9, l’imperialismo islamico, l’oppressione dei Diritti umani, quelli delle donne e delle minoranze. Le sue risposte sono abitualmente semplicistiche, quale l’argomentazione per cui la Shari’a non può essere male per le donne poiché la maggioranza delle donne islamiche presumibilmente supportano la Shari’a. L’essenza della propaganda della Mogahed è la stessa vecchia lamentela: che l’Islam viene frainteso e che la rabbia e la violenza della gente islamica è provocata dalla Politica e non dalla Religione. Il problema con l’Occidente è tutto un fraintendimento, ella opina, e con un po’ d’educazione e d’allenamento alla sensibilità  l’Occidente accetterà l’Islam come Religione di pace. La sua posizione nella Casa Bianca le ha dato la potente opportunità di accrescere la tenuta di gruppi islamisti radicali agli occhi del nostro Governo, invece della tenuta dei riformisti e degli islamici anti Shari’a.

Ho recentemente udito un ex-islamico critico dell’Islam dichiarare che non si fida più del fatto che il Governo statunitense proteggerà i suoi Diritti civili, finché c’è gente nel nostro Governo quali Mogahed ed altri.

Il rafforzamento dell’Islam Radicale sotto l’Amministrazione Obama ha pure rafforzato la Muslim Student Association (MSA), che è meramente un’estensione della Fratellanza Musulmana. La MSA ha recentemente accelerato i suoi sforzi per silenziare qualsiasi oratore che critica la Jihad, la Shari’a, e l’Islam Radicale. L’Anti-semitismo è in ascesa nei campus dei nostri college, risultando in una totale mancanza di riguardo per la Libertà di espressione, intesa a silenziare oratori pro Israele. Questo viene realizzato attraverso interruzioni costanti indisciplinate, come accaduto all’Ambasciatore di Israele, Michael Oren, presso l’UC Irvine, lo scorso febbraio. Ad ottobre passato, studenti che si opponevano alle mie vedute sono andati tanto in là da attizzare un fuoco in un bagno vicino all’atrio dove si supponeva che io avrei esposto la mia presentazione un’università di Boston. Quale risultato, la mia lezione è stata cancellata.

Per mostrare più supporto alla Fratellanza Musulmana, a gennaio passato, la Segretaria di stato Clinton ha proprio firmato un ordine che ammetteva l’entrata negli stati Uniti al nipote del fondatore della Fratellanza Musulmana, Tariq Ramadan. Al controverso Ramadan è stato precedentemente vietato dall’entrare negli Stati Uniti, dalla passata Amministrazione. Fra coloro che hanno ben accolto Ramadan ed hanno partecipato alla sua prima apparizione pubblica negli Stati Uniti c’era niente po’ po’ di meno che Dalia Mogahed.

Mentre l’Amministrazione Obama  è andata avanti a modo suo a mostrare buona volontà ai gruppi islamici radicali, ha consistentemente ignorato di estendere un qualsiasi supporto ai movimenti di Riforma attorno al Medio Oriente, e ciò include il movimento di Riforma studentesco, in Iran. Il messaggio dagli Stati Uniti ai riformisti e gruppi pro Democrazia e di pace nel Medio Oriente, non è incoraggiante.

Sono in contatto con alcuni riformisti islamici in Egitto che credono che la Fratellanza Musulmana abbia ora amici nella Casa Bianca. I leader radicali totalitaristi quali Moammar Gaddafi della Libia, chiamano Obama “nostro figlio” e chiedono urgentemente supporto per Obama quale saggio leader che è di discendenza islamica. Suppongo che debba essere simpatico avere supporto dai radicali e dittatori in Medio Oriente, che potrebbe salvarci temporaneamente da un altro 11/), ma a quale costo sarà? Essi non abbandoneranno mai le loro aspirazioni jihadiste. Gli islamisti radicali non accetteranno niente di meno per gli Stati Uniti che abbandonino Israele, ed ora credono che Obama non farà niente se Israele viene attaccato. A causa di questo cambiamento nella politica statunitense, il Capo della Lega Araba, Amr Moussa (dall’Egitto), ha recentemente suggerito di migliorare le relazioni con l’Iran quale nuova strategia nella Regione. Ciò conferma che il potere dell’America nella Regione sta diminuendo. La percepita debolezza americana nella Regione, apportata da Obama, avrà conseguenze serie e durevoli.

