The 4 Freedoms Library

It takes a nation to protect the nation

14 marzo 2011
[ http://fullcomment.nationalpost.com/2011/03/14/hege-storhaug-europe... ]

 

Hege Storhaug è la Direttrice dell’informazione dello Human Rights Service, ad Oslo, in Norvegia. Il suo libro “But the Greatest of These Is Freedom: The Consequences of Immigration in Europe”, “Ma il più grande fra questi è la Libertà: le Conseguenze dell’Immigrazione in Europa”, bestseller in Norvegia, è appena stato pubblicato in inglese.

Nei passati pochi mesi, il Cancelliere tedesco Angela Merkel, il Presidente francese Nicolas Sarkozy, e il Primo Ministro britannico David Cameron hanno tutti fermamente rigettato quel disastro che si chiama Multiculturalismo. L’Europa si sta infine svegliando sulla minaccia posta da decadi di politica che predica la Tolleranza, ma che ha nutrito l’esatto opposto: un Intolleranza da parte di molti immigrati, particolarmente islamisti, per rapporto ai valori dei loro nuovi Paesi.

Una breve occhiata al mio proprio Paese, la Norvegia, rivela quanto lontano è andato l’Islamismo radicale. Un anno fa, circa 3000 uomini, molti dei quali in lunghe vesti, con ampi pantaloni fino alle caviglia, e completamente barbuti, si sono raccolti presso la piazza dell’Università di Oslo per condannare la Civiltà occidentale ed esplicitamente minacciare un nuovo 11 settembre, ma su suolo norvegese. In modo non insignificante, essi hanno dimostrato proprio nel punto in cui il bandito nazista Vidkun Quisling ed i suoi odiosi seguaci hanno tenuto delle manifestazioni anti ebraiche negli anni Trenta.

Nel frattempo, il college dell’Università di Oslo è stato testimone nella nascita di IslamNet, che durante gli anni passati è rimbalzato all’interno dell’organizzazione studentesca islamica più grande di Norvegia che, lungi dal nascondere i suoi obiettivi di una Norvegia gestita dalla Shari’a, lo afferma ad alta voce ed orgogliosamente. L’Islamismo ha pure alzato la cresta l’anno scorso a nord di Parigi, nella città di Troms, dove la congregazione islamica ha pianificato di costruire una gigantesca moschea finanziata dai sauditi. È in seguito emerso che la figura chiave di questo progetto di costruzione è andato nelle Filippine per un allenamento terrorista.

L’estate passata, mentre la moschea di Troms e IslamNet stavano congiuntamente organizzando un “revival tour” in Norvegia, è stato rivelato che il Governo iraniano, stava spendendo degli Imam a predicare, fra altre cose, una propaganda d’odio contro l’Occidente e gli ebrei. Essi dichiarano che gli  Stati Uniti stiano creando AlQaida e che gli islamici non abbiano assolutamente niente a che fare con l’11 settembre. Essi vogliono vietare l’alcohol e obbligare le donne ad indossare l’hijab.

Una delle moschee gestite dagli Imam iraniani hanno già sfidato la Libertà d’espressione in Norvegia,  attaccando le pubblicazioni norvegesi che hanno ristampato le vignette danesi che ritraevano il  Profeta Muhammad. La stessa moschea nega la storicità dell’Olocausto.

Perversamente, queste moschee, come ogni altra istituzione religiosa nel Paese, riceve supporto finanziario dallo Stato norvegese. Il governo non vede l’ora di dar loro denaro, ma sembra non venir toccato dal fatto che loro chiedano urgentemente ai loro seguaci di commettere atti di terrore proprio contro quelli che pagano le tasse, e che finanziano le loro lezioni di odio.

