The 4 Freedoms Library

It takes a nation to protect the nation

Occidente - Minaccia di Ritorsione saudita per la Ripubblicazione di Vignette danesi critiche dell'Islam

Christopher Hitchens: Estorsione in nome del Profeta

12 marzo 2010 - Christopher Hitchens, Islam

 

Ho appena finito di leggere uno dei più impressionantemente stupidi e villani documenti che non siano mai giunti sulla mia scrivania. Consiste in una lettera da un’azienda legale d’Arabia Saudita, gestita da un uomo chiamato Ahmed Zaki Yamani, ad un gruppo di giornali in Scandinavia. Cito direttamente dai suoi paragrafi principali:

 

 “Durante i passati mesi la mia azienda legale è stata contattata da diverse migliaia di discendenti del Profeta, che hanno saputo in merito alla ripubblicazione del suo giornale dei disegni, che ritraggono il loro stimato antenato quale terrorista bombarolo suicida, con una bomba nel suo turbante. Quali discendenti del Profeta, questi individui si sentono personalmente insultati, emotivamente stressati e diffamati dalla ripubblicazione del suo giornale dei disegni. Essi hanno perciò preso in considerazione la mia azienda legale e mi hanno dato istruzione di avvicinarla …”

E questa è la parte stupida - l’idea che gente, la quale si reclama discendente da un signore della guerra e predicatore del settimo secolo, si levi per accusare dei sentimenti feriti. La parte villana giunge alcuni paragrafi dopo:

“È mia convinzione che l’adempimento del suo giornale alle summenzionate condizioni sarebbe percepito come un sengo di rispetto e comprensione attraverso il mondo islamico in generale, ed il suo giornale potrebbe perciò aiutare a risolvere l’aspro conflitto, che la sua ripubblicazione dei disegni ha creato. Come lei sarà consapevole, questo conflitto sta ancora intaccando gli interessi danesi ed arabi, in particolare in Medio Oriente, dove un numero di prodotto danesi vengono ancora boicottati”.

È impossibile non notare l’elemento di ritorsione e minaccia contenuto nel secondo estratto. Non è difficile ricordare ai danesi dell’organizzata campagna di retribuzione isterica, che è andata dal bruciare ambasciate alla folla omicida di civili, che è seguita alla prima pubblicazione di alcune lievi caricature di Muhammad nel 2005. Solo un altro po’ di storia recente è richiesta: nel 2008, è stato scoperto che una cellula di bramosi omicidi stava pianificando di uccidere coloro che avevano autorizzato le caricature, ed in segno di solidarità, un gran numero di giornali danesi hanno ripubbicato I disegni al fine di esprimere il loro supporto per la Libertà di parola. Poi, a capodanno 2009, un fondamentalista somalo a colpi d’ascia è entrato nella casa del 74enne vignettista Kurt Westgaard, che stava facendo un riposino con sua nipote, ed è proprio quasi riuscito ad accettarli entrambi a morte. Le scuse per tutto ciò, comunque, si suppongono venire poste non dagli aggressori e dagli incitatori, ma dalle vittime. Alla fine del mese passato, il giornale di Copenhagen Politiken ha accettato di porre pubbliche scuse secondo i termini dettati dall’azienda legale di Yamani.

Celebrando questa abietta decisione ad una trionfante conferenza tenutasi a Beirut la passata settimana, Yamani ha ripetuto la sua bizzarra dichiarazione di essere il legale di non meno di 94’923 discendenti del Profeta oltraggiato. Di nuoro, egli ha fatto un’altamente assurda dichiarazione ed una estremamente sinistra:

“Dal nostro punto di vista, tutte le icone religiose di tutte le religioni, quali la Vergine Maria, Gesù Cristo, Mosé, e (non che siano paragonati a Profeti e Messaggeri) altri che sono icone non-religiose ma che hanno dato contributi all’Umanità come Mahatma Gandhi, Nelson Mandela, Martin Luther King, il Dalai Lama, e altri quali Ibn Sina, Ibn Alhaitham e Albert Einstein, tutti meritano rispetto e la protezione dall’essere ridicolizzati e diffamati”.

Cretinismo a questo livello storico è relativamente raro. Apparentemente, Yamani pensa che Mahatma sia il primo nome piuttosto che un’onoreficenza religiosa induista, e che le parole “Dalai Lama” siano un titolo secolare. Inoltre (e dovete ammettere che cadere su un nome ebreo è un cenno gentile), proteggerebbe il convinto seguace di Spinoza, Einstein, dalla satira sulle sue tante sbagliate congetture in merito al Big Bang e alla Teoria dei Quanti. Ma mentre è ovvio che non sa niente di queste questione, egli sa come svelare una ritorsione :

 “Desideravamo che tutti i giornali danesi che hanno pubblicato i disegni entrassero in un assetto, come quello in cui è entrato il Politiken, e pubblicassero una scusa per evitare multiple contese giudiriche e costi per i danni, in favore dei nostri clienti”.