La Fratellanza Musulmana in Egitto è stata rafforzata. Questo non appare buono per il futuro dell’Egitto, specialmente in un momento in cui la salute di Mubarak sta deteriorando. L’Egitto potrebbe cadere sotto il governo della Fratellanza Musulmana, che cementerà l’Islam radicale nell’intera Regione e che rafforzerà l’Iran e l’Islam radicale per le generazioni che verranno.

Il Presidente Jimmy Carter abbandonò lo Shah, cosa che ha preparato la strada perché il Regime islamista radicale prendesse il controllo. Obama sta scivolando verso lo stesso sentiero assecondando la Fratellanza Musulmana e rafforzandola perché prenda il controllo dell’Egitto.

La prossima Amministrazione statunitense potrebbe trovare molto difficile compiacere il mondo islamico dopo le politiche pro islamiche di Obama. Come può un Presidente repubblicano americano essere visto in futuro, dal mondo islamico, quando non si inchinerà al Re saudita, come ha fatto Obama? Se lui o lei avrà una politica in cui la priorità numero uno è l’interesse migliore per l’America, lui o lei sarà chiamato/-a Hitler dagli islamici o dai nostri media? Sorrideremo quando gli islamisti getteranno le loro scarpe al futuro Presidente americano semplicemente per non aver supportato l’Islam radicale? I media occidentali chiameranno questi leader statunitensi - che vogliono proteggere – razzisti e bigotti per non accettare la Fratellanza Musulmana e per non darle il benvenuto a forgiare la politica presso la Casa Bianca? Secondo i termini relativi a quanto sta facendo Obama oggi, questo è qualcosa di reale a cui pensare.

Vasta Critica di Fjordman, vedere --> qui

RSS

Page Monitor

Just fill in the box below on any 4F page to be notified when it changes.

Privacy & Unsubscribe respected

Muslim Terrorism Count

Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11

Mission Overview

Most Western societies are based on Secular Democracy, which itself is based on the concept that the open marketplace of ideas leads to the optimum government. Whilst that model has been very successful, it has defects. The 4 Freedoms address 4 of the principal vulnerabilities, and gives corrections to them. 

At the moment, one of the main actors exploiting these defects, is Islam, so this site pays particular attention to that threat.

Islam, operating at the micro and macro levels, is unstoppable by individuals, hence: "It takes a nation to protect the nation". There is not enough time to fight all its attacks, nor to read them nor even to record them. So the members of 4F try to curate a representative subset of these events.

We need to capture this information before it is removed.  The site already contains sufficient information to cover most issues, but our members add further updates when possible.

We hope that free nations will wake up to stop the threat, and force the separation of (Islamic) Church and State. This will also allow moderate Muslims to escape from their totalitarian political system.

The 4 Freedoms

These 4 freedoms are designed to close 4 vulnerabilities in Secular Democracy, by making them SP or Self-Protecting (see Hobbes's first law of nature). But Democracy also requires - in addition to the standard divisions of Executive, Legislature & Judiciary - a fourth body, Protector of the Open Society (POS), to monitor all its vulnerabilities (see also Popper). 
1. SP Freedom of Speech
Any speech is allowed - except that advocating the end of these freedoms
2. SP Freedom of Election
Any party is allowed - except one advocating the end of these freedoms
3. SP Freedom from Voter Importation
Immigration is allowed - except where that changes the political demography (this is electoral fraud)
4. SP Freedom from Debt
The Central Bank is allowed to create debt - except where that debt burden can pass across a generation (25 years).

An additional Freedom from Religion is deducible if the law is applied equally to everyone:

  • Religious and cultural activities are exempt from legal oversight except where they intrude into the public sphere (Res Publica)"

© 2022   Created by Netcon.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service