Mentre i terroristi effettivi sono numericamente relativamente pochi, gli islamisti non lo sono. La loro influenza sta crescendo attraverso l’Europa, specialmente fra i giovani. Fra i quindicenni islamici di Germania, il 40& considera l’Islam più importante della Democrazia, mentre il 37% vuole che gli islamici d’Europa vivano sotto la Legge della Shari’a. In Gran Bretagna, il 28% di tutti gli islamici vuole che quel Paese sia governato secondo la Shari’a; questo sentimento è più forte fra i giovani, con il 37% di quelli fra i 16 e i 24 anni che supportano l’idea. Fra gli studenti universitari islamici in Gran Bretagna, un pieno 40% supporta la Shari’a sia fortemente che relativamente. Uno su tre di questi studenti considera legittimo uccidere in nome dell’Islam.

Se gli europei continuano ad ignorare questi fatti, nella speranza che il problema semplicemente se ne andrà, l’Europa rischia di essere condotta in un nuovo Secoli bui, paragonabile all’Era nazista. Mentre i propositi dei Politici sono un buon inizio, sono ben lungi dall’essere sufficienti. Attraverso l’Europa, l’Islamismo e la Legge della Shari’a hanno diffuso i loro tentacoli nelle istituzioni sociali maggiori. Per sradicare la loro influenza distruttiva, l’Europa ha bisogno di prendere misure decisive oggi, ed entro la prossima decade.

Abbiamo bisogno di regole più forti sull’Immigrazione e l’Asilo. Abbiamo bisogno di essere chiari circa il fatto che c’è una serie di Leggi e di Norme che si applicano a tutti. I nostri governi non devono più supportare organizzazioni che predicano e fomentano l’odio. Come ha scritto il Poeta norvegese Inger Hagerup, in un poema espresso due anni dopo la seconda Guerra mondiale: è urgente, è urgente, è urgente. Non può andare tutto male di nuovo. Cosa stiamo aspettando?

 

Tag: Europa, Francia, Germania, GranBretagna, HegeStorhaug, Immigrazione, Iran, Islamismo, LibertaEspressione, Nazismo, Altro...Norvegia, Occidente, PoliticaOccidentaleVersoMondoIslamico, PoliticaVersoOccidente, Sharia

Visualizzazioni: 35

Page Monitor

Just fill in the box below on any 4F page to be notified when it changes.

Privacy & Unsubscribe respected

Muslim Terrorism Count

Thousands of Deadly Islamic Terror Attacks Since 9/11

Mission Overview

Most Western societies are based on Secular Democracy, which itself is based on the concept that the open marketplace of ideas leads to the optimum government. Whilst that model has been very successful, it has defects. The 4 Freedoms address 4 of the principal vulnerabilities, and gives corrections to them. 

At the moment, one of the main actors exploiting these defects, is Islam, so this site pays particular attention to that threat.

Islam, operating at the micro and macro levels, is unstoppable by individuals, hence: "It takes a nation to protect the nation". There is not enough time to fight all its attacks, nor to read them nor even to record them. So the members of 4F try to curate a representative subset of these events.

We need to capture this information before it is removed.  The site already contains sufficient information to cover most issues, but our members add further updates when possible.

We hope that free nations will wake up to stop the threat, and force the separation of (Islamic) Church and State. This will also allow moderate Muslims to escape from their totalitarian political system.

The 4 Freedoms

These 4 freedoms are designed to close 4 vulnerabilities in Secular Democracy, by making them SP or Self-Protecting (see Hobbes's first law of nature). But Democracy also requires - in addition to the standard divisions of Executive, Legislature & Judiciary - a fourth body, Protector of the Open Society (POS), to monitor all its vulnerabilities (see also Popper). 
1. SP Freedom of Speech
Any speech is allowed - except that advocating the end of these freedoms
2. SP Freedom of Election
Any party is allowed - except one advocating the end of these freedoms
3. SP Freedom from Voter Importation
Immigration is allowed - except where that changes the political demography (this is electoral fraud)
4. SP Freedom from Debt
The Central Bank is allowed to create debt - except where that debt burden can pass across a generation (25 years).

An additional Freedom from Religion is deducible if the law is applied equally to everyone:

  • Religious and cultural activities are exempt from legal oversight except where they intrude into the public sphere (Res Publica)"

© 2021   Created by Netcon.   Powered by

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service