Se vi chiedete se Yamani si preoccupa di più in merito al mondo soprannaturale o a quello grossolanamente materiale, non ci vuol tanto a giungere ad una risposta. Potete notarlo nel modo in cui egli bilancia il dolce incentivo e la dura minaccia mutilante: Yamani o la vita.

Ma è nel mondo materiale che i giornali vengono pubblicati e in cui le Leggi e le Costituzioni esistono, le quali iscrivono il loro diritto a stampare materiale senza censura ed intimidazione. È pure nel mondo materiale che le Leggi proteggono nonni e nipoti da maniaci religiosi omicidi. Dobbiamo far arrendere questi diritti duramente guadagnati al emozioni eretiche di gente che dichiara una distante parentela con una figura quasi mitologica che aveva difficoltà sia a leggere che a scrivere, e che preferiva recitare? Questo è senza precedenti. Dobbiamo ora essere perseguitati con casi giudiziari da parte di coloro nelle cui vene c’è sangue di Enrico VIII, Mussolini, Colombo o Ivan il Terribile, perché potrebbero presumibilmente fiorire? (Almeno – a meno che non crediate a Dan Brown – questo non sarà un problema nel caso della Vergine Maria).

La cosa sarebbe ridicola se non fosse tanto odiosa e non fosse già riuscita a spezzare i nervi del giornale danese. In Irlanda, un po’ di tempo fa, una Legge contro la blasfemia è stata passata, rendendo un crimine oltraggiare i sentimenti non solo della disgraziata ed incriminata Chiesa Cattolica Romana, ma di tutti i credenti. La stessa tendenza pseudo-ecumenica può essere trovata nel tentativo annuale da parte degli stati islamici di far passare da parte delle Nazioni Unite una Risoluzione che rende fuorilegge tutti gli attacchi alla Religione. Non è abbastanza che la Fede dichiari di essere la soluzione di tutti i problemi. È ora richiesto che questa assurda dichiarazione venga resa immune da qualsiasi inchiesta, qualsiasi critica e qualsiasi ridicolizzazione.

Questo deve cessare, e deve cessare proprio ora. Tutti i Paesi e le Assemblee democratici dovrebbero preparare Legislazioni in linea con il Primo Emendamento [Libertà di parola], garantendo il dibattito su questioni di Religione e ripudiando il ricatto da parte di aziende legali e individui la cui vera ascendenza non potrebbe sopportare troppo scrutinio.

 

Slate.com

 

Foto: dimostranti pakistani protestano contro la ristampa delle vignette critiche dell’Islam sui giornali danesi, il 5 marzo 2010. (Arif Ali/AFP/Getty Images)


Fonte: http://network.nationalpost.com/NP/blogs/fullcomment/archive/2010/03/12/christopher-hitchens-extortion-in-the-prophet-s-name.aspx#ixzz0iBGklhmE
 

Tag: ArabiaSaudita, Censura, ChristopherHitchens, Danimarca, Intimidazione, Irlanda, LibertaEspressione, MedioOriente, RisoluzioneControBlasfemia, VignetteDanesi

Visualizzazioni: 18

Page Monitor

Just fill in the box below on any 4F page to be notified when it changes.

Privacy & Unsubscribe respected

Muslim Terrorism Count

Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11

Mission Overview

Most Western societies are based on Secular Democracy, which itself is based on the concept that the open marketplace of ideas leads to the optimum government. Whilst that model has been very successful, it has defects. The 4 Freedoms address 4 of the principal vulnerabilities, and gives corrections to them. 

At the moment, one of the main actors exploiting these defects, is Islam, so this site pays particular attention to that threat.

Islam, operating at the micro and macro levels, is unstoppable by individuals, hence: "It takes a nation to protect the nation". There is not enough time to fight all its attacks, nor to read them nor even to record them. So the members of 4F try to curate a representative subset of these events.

We need to capture this information before it is removed.  The site already contains sufficient information to cover most issues, but our members add further updates when possible.

We hope that free nations will wake up to stop the threat, and force the separation of (Islamic) Church and State. This will also allow moderate Muslims to escape from their totalitarian political system.

The 4 Freedoms

These 4 freedoms are designed to close 4 vulnerabilities in Secular Democracy, by making them SP or Self-Protecting (see Hobbes's first law of nature). But Democracy also requires - in addition to the standard divisions of Executive, Legislature & Judiciary - a fourth body, Protector of the Open Society (POS), to monitor all its vulnerabilities (see also Popper). 
1. SP Freedom of Speech
Any speech is allowed - except that advocating the end of these freedoms
2. SP Freedom of Election
Any party is allowed - except one advocating the end of these freedoms
3. SP Freedom from Voter Importation
Immigration is allowed - except where that changes the political demography (this is electoral fraud)
4. SP Freedom from Debt
The Central Bank is allowed to create debt - except where that debt burden can pass across a generation (25 years).

An additional Freedom from Religion is deducible if the law is applied equally to everyone:

  • Religious and cultural activities are exempt from legal oversight except where they intrude into the public sphere (Res Publica)"

© 2022   Created by Netcon.